Vivere bene senza mangiare carne

Vegano, vegetariano o flexitariano? Esistono diversi tipi di vegetariani. iMpuls offre una panoramica sulle attuali correnti «veggie».

Quando si parla di alimentazione, si tende sempre più spesso a definirsi in base al motto: siamo quello che mangiamo. Gli studiosi parlano anche di devozione alimentare, perché il cibo si trasforma in qualcosa che va al di là del soddisfare il bisogno di nutrirsi e diventa anche espressione della propria visione del mondo.

In forma e in salute senza carne?

Lo stile di vita vegetariano si è diffuso da diverso tempo e si declina in diverse correnti. Alcuni decidono di rinunciare alla carne per rispetto degli esseri viventi, altri per l’importanza che attribuiscono agli aspetti legati alla salute, altri ancora per la correlazione tra il riscaldamento globale e la produzione della carne. Le diverse forme di alimentazione vegetariana, inoltre, si sposano anche con un preciso stile di vita. Il tappetino da yoga sembra non essere compatibile con la bistecca alla fiorentina; per molti, vivere in modo sano e sentirsi in forma è sinonimo di rinuncia alla carne. Molti blog «veggie» veicolano l’idea che seguire un’alimentazione vegetariana porti a sentirsi meglio e più energici. Le fondiste Bibi e Jayne, ad esempio, condividono sul loro blog «Veggie Runners» ricette vegane e vegetariane e dispensano consigli per affrontare al meglio la prossima maratona.

I valori lipidici del sangue dei vegetariani sono migliori

I nutrizionisti dividono i vegetariani in quattro macrogruppi. I latto-ovo-vegetariani mangiano tutto, eccetto qualsiasi tipo di animale; gli ovo-vegetariani, rispetto ai primi, fanno a meno anche di latte e derivati; i latto-vegetariani, invece, non includono nella propria dieta le uova. Secondo un rapporto della Commissione federale per l’alimentazione dell’Ufficio federale della sanità pubblica, un’alimentazione latto-ovo-vegetariana equilibrata può essere considerata sana e adatta ad ampie fasce della popolazione. Gli studi condotti dimostrano che i vegetariani muoiono con minor frequenza a causa di malattie cardiovascolari e presentano valori lipidici del sangue migliori. Che si mangi o meno la carne, i nutrizionisti sostengono che l’importante sia seguire sempre una dieta varia.

veganer.jpg
veganer.jpg

Vegani: no al piumino

I vegani, a differenza dei vegetariani che non mangiano carne, eliminano dalla propria vita tutti i prodotti di origine animale, quindi anche uova, latte e miele. Tale rinuncia si estende dal sapone al maglione di lana, fino alle piume della trapunta per il letto.

frutarier.jpg
frutarier.jpg

Fruttariani: alimentazione basata sui frutti raccolti

I cosiddetti fruttariani si nutrono esclusivamente di frutta fresca e secca, mangiando solo ciò che può essere raccolto.

pescetarier.jpg
pescetarier.jpg

Pescetariani: sì al pesce

Non mangiano carne, ma il pesce rientra nella loro dieta, così come le uova, il latte di origine animale e il miele. Alcuni pescetariani non mangiano crostacei e molluschi, altri invece sì.

flexitarier.jpg
flexitarier.jpg

Flexitariani: vegetariani occasionali

Della famiglia allargata dei vegetariani fanno parte da qualche anno anche persone che rinunciano alla carne solo saltuariamente. Chi preferisce più spesso una fetta di pane con crema spalmabile di origine vegetale a una salsiccia, oppure fa a meno della bistecca, può considerarsi parte del gruppo dei «flexitariani», nome derivante dall’inglese «flexitarian». Si tratta di vegetariani occasionali che danno importanza a un’alimentazione sana e inseriscono poca carne nella propria dieta.

Vegani: no al piumino

I vegani, a differenza dei vegetariani che non mangiano carne, eliminano dalla propria vita tutti i prodotti di origine animale, quindi anche uova, latte e miele. Tale rinuncia si estende dal sapone al maglione di lana, fino alle piume della trapunta per il letto.

Quanti sono i vegetariani?

Secondo un sondaggio condotto nel 2017 da DemoSCOPE per conto di Swissveg, il 14 percento degli svizzeri è vegetariano, il 3 percento dei quali è vegano. Il 17 percento, poi, si dichiara flexitariano (v. galleria immagini). «Nel complesso, circa un terzo della popolazione segue in modo consapevole un’alimentazione priva o povera di carne» commentano i rappresentanti dei vegetariani e vegani che vivono in Svizzera. Se si considerano tra i vegetariani solo le persone che fanno a meno della carne con costanza e senza eccezioni, si arriva all’1,5 percento di vegani e 6,8 percento di vegetariani. L’8,4 percento della popolazione svizzera non mangia mai carne o pesce. Tradotto in cifre si tratta di 672 000 persone, quasi il numero di abitanti complessivo dei Cantoni di Ginevra e dei Grigioni.

Pubblicato il 26.04.2017

Continua a leggere


Potrebbe interessarti anche: