Il tè fa bene

Il tè è una delle bevande più sane in assoluto. I suoi effetti vanno dall’azione anti-età alla protezione del sistema cardiocircolatorio. Pronti per una degustazione?

Il caffè è per chi va di corsa, il tè per chi si ferma a riflettere. La situazione è però più complessa di quanto si pensi. In particolare, anche il tè può avere un effetto eccitante. Inoltre non tutti i tè sono uguali: affinché abbia l’effetto desiderato, è necessario sapere cosa c’è al suo interno.

Quando il tè arrivò per la prima volta in Europa tre secoli fa, veniva venduto come medicinale. Naturalmente c’erano buoni motivi per farlo:

  • Il vero tè contiene polifenoli benefici per la salute, i cosiddetti tannini. I tannini hanno proprietà antiinfiammatorie, calmano stomaco e intestino e in caso di raffreddore giovano alla mucosa delle vie respiratorie.
  • Inoltre, si suppone che il tanto discusso estratto miracoloso EGCG contenuto nel tè riduca l’assorbimento del colesterolo e prevenga quindi l’insorgere di malattie cardiache e circolatorie.
  • Tra le altre cose, il tè sarebbe anche un antitumorale naturale, benché al riguardo non esistano ancora studi esaustivi.
  • In compenso risulta accertata l’azione del fluoro presente nel tè: protegge dalle carie e dall’osteoporosi.

Bianco, verde o nero?

tee-einschenken.jpg
tee-einschenken.jpg
It's teatime, my dear

In Svizzera il tè è molto apprezzato soprattutto in inverno.

Durante il processo di lavorazione del tè, una parte dei polifenoli che fanno bene alla salute viene trasformata ed è in questa fase che si sviluppano i diversi aromi. Mentre il tè nero, ad esempio, è completamente fermentato, quello verde non lo è affatto. Il tè bianco è composto da foglie fermentate in minima parte e il tè oolong da foglie semifermentate. Per questo il tè verde contiene una percentuale maggiore di tannini rispetto a quello nero. Affinché possa produrre il proprio effetto, il tè verde andrebbe lasciato in infusione cinque minuti. Esso contiene anche importanti minerali come manganese, ferro, calcio e zinco. A questi si aggiungono la vitamina B, ottima per i nervi e il metabolismo, e tanta vitamina C che rafforza le difese immunitarie. Sia il tè verde sia il tè oolong contengono inoltre saponine, che stimolano il corpo a bruciare i grassi.

Il chai è un tè aromatizzato indiano ricavato dal tè nero ed entrato a pieno titolo tra le bevande popolari del momento. Il mix di spezie che lo caratterizza è composto da cardamomo, cannella, zenzero e pepe. Secondo la medicina ayurvedica il cardamomo favorisce la digestione, lo zenzero lenisce i crampi e rafforza il sistema immunitario e la cannella ha un potere disinfettante, stimola la circolazione e migliora l’umore. Sempre da tale medicina derivano gli Yogi Tea, ovvero infusi a base di un mix di spezie ed erbe aromatiche creato per raggiungere un determinato effetto, che spesso non contengono tè vero e proprio.

Infusi a base di erbe aromatiche e frutta

Le erbe aromatiche, le piante e la frutta sono alla base di tisane per il benessere e infusi. A seconda della composizione migliorano l’umore e hanno un effetto calmante o depurativo. La camomilla, la melissa o il finocchio hanno ad esempio un’azione rilassante, mentre la citronella, la menta e l’origano sono eccitanti. Gli infusi alla frutta sono ottimi fornitori di energia e le sostanze contenute nel tè rooibos producono effetti positivi per i nervi, la pelle, i capelli e le unghie. A migliorare la concentrazione ci pensano la melissa, il pepe nero, il cardamomo e il basilico.

Le erbe come l’ibisco e il gelsomino sono stimolanti, ma se si preferisce rilassarsi meglio bere una tazza di tè alla lavanda, al finocchio o alla valeriana. Alla fine il tè è un po’ come il vino, bisogna provarlo per scoprire quali varietà risultano migliori. Attualmente si conoscono più di 400 sostanze contenute nel tè e tante altre non sono ancora state scoperte. Probabilmente si rivelerà in futuro un toccasana ancora migliore di quanto non sia già.

Pubblicato il 28.06.2017,

di Simone Ott


Potrebbe interessarti anche: