Chiudi

Vuoi vivere più sano?

Il frigorifero della culturista

Isabel Castelrotto era sovrappeso e si è trasformata in una culturista. Ci è riuscita per merito dell'allenamento e soprattutto del cambiamento nelle abitudini alimentari. Ecco cosa si trova nel frigorifero di questa ragazza.

"Un pensiero mi motivava: sono così brava nel fitness training che ora voglio cambiare alimentazione", afferma Isabel Castelrotto, 25 anni, istruttrice di fitness. Per scoprire come si è trasformata da sovrappeso in culturista, leggi qui. Come ha fatto a cambiare la propria alimentazione in modo duraturo?

Basta ai dolci

Per prima cosa ha istruito sua madre a nascondere in luoghi introvabili i biscotti e il cioccolato che si trovavano sempre in giro per casa, all'insegna del motto: basta alle tentazioni. Uno sguardo al suo frigorifero e al congelatore rivela gli alimenti che oggi hanno importanza per lei.

Tanta verdura

Molta verdura: insalata, in particolare insalata iceberg. Cetrioli, pomodori, barbabietole, erbe aromatiche e il piatto forte nel congelatore: cinque chilogrammi di broccoli.

Secondo Isabel Castelrotto, hanno effetti positivi sul metabolismo del ferro. La ragazza afferma di aver sofferto di carenza di ferro in passato: "Consumare molta frutta e verdura mi ha aiutato a rimediare". Cambiando la propria alimentazione, Isabel Castelrotto si è liberata inoltre della stanchezza di cui pativa.

Proteine magre

Proteine magre: filetti di trota, platessa, un altro tipo di pesce oppure pollo, uova (albume), cottage cheese e latte e yogurt magri.

Da consumare dopo l'attività sportiva e come spuntino per gli attacchi di fame.

Frutta

I lamponi e altri frutti di bosco contengono meno zucchero rispetto ad altri tipi di frutta, e in più è possibile anche congelarli. Un suggerimento: mangiare le mele con la buccia dà una bella sensazione di sazietà. (Continua a leggere qui di seguito...)

Consigli nutrizionali per sportivi

isabel-castelrotto-kuehlschrank.jpg
isabel-castelrotto-kuehlschrank.jpg

Der Kühlschrank von Isabel Castelrotto.

Patate e riso

Patate e riso: un sacchetto di patate insieme al riso (in frigorifero solo cotto).

Effetto: anche i valori sanguigni di Isabel Castelrotto confermano che la nuova alimentazione ha un'azione benefica sull'organismo. "Il 95 percento degli effetti positivi è da ricondursi all'alimentazione", sostiene Isabel Castelrotto. "Prima si inizia a nutrirsi correttamente, meglio è."

Un consiglio prezioso: le bucce di psillio

"Spesso le bucce di psillio sono la mia salvezza", afferma Isabel Castelrotto. Si raccomanda di sbatterle con il liquido e aggiungerne un cucchiaio alla bevanda, allo yogurt o ai fiocchi d'avena al mattino. Le bucce di psillio generano una sensazione di sazietà. Prima erano disponibili soltanto nei negozi biologici, ma oggi si trovano anche sugli scaffali della Migros.

Preparare i pasti in anticipo aiuta

"Il mio motto: preparare i pasti in anticipo e portarli con sé. Basta un'ora, si va a fare la spesa ed ecco fatto! Dire di non avere abbastanza tempo è solo una scusa. Preparare in anticipo aiuta ad avere con sé cibo a sufficienza, e soprattutto gli alimenti giusti."

Cosa fare se si ha voglia di cioccolato?

"Se mi viene voglia di cioccolato, mi concedo un po' di fondente." Tuttavia a casa non dovrebbero essere nascoste scorte di cioccolato. "Ogni volta che me ne viene voglia devo andare a comprarlo, e per farlo devo uscire di casa", afferma la ragazza. L'olio d'oliva è sempre un ottimo ingrediente quando c'è bisogno di insaporire qualcosa, e in particolare come condimento per le insalate. Se si fa ricorso ai condimenti già pronti, bisognerebbe diluirli in acqua.

Scorte a casa

Gallette di riso (o di spelta), amaranto e semi di lino, all'insegna del motto: se possibile, alimenti non lavorati. Sì ai legumi, ad esempio i ceci.

Rinunciare il più possibile agli "-osio"

Al momento dell'acquisto, leggere gli ingredienti e le indicazioni nutrizionali presenti sulla confezione. Lo zucchero è segnalato alla voce "carboidrati" oppure sotto forma di glucosio. Per la frutta si parla di fruttosio, ma può essere indicato anche come saccarosio o altri termini. Attenzione: quando sulla confezione trovi una parola che termina in "-osio", si tratta sempre di zuccheri.

di Silvia Schütz,

pubblicato il 07.09.2018


Potrebbe interessarti anche: