Chiudi

Vuoi vivere più sano?

Bruciare più calorie anche a riposo

Assumere 100 chilocalorie in più al giorno senza ingrassare? I ricercatori hanno scoperto in che modo.

Non è solo facendo sport che bruciamo più calorie, ma anche quando il nostro organismo ritorna in stato di riposo. Nelle 22 ore successive all’allenamento infatti il nostro organismo brucia circa 100 chilocalorie più del solito, che corrispondono praticamente a una grande porzione extra di panna. Dopo un’attività fisica di media intensità si bruciano circa 60 chilocalorie. Questa è la buona notizia.

Non perderti più nulla di iMpuls: abbonati alla nostra newsletter.

La durata dell’effetto

La cattiva invece riguarda la durata di questo effetto, non troppo estesa: dopo otto settimane di allenamento, bastano due giorni e mezzo senza attività fisica per far abbassare il metabolismo basale, riportandolo ai livelli di chi è inseparabile dal divano.

A queste conclusioni è giunto un team di ricercatori che ha monitorato 33 donne fuori allenamento di età compresa tra 20 e 40 anni. Gli scienziati partono però dal presupposto che i risultati possano essere applicabili anche a donne in fasce di età superiore e agli uomini. A chi desidera tenere il peso sotto controllo e avere un metabolismo basale elevato, gli esperti consigliano dunque di fare movimento più volte alla settimana. (Continua a leggere qui di seguito...)

Contenuti collegati

La noradrenalina comporta il maggior consumo di calorie?

Nell’esperimento è stato prima valutato il consumo calorico delle donne a riposo. Poi è cominciato l’allenamento con un ergometro, durato 16 settimane. Le partecipanti hanno cominciato ad allenarsi per 20 minuti al 65 percento della loro massima frequenza cardiaca, per poi passare nell’arco di 4 settimane a 40 minuti all’85 percento della frequenza massima.

È probabile che il metabolismo basale aumenti negli sportivi perché, grazie all’attività fisica, l’organismo produce una maggiore quantità di noradrenalina. Anche la maggiore sintesi proteica dopo un allenamento intenso potrebbe contribuire in tal senso, spiegano i ricercatori. La noradrenalina, l’ormone prodotto dal nostro corpo, resta a un livello superiore rispetto allo stato di riposo per le 23 ore successive a un allenamento intensivo, ma non dopo un allenamento moderato

Fonte: «Medicine & Science in Sports & Exercise»

di Dott. med. Martina Frei,

pubblicato il 11.07.2018

Continua a leggere


Potrebbe interessarti anche: