Chiudi

Vuoi vivere più sano?

Zenzero: il tubero-spezia peperino

Come infuso, nelle torte, nel curry o come contorno per il sushi, la radice di zenzero dà un bel tocco di calore.

Ricetta dello shot allo zenzero

Nessuna stregoneria: preparare uno shot allo zenzero è semplice. Ecco come: 

  • 3 pompelmi rosa (o altri agrumi come limoni e arance)
  • 100 g di zenzero fresco
  • 5 cucchiai di miele liquido

Spremere gli agrumi, lavare lo zenzero senza pelarlo e tagliarlo a fettine sottili (vedi consigli). In un mixer, tritare lo zenzero assieme al miele e al succo di agrumi. Lasciar riposare per circa 15 minuti. Far passare la purea attraverso un colino a maglia fine. Versare in una bottiglia e mettere in frigorifero. Se ben chiusa, la bibita si conserva per ca. una settimana. 

Adatto per il sushi, le torte o gli infusi, lo zenzero è un ingrediente molto versatile. Questa radice dal colore marrone chiaro non è soltanto una spezia sana e dal carattere deciso, ma anche una vera e propria pianta officinale.

Lo zenzero deve il suo forte profumo aromatico all’olio eterico ricco di zingiberene e zingiberolo, mentre il suo sapore piccante viene principalmente da elementi come il gingerolo.

Lo zenzero si può utilizzare in tantissimi modi. Per il curry, il tè, per i biscotti, gli smoothie, le zuppe, assieme al pesce, nei dolci e nelle bevande. Su Migusto trovi tante ricette con lo zenzero.

Ultimamente gli shot allo zenzero vanno di gran moda, nelle giornate invernali regalano infatti una vera botta di energia. (Continua a leggere qui di seguito …)

Per saperne di più

Lo zenzero non piace a tutti

La medicina asiatica usa questa radice già da secoli per i suoi scopi. Si ritiene che la sua assunzione riduca o elimini i sintomi di disturbi che interessano stomaco e intestino nonché i giramenti di testa. Tradizionalmente lo zenzero consente un miglioramento delle indisposizioni e favorisce la digestione.

Lo zenzero però non va bene per tutti. Le donne incinte dovrebbero evitarlo perché alcune delle sostanze contenute al suo interno possono favorire le contrazioni. Anche chi ha lo stomaco sensibile o soffre di malattie biliari dovrebbe consumarlo con attenzione se non addirittura farne a meno del tutto. Lo zenzero può inoltre avere un’azione anticoagulante. Chi assume medicine che influenzano la coagulazione dovrebbe quindi stare attento e per sicurezza consultare il medico.

Disponibile tutto l’anno

Consiglio

Le preziose sostanze contenute nello zenzero si trovano direttamente sotto alla buccia. Bisogna quindi rimuoverne solo uno strato sottilissimo. In Asia la buccia marrone chiaro viene tolta con il manico di un cucchiaino oppure con una bacchetta.

Oggi lo zenzero viene coltivato nelle aree tropicali e subtropicali. Il maggior produttore mondiale è l’India. Gran parte dello zenzero disponibile qui da noi proviene prevalentemente dalla Cina. Si tratta di una pianta erbacea perenne (che può raggiungere il metro di altezza) di cui viene utilizzato solo il rizoma tuberoso.

Le radici, che possono essere lunghe fino a 20 cm,sono disponibili durante tutto l’anno fresche, oltre che in forma secca o in polvere. Per conservare lo zenzero fresco, la cosa migliore è riporlo in frigorifero nello scomparto della verdura, senza sbucciarlo. In questo modo rimane fresco per due/tre settimane. In alternativa puoi sbucciarlo, avvolgerlo in una pellicola e congelarlo.

Valori nutrizionali

100 g di zenzero fresco contengono  
Energia 83 kcal
Grassi 0,8 g
di cui acidi grassi saturi 0,2 g
Carboidrati 16 g
di cui zuccheri 1,5 g
Fibre 2 g
Proteine 2 g
Zinco 1,2 mg
Magnesio 43 mg
Potassio 415 mg

 

di Rüdi Steiner,

pubblicato il 16.10.2019


Potrebbe interessarti anche:

Abbonati alla newsletter e vinci un controllo sanitario da medbase

Vai all'iscrizione