Ben equipaggiati si cade meno

Fuori le temperature scendono sotto lo zero, le strade e i marciapiedi si trasformano in scivoli, il pericolo di cadute aumenta. Come evitare le cadute e cosa fare, quando si finisce a terra lo stesso.

L'imbrunire precoce, la neve e il ghiaccio: tutto questo riduce la nostra percezione e sfida il senso dell'equilibrio. Soprattutto le persone anziane corrono il rischio di ferirsi.

La loro muscolatura più debole e le articolazioni irrigidite nonché la capacità visiva ridotta e le ossa spesso fragili aumentano il rischio: le fratture più frequenti negli anziani sono il polso, le vertebre cervicali e dorsali o le ossa nella zona del bacino. Spesso queste lesioni hanno conseguenze incisive, quando ad esempio si rende necessario un ricovero in ospedale o in un'istituzione di cura.

Il piede: punto debole negli adolescenti

Interventi immediati dopo una caduta

PGCP – Pausa (sedersi/sdraiarsi) – Ghiaccio (raffreddare) - Compressione (fasciatura compressiva) - Posizione sollevata
Questo serve a mantenere a un minimo il gonfiore e a lenire i dolori. Una steccatura, se necessaria, può risultare spesso anche molto utile.

Negli adolescenti una delle lesioni più frequenti è la distorsione dell'articolazione della caviglia. Il più delle volte ad essere coinvolti sono soltanto i legamenti. In questi casi la guarigione procede già bene se il piede è messo a riposo.

Ma anche nel caso di lesioni apparentemente innocue si deve sempre considerate quali forze hanno agito sull'articolazione interessata. Quanto più violento è stato l'incidente, tanto più grande è l'entità della lesione. Nel peggiore dei casi l'unico modo per stabilizzare il punto lesionato è il gesso.

Lesioni al ginocchio durante gli sport invernali

Minimizzare i rischi
  • Indossare scarpe buone con profilo e stabilizzazione delle caviglie.
  • Camminare su sentieri illuminati o portare appresso una torcia.
  • Per salire le scale tenersi sempre se possibile al corrimano.
  • Muoversi spesso. Questo aumenta la forza dei muscoli e sostiene la perseveranza. Contribuite già con passeggiate giornaliere.

Negli sport invernali i piedi sono protetti da scarpe robuste. Le lesioni interessano soprattutto l'articolazione del ginocchio. Discese spericolate e veloci con gli sci o lo snowboard, coniugate a una cattiva condizione fisica o stanchezza, aumentano il rischio di cadute.

Quando diminuisce la forza nelle cosce, sono i ginocchi a fare scattare le rotazioni. In questo contesto le lesioni colpiscono spesso il legamento crociato anteriore, il legamento interno o parti di entrambi.

Fortunatamente non ogni lesione del ginocchio deve essere operata. Spesso il processo di guarigione procede bene con la messa a riposo e la fisioterapia. Se dopo la caduta permangono però disturbi durevoli, è consigliabile rivolgersi a un ortopedico.

Pubblicato il 27.02.2017,

di Dr. med. Hans-Eric Usher


Potrebbe interessarti anche: