Chiudi

Vuoi vivere più sano?

Melone bianco: uno spuntino dolce e leggero

La sua dolcezza caratteristica rende il melone bianco una delle varietà più apprezzate della categoria. Un ottimo motivo per conoscere più da vicino questa cucurbitacea.

Si ritiene che il melone bianco sia originario dell'Africa. Già oltre 4000 anni fa gli Egizi e i Persiani avrebbero coltivato questo frutto. Attualmente, il paese che vanta la maggiore produzione di melone bianco su scala mondiale è la Cina. In ambito europeo, spicca invece la produzione proveniente dai paesi del Mediterraneo come Spagna, Italia e Grecia.

La parentela con il cetriolo

Il melone bianco appartiene alla famiglia delle cucurbitacee, la stessa categoria in cui rientra anche il cetriolo. Questi frutti dalla buccia giallo brillante possono arrivare a pesare fino a due chili. La polpa, dolce e succosa, ha un colore che spazia dal biancastro al verde chiaro.

In Europa, il periodo di raccolta del melone bianco - che coincide con la stagione principale di questo frutto anche da noi - va da giugno a settembre. Durante il resto dell'anno però non è necessario rinunciare alla sua bontà: gli scaffali dei supermercati infatti sono sempre riforniti di meloni bianchi provenienti da tutto il mondo. (continua a leggere qui di seguito...)

Altri suggerimenti

Ricco di nutrienti e povero di calorie

Come tutti i componenti della sua 'famiglia', anche il melone bianco ha un elevato contenuto di acqua e poche calorie. Già una manciata di melone è sufficiente a coprire più di un terzo del fabbisogno di vitamina C di una persona adulta. Contiene inoltre betacarotene, che il corpo trasforma in vitamina A, importante ad esempio per la vista.

Esperienza di gusto

Il melone ben maturo ha un delizioso sapore dolce. È perfetto insieme a molti tipi di frutta, ma esistono anche tanti altri abbinamenti squisiti.

  • Anice
  • Fragole
  • Cetrioli
  • Zenzero
  • Menta
  • Rosa
  • Prosciutto

Il melone bianco è ottimo anche per il suo contenuto di potassio, molto prezioso per il metabolismo muscolare e del sistema nervoso. Una porzione permette di coprire un quarto del fabbisogno giornaliero di questo importante minerale. Tra le altre importanti sostanze nutritive contenute nel melone bianco rientrano anche l'acido folico, il calcio, il magnesio e il fosforo.

Fresco e delizioso

Il melone bianco ha una buona durata di conservazione quando il frutto è ancora intatto. Se invece viene tagliato, è consigliabile consumarlo rapidamente. In questo caso, è importante coprire i punti di taglio con una pellicola trasparente ed evitare che si secchino.

Il melone bianco si presta a una preparazione semplice: è sufficiente estrarre i semi presenti nella parte centrale con un cucchiaio. Particolarmente gustoso e rinfrescante da freddo, il melone bianco può essere impiegato per decorare le macedonie o i dolci, ad esempio ricavando dalla polpa palline o altre figure con uno scavino o delle formine.

Il melone bianco è delizioso anche come frullato, zuppa estiva dolce oppure chutney. In abbinamento con il prosciutto, è un antipasto molto apprezzato da preparare in un batter d'occhio. Con una piccola aggiunta di melone bianco, è possibile conferire una nota esotica a piatti saporiti e insalate gustose.

di Claudia Vogt,

pubblicato il 01.11.2018


Potrebbe interessarti anche: