Internet Explorer non è più supportato

Per utilizzare al meglio il sito web ti preghiamo di usare un browser web attuale.

Le proprietà della frutta e della verdura autunnale

L’autunno si sta mostrando nella sua veste più bella e colorata. Ma quali sono le proprietà della frutta e della verdura autunnale? Prova le nostre gustose e semplici ricette.

Il cavolo

Le varietà di cavolo come i cavolini di Bruxelles il cavolfiore contengono molta vitamina C e acido folico. Nel cavolo bianco e rosso e nei broccoli si trovano anche le fibre.

Tra i cavoli spicca in particolare il cavolo riccio che, oltre alle fibre, contiene molte vitamine e minerali, tra cui le vitamine B2 e B6, l'acido folico e molta vitamina C e calcio. Il calcio è necessario, tra le altre cose, per mantenere in salute le ossa e i denti e contribuisce alla normale funzione muscolare. Le vitamine B2 e B6 sostengono il normale funzionamento del metabolismo energetico e del sistema nervoso. Inoltre il cavolo riccio contiene molto beta-carotene.

La barbabietola

Le barbabietole contengono calcio e molto acido folico. Il calcio contribuisce al normale funzionamento del sistema nervoso e dei muscoli. L'acido folico assicura una normale produzione del sangue, regolarizza il sistema immunitario e può aiutare a ridurre la stanchezza e l'affaticamento.

La zucca

Le zucche contengono molto beta-carotene che può essere trasformato dall'organismo in vitamina A. 100 grammi di zucca coprono circa il 45% della dose giornaliera raccomandata di vitamina A, che contribuisce a mantenere la pelle e la vista in uno stato normale.

Il sedano rapa

Il sedano rapa contiene acido folico, potassio e fibre. Contribuisce alla normale funzione del sistema nervoso e dei muscoli e può regolarizzare la pressione sanguigna.

La pastinaca

La pastinaca fornisce al corpo vitamina C, acido folico e potassio. La vitamina C svolge molte funzioni importanti nell'organismo. Ad esempio assicura il normale metabolismo energetico, regolarizza il sistema immunitario e può proteggere dallo stress ossidativo, dalla stanchezza e dall'affaticamento.

(Continuazione in basso...)

Contenuti collegati

vai al Dossier
Cosa si può fare contro il calo di vitamine?

I valori nutrizionali indicati si riferiscono alle verdure crude. L'acqua, il calore, il tempo e l'ossigeno creano però problemi alle vitamine. Per contenere il più possibile il calo di vitamine:

  • Acquista verdura e frutta fresca e consumale velocemente.
  • Se possibile non sbucciarle. Molte vitamine si trovano subito sotto la buccia e sbucciando la frutta verrebbero eliminate.
  • Taglia le verdure poco prima di consumarle.
  • Non tagliare le verdure troppo piccole prima di cuocerle, in modo da conservare più micronutrienti.
  • Una cottura breve a vapore è preferibile a una cottura prolungata.
  • Consuma anche verdura cruda.

Qui trovi maggiori informazioni e consigli sull'argomento.

I funghi

I funghi contengono potassio e fibre. Inoltre, ad esempio i finferli, i porcini e gli champignon presentano un elevato contenuto di vitamina D. La principale fonte di vitamina D è il nostro organismo, che la produce attraverso la pelle, stimolata dalla luce solare. La vitamina D contribuisce a mantenere le ossa, i muscoli e i denti in uno stato normale, oltre a sostenere la normale funzione del sistema immunitario.

Alcuni funghi, come il i finferli, contengono ferro e sono quindi particolarmente apprezzati dai vegani e dai vegetariani. Il ferro contribuisce al normale funzionamento del sistema immunitario e riduce la stanchezza e l'affaticamento. 100 grammi di finferli freschi contengono abbastanza ferro da coprire quasi la metà del fabbisogno giornaliero. L'assunzione assieme ad alimenti ricchi di vitamina C, come i peperoni e le arance, assicura un miglior assorbimento del ferro nell'organismo.

 

Squisiti frutti autunnali: fichi, pere e mele

Una mela di medie dimensioni (150 grammi) contiene circa 80 chilocalorie Le pere ne contengono circa 116 ciascuna (circa 200 grammi). Nessuna vitamina e nessun minerale è particolarmente rilevante nelle mele e nelle perei. I fichi contengono fibre (3 grammi ogni 100 grammi di frutta).

Valori nutritivi per 100 g di alimento crudo:

Alimento

Sostanza nutritiva

Per 100 g di alimento crudo

Percentuale di copertura del fabbisogno giornaliero (%)

Cavolfiore

     
 

Vitamina C

59.9 mg

75

 

Acido folico

83 µg

42

Broccolo

     
 

Fibre alimentari

3 g 

-

 

Vitamina C

108.5 mg

136

 

Acido folico

58.1 µg

29

Cavoletto di Bruxelles

     
 

Vitamina C

158.6 mg

198

 

Acido folico

63 µg

32

Cavolo rosso

     
 

Fibre alimentari

3 g

-

Cavolo bianco

     
 

Fibre alimentari

3 g

-

 

Vitamina C

61.4 mg

77

Cavolo piuma

     
 

Fibre alimentari

4.2 g

-

 

Vitamina C

74 mg

93

 

Betacarotene

3085 µg

-

 

Vitamina A

514 µg

64

 

Acido folico

85.4 µg

43

 

Vitamina B2

0.25 mg

18

 

Vitamina B6

0.22 mg

16

 

Calcio

270 mg

34

Barbabietola

     
 

Acido folico

83 µg

42

 

Potassio

410 mg

21

Zucca

     
 

Betacarotene

2149 µg

-

 

Vitamina A

358 µg

45

Sedano rapa

     
 

Fibre alimentari

5g

-

 

Acido folico

40 µg

20

 

Potassio

320 mg

16

Pastinaca

     
 

Vitamina C

19.7 mg

25

 

Acido folico

43.2 µg

22

 

Potassio

520 mg

26

Funghi (media)

     
 

Fibre alimentari

4.9 g

-

 

Vitamina D

2.6 µg

52

 

Ferro

2.4 mg

17

 

Potassio

400 mg

20

Funghi prataioli

     
 

Vitamina D

1.9 µg

38

 

Potassio

370 mg

19

Gallinacci

     
 

Fibre alimentari

4.7 g

-

 

Vitamina D

2.1 µg

42

 

Ferro

6.5 mg

46

Porcini

     
 

Fibre alimentari

6 g

-

 

Vitamina D

3.1 µg

62

 

Potassio

340 mg

17

Fichi

     
 

Fibre alimentari

3 g

-

       

 

di Pia Teichmann,

pubblicato in data 16.09.2021


Potrebbe interessarti anche:

La Migros si impegna contro il tumore al seno

Saperne di più
pink-ribbon.jpg0