Chiudi

Vuoi vivere più sano?

Curcuma: l’oro dell’Estremo Oriente

Scopri perché la curcuma è tanto celebre e provala subito.

La curcuma, appartenente alla famiglia delle Zingiberacee, è un rizoma originario dell’India e del Sud-Est asiatico da tempo impiegato nella medicina ayurvedica. La curcuma è simile allo zenzero – dal quale si distingue per il suo colore arancione dovuto alla curcumina – e i due ingredienti possono essere utilizzati anche insieme.

La medicina ayurvedica sulla bocca di tutti

La curcuma è molto versatile e ad esempio può essere utilizzata come spezia oppure fresca. Può essere usata separatamente o come ingrediente del curry in polvere ed è spesso impiegata in piatti a base di curry, riso o lenticchie.

La curcumina è inoltre utilizzata come colorante nell’industria alimentare, ad esempio per gli orsetti gommosi, le caramelle, i prodotti da forno, la marmellata, la senape, nella pasta e nella margarina.

La curcumina e i suoi effetti

Tradizionalmente la curcuma è utilizzata in Europa soprattutto per le sue proprietà digestive. Stimolando il fegato, aumenta infatti la produzione di acidi biliari e in questo modo favorisce il metabolismo dei grassi, previene o mitiga le flatulenze o il senso di gonfiore e stimola la digestione. Oltre all’effetto antinfiammatorio e antiossidante, la curcuma sarebbe anche un valido alleato contro cancro e Alzheimer. Tuttavia, per garantire la fondatezza di queste considerazioni, saranno necessari ancora altri studi e scoperte in merito agli effetti e al dosaggio.

Aggiungi un pizzico di colore alla tua tavola

La curcuma in polvere si trova facilmente al supermercato e a casa può essere riposta insieme alle altre spezie. La curcuma fresca va conservata al riparo da luce e calore, meglio se in frigorifero.

Prima di consumarla va lavata e raschiata finemente con un coltello per privarla della buccia, quindi può essere grattugiata, tagliata a dadini oppure a fette. Queste ultime, se coperte di acqua bollente, sono particolarmente adatte per preparare un infuso. Ti consigliamo di tagliare la curcuma usando dei guanti perché la radice rilascia molto colore.

Scopri tutto il gusto della curcuma

kurkuma-golden-milk.jpg
kurkuma-golden-milk.jpg

Mescola un po’ di curcuma fresca in uno smoothie, bevi un infuso alla curcuma, aggiungi una nota speziata al caffelatte o alla cioccolata con la curcuma in polvere oppure prova un «latte d’oro». Riscalda e lascia sobbollire mezza tazza d’acqua e un quarto di tazza di curcuma in polvere fino a ottenere una pasta. Puoi anche prepararla in anticipo e conservarla coperta in frigo per circa due settimane. Porta a ebollizione 200 ml di latte (vaccino, di soia o di mandorle a seconda delle tue preferenze), quindi incorpora un cucchiaino di pasta di curcuma. Le sostanze principali contenute nella curcuma sono assorbite al meglio se accompagnate a pepe e a un ingrediente grasso, come ad esempio l’olio di mandorle o di cocco. Inoltre puoi sperimentare delle nuove combinazioni con cannella, zenzero, noce moscata e anche un po’ di miele o sciroppo d’agave. Buon appetito!


Potrebbe interessarti anche: