Chiudi

Vuoi vivere più sano?

Perche non dovresti mai sbucciare i cetrioli

Il cetriolo contiene poche calorie e vanta un elevato contenuto d’acqua. Poiché i preziosi componenti sono concentrati nella buccia, il modo migliore per gustarlo è lavarlo bene e non sbucciarlo.

È difficile stabilire quando i cetrioli hanno iniziato a trovare spazio nelle nostre cucine, perché dalle fonti non sempre si riesce a distinguerli da meloni e zucche. L’origine dei cetrioli va rintracciata presumibilmente in India o in Africa, mentre oggi crescono nell’area mediterranea dopo essere arrivati in Europa nel Medioevo. La denominazione tedesca, «Gurke», è attestata per la prima volta nel XVI secolo e deriva dal greco medievale «aguros», che significa sia «acerbo» sia «verde».

Un parente della zucca

Il cetriolo da insalata (Cucumis sativa) fa parte della famiglia delle cucurbitacee. La coltivazione di questa pianta annuale, che può crescere a terra o rampicante, avviene in parte in serre.

Poche calorie, molta acqua

I cetrioli sono costituiti da circa il 97 percento di acqua; tagliati a fette danno vita a una maschera per il viso molto apprezzata che rinfresca la pelle. Con sole 12 chilocalorie, sono tra gli ortaggi a minor contenuto calorico: uno spuntino ideale per chi vuole perdere peso. (Continua a leggere qui di seguito...)

Gusto

Il cetriolo ha un sapore fresco e un aroma verde tipico e caratteristico di questa verdura. Il gusto amarognolo del cetriolo può essere ridotto se combinato ad altri ingredienti. 

  • Formaggio di capra
  • Yogurt
  • Aneto
  • Menta
  • Aceto
  • Anice
  • Fragola
  • Rabarbaro
  • Arachidi
  • Pesce grasso

Di stagione in estate

I cetrioli sono disponibili tutto l’anno, ma la loro stagione di crescita all’aperto in Svizzera va da metà giugno a settembre. Per soddisfare la domanda è particolarmente importante anche il contributo di Paesi Bassi, Spagna e Grecia.

I cetrioli da mettere in conserva si trovano freschi soprattutto fra metà agosto e settembre e sono l’ingrediente base dei cetriolini sott’aceto, sotto sale, con aneto e speziati.

Attenzione al freddo

I cetrioli non sopportano affatto le basse temperature e in frigorifero si conservano solo per pochi giorni. Non dovrebbero nemmeno essere posti vicino a mele, banane o altra frutta e verdura che rilasci etilene, un gas incolore che accelera la maturazione.

Le sostanze nutritive sono nella buccia

I cetrioli vanno lavati a fondo con acqua calda ma non pelati, visto che le poche sostanze nutritive rilevanti si trovano appunto nella buccia. Quando si prepara un’insalata di cetrioli il sale dev’essere aggiunto solo alla fine, poiché ha un’azione disidratante.

Tabella dei valori nutritivi

 

 

Per 100 g

Per porzione, 120 g = un terzo di un cetriolo grande

Percentuale di copertura del fabbisogno giornaliero con una porzione

Energia

13 kcal 16 kcal  

Proteine

0,7 g 0,8 g  

Carboidrati

2 g 2,4 g  

Fibre alimentari

0,8 g 1 g 3%

Grassi

0,1 g 0,12 g  

Vitamina A

25 µg 30 µg

3% per gli uomini
4% per le donne

Betacarotene

222 µg 266 µg

Ancora nessun valore di riferimento

Vitamina B1 (tiamina)

0,02 mg 0,02 mg

2% per gli uomini
2% per le donne

Vitamina B2 (riboflavina)

0,02 mg 0,02 mg

1% per gli uomini
2% per le donne

Vitamina B6 (piridossina)

0,04 mg 0,05 mg

3% per gli uomini
4% per le donne

Niacina 0,2 mg 0,24 mg

2% per gli uomini
2% per le donne

Acido folico

13 µg 16 µg

5%

Acido pantotenico

0,3 mg 0,4 mg

6%

Vitamina C

5 mg 6 mg

5% per gli uomini
6% per le donne

Potassio

140 mg     170 mg

4%

Calcio

15 mg 18 mg

2%

Magnesio

10 mg 

12 mg

3% per gli uomini
4% per le donne

Fosforo

18 mg 22 mg

3%

Ferro

0,2 mg 0,2 mg

2% per gli uomini
2% per le donne

Zinco 0,1 mg 0,12 mg

1% per gli uomini
2% per le donne


Fonte: Banca dati svizzera dei valori nutrizionali

pubblicato il 12.12.2018


Potrebbe interessarti anche: