Sintomi

Spesso bastano quantità minime di un alimento per scatenare una reazione allergica come prurito, vomito o difficoltà respiratoria. I sintomi possono comparire già qualche secondo o minuto dopo aver consumato il prodotto.

In presenza di un’allergia alimentare il sistema immunitario reagisce in misura massiccia contro componenti innocui di un alimento (per lo più proteine). I cosiddetti anticorpi IgE individuano l’allergene e le cellule di difesa del sistema immunitario (mastociti) iniziano a rilasciare diversi neurotrasmettitori. Questi neurotrasmettitori (per esempio istamina, leucotriene) attivano i sintomi dell’allergia.

Sintomi delle allergie

  • prurito, bruciore, sensazione di secchezza del cavo oro-faringeo (sindrome orale allergica)
  • vomito, nausea, diarrea
  • orticaria, edema di Quincke
  • rinite acquosa allergica, congiuntivite allergica
  • attacchi di asma, dispnea
  • vertigini, senso di soffocamento
  • choc anafilattico (choc che può risultare letale, collasso cardiocircolatorio)

I sintomi si manifestano solitamente pochi secondi o minuti dopo il contatto con l’alimento. Spesso sono sufficienti le tracce di un alimento per scatenare pesanti reazioni allergiche.

Sulla violenza di una reazione allergica incidono alcuni fattori, tra cui

  • stato di salute generale
  • stress
  • assunzione di medicine
  • freddo (anche bevande fredde) o caldo
  • un altro alimento ingerito contemporaneamente
  • attività fisica
  • alcol

Pubblicato il 05.04.2017


Potrebbe interessarti anche: