Internet Explorer non è più supportato

Per utilizzare al meglio il sito web ti preghiamo di usare un browser web attuale.

Colazione in Giappone

Zuppa di miso, riso e prugne in conserva al posto di pane e confettura: scopri di più sulla tradizionale colazione giapponese.

Come in ogni società industrializzata, anche in Giappone si ha poco tempo per una colazione abbondante. Per questo motivo, spesso ci si limita a bere anche solo un caffè istantaneo accompagnato da uno speciale tipo di pane per toast con burro salato, come spiega la nippologa Daniela Tan. «Generalmente, la colazione giapponese è perlopiù salata: la frutta è quasi assente», racconta la Tan sulla scorta dei tanti anni trascorsi in Giappone.

La tradizionale colazione giapponese

La colazione tradizionale giapponese si basa su riso a chicco tondo bollito, bianco e non condito. Riso in giapponese si dice «gohan», termine che significa anche «alimento».

Secondo la ricetta classica, il riso deve essere fatto bollire per tre ore, mescolandolo di tanto in tanto con attenzione. «Le casalinghe un tempo si alzavano all’alba per consentire alla famiglia di gustare gohan fresco a colazione», racconta Daniela Tan. L’invenzione del cuociriso ha quindi contribuito notevolmente all’emancipazione delle donne giapponesi.

Contorni appetitosi da abbinare al riso

Al riso si abbina poi tutta una serie di sottaceti, verdure in conserva come il rafano o lo shiso, una verdura a foglia verde chiamata anche «basilico giapponese», che tuttavia non assomiglia affatto a quello nostrano a livello di gusto. Fungono da accompagnamento anche piccoli cetriolini, tofu, pesce e prugne umeboshi in conserva, che con il loro sapore acido e salato potrebbero rivelarsi una sfida per il palato degli svizzeri.

Ovviamente non può mancare l'irrinunciabile zuppa di miso che si prepara cuocendo la pasta di germogli di soia nel brodo di pesce. Le relative paste si possono acquistare al supermercato. La zuppa di miso Saitaku, ad esempio, viene preparata con acqua e contiene 27 kcal per 160 ml.

Pochi grassi, molti carboidrati

La tradizionale colazione giapponese è ricca di carboidrati e povera di grassi. Anche i preziosi acidi grassi insaturi non vengono consumati che in quantità minima. Rispetto alla colazione tipica dell'Europa manca inoltre la frutta fresca. Le proteine vengono fornite dal tofu e dal pesce. La zuppa di miso contiene inoltre molto sale.

Altre idee per una colazione sana

Prodotti adatti

di Pia Teichmann e Ben Kron,

pubblicato in data 07.06.2017, modificato in data 27.07.2021


Potrebbe interessarti anche:

Abbonati alla newsletter e vinci un anno di acquisti per fr. 3'000

Vai all'iscrizione
geschenk-icon.jpg