Chiudi

Vuoi vivere più sano?

Ananas: miracolo dietetico?

Si parla da anni delle presunte proprietà dimagranti dell’ananas. iMpuls ti svela se la bromelina contenuta nel frutto è veramente un rimedio miracoloso.

Cristoforo Colombo avrebbe visto l’ananas per la prima volta nel 1493 sull’isola di Guadalupa, ricevendolo in dono dagli indigeni in segno di benvenuto. A partire dal XIX secolo, il trasferimento di intere piante di ananas dai Caraibi all’Europa ha reso il frutto più accessibile e in quantità maggiori.

Un proprio deposito di sostanze nutritive

L’ananas, disponibile tutto l’anno, raggiunge i nostri scaffali soprattutto dal Costa Rica, ma anche dall’Ecuador, dalla Costa d’Avorio, dal Sudafrica, dall’Honduras e dal Ghana. La pianta è relativamente facile da coltivare e cresce in zone aride o povere di sostanze nutritive, per le quali possiede una sorta di deposito interno. Le foglie lunghe e sode fungono da imbuto per l’acqua piovana, che vi si raccoglie come in un serbatoio.

Ricco di vitamine e sali minerali

La presenza dell’enzima bromelina ha alimentato il mito dell’effetto dimagrante dell’ananas, che impedirebbe l’assorbimento dei grassi nell’organismo. In realtà non è così: gli enzimi vengono infatti resi inattivi dai succhi gastrici. Ciò non toglie che l’ananas sia un frutto molto sano, in quanto ricco di vitamine e in particolare di betacarotene. 100 grammi di prodotto coprono un quinto del fabbisogno quotidiano di vitamina C di un adulto. Inoltre, è ricco di sali minerali come ferro, magnesio e potassio. E come molti altri frutti, contiene poche calorie: solo 55 ogni 100 grammi.

En lien avec le sujet

Non in frigorifero

La raccolta interrompe il processo di maturazione. Gli ananas maturi sono sensibili alla pressione e non rimangono freschi a lungo. Questo frutto tropicale ama il caldo e non regge temperature inferiori a 7 °C, pertanto va conservato a temperatura ambiente. Pulito e a pezzi, si mantiene solo pochi giorni in frigorifero. Bisogna evitare di avvolgerlo in carta d’alluminio, perché può assorbire grandi quantità di questo metallo, e utilizzare invece contenitori di plastica chiudibili.

Meglio senza latticini

Un ananas maturo e di qualità si riconosce dal buon odore fruttato, dall’assenza di punti morbidi e dalle foglie fresche e verdi. L’ananas è ottimo per preparare macedonie, torte o chutney. Inoltre, è straordinario anche come ingrediente di piatti saporiti, per esempio sulla pizza o con carne, pollame, pesce o curry.

È sconsigliato l’abbinamento con latte e latticini, quali yogurt e quark: la bromelina, enzima proteolitico, conferisce al sapore una nota amara. Molto diffuse sono anche le confezioni di ananas a pezzi e a fette in lattina, dal contenuto di zuccheri generalmente molto elevato.

pubblicato il 07.12.2017


Potrebbe interessarti anche: