Internet Explorer non è più supportato

Per utilizzare al meglio il sito web ti preghiamo di usare un browser web attuale.

I segreti della mela cotogna

Dopo essere a lungo rimasta nel dimenticatoio, nel 2017 la mela cotogna è stata eletta frutto dell’anno. Scopri perché vale la pena mangiare le mele cotogne.

Proprio come la mela e la pera, anche la mela cotogna rientra nella categoria della frutta con semi. Dal punto di vista botanico appartiene alla famiglia delle rosacee. La mela cotogna, probabilmente originaria del Caucaso, è un frutto molto antico. Già nell’antica Grecia il suo succo era utilizzato per preparare una sorta di gelatina a base di miele.

Che gusto ha la mela cotogna?

La mela cotogna ha un colore che va dal verde al giallo brillante. La buccia, a seconda della varietà, può essere liscia o rugosa. In ogni caso è un frutto molto duro. Le mele cotogne sono ricoperte da una leggera peluria che, se strofinata, sprigiona gli oli essenziali del frutto e con essi il suo piacevole profumo. I frutti maturi hanno un gusto che ricorda il limone e la mela. All’interno, il frutto presenta da quattro a sei logge piene di semi marroni.

Vitamina C per il sistema immunitario

Le mele cotogne fresche sono disponibili solo per un periodo molto breve, generalmente da settembre a fine ottobre o inizio novembre.

(Continua a leggere qui di seguito...)

Per saperne di più sui frutti autunnali

Tutto sul tema

Conservare correttamente le mele cotogne

È consigliabile conservarle separatamente da altri tipi di frutta. Se tenute in frigorifero, si conservano fino a otto settimane. Se sono conservate troppo a lungo, la polpa diventa scura. Chi desidera assaporare le mele cotogne più a lungo, può congelarle o preparare una conserva dopo una breve sbollentatura.

Una bontà culinaria

Esperienza di gusto

Il profumo molto caratteristico e il gusto amaro ma al tempo stesso dolce sono valorizzati al meglio in combinazione con lo zucchero o con spezie dal gusto deciso. La mela cotogna si presta a diversi abbinamenti, per esempio:

  • Mela
  • Pera
  • Agrumi
  • Selvaggina
  • Formaggio
  • Noci
  • Zenzero
  • Cannella
  • Porro
  • Zucca

Prima di poter essere gustate, le mele cotogne – dure e amare dato il contenuto di tannini – richiedono però un po’ di lavoro. Infatti, è necessario prima eliminare la peluria, meglio se con un panno ruvido. Le varietà locali non sono adatte a essere consumate crude. È quindi necessario cuocerle, armandosi di pazienza: a seconda della ricetta, la cottura delle mele cotogne può anche arrivare a 45 minuti.

Le mele cotogne sono ottime per ottenere puree, confetture e gelatine, ma anche il succo o lo sciroppo sono deliziosi. Si abbinano molto bene anche a cibi salati: piatti a base di carne, selvaggina o pesce acquistano una piacevole nota originale grazie a questo frutto e diventano una vera e propria bontà.

(Continuazione in basso...)

Mela cotogna: tabella dei valori nutrizionali

Vitamine e sali minerali sono presenti nella mela cotogna ma solo in piccole quantità. Cruda contiene anche vitamina C, ma cruda non è commestibile. Se viene cotta a lungo, il contenuto di vitamina C diminuisce drasticamente. Le mele cotogne sono ricche di fibre. Una porzione di mela cotogna (120 g) copre già un quarto della quantità di fibre raccomandata.

 

 

Per 100 g di prodotto crudo

Per porzione = 120 g

Percentuale di copertura del fabbisogno giornaliero con una porzione

Valore energetico

41 kcal 49 kcal  

Proteine

0,3 g 0,4 g  

Carboidrati

6,3 g 7,6 g  

Fibre alimentari

6,4 g 7,7 g  
di cui zuccheri 6,3 g 7,6 g  

Grassi

0,2 g 0,2 g  

Vitamina A

4 µg 5 µg

0% per uomini
1% per donne

Betacarotene

24 µg

29 µg

Nessun valore di riferimento

Vitamina B1 (tiamina)

0,02 mg 0,02 mg

2% per uomini
2% per donne

Vitamina B2 (riboflavina)

0,02 mg 0,02 mg

2% per uomini
2% per donne

Vitamina B6 (piridossina)

0,04 mg 0,05 mg

3% per uomini
4% per donne

Niacina 0,20 mg 0,24 mg

2% per uomini
2% per donne

Acido folico

8 µg 10 µg

3%

VitaminaC

15 mg 18 mg

16% per uomini
19% per donne

Vitamina E

0,4 mg 0,48 mg

3% per uomini
4% per donne

Potassio

200 mg  

240 mg

6%

Calcio

14 mg 17 mg

2%

Magnesio

6 mg 

7 mg

2% per uomini
2% per donne

Fosforo

19 mg 23 mg

3%

Ferro 0,3 mg 0,36 mg

4% per uomini
2% per donne

Zinco 0,2 mg 0,24 mg

2% per uomini
3% per donne


Fonte: Banca dati svizzera dei valori nutritivi

di Claudia Vogt,

pubblicato in data 03.10.2019, modificato in data 19.10.2021


Potrebbe interessarti anche:

Franco vitaminico: insalata iceberg e melagrana a solo fr. 1.-

Saperne di più
francovitaminico.jpg