Chiudi

Vuoi vivere più sano?

Rimedi casalinghi da tutto il mondo

Cosa fanno gli indiani, i russi o i norvegesi contro la tosse? Due autrici austriache hanno raccolto le ricette più efficaci e, perché no, anche più golose.

A Londra, una persona su tre proviene da un paese estero, dunque per Karin Berndl e Nici Hofer questa metropoli è una vera e propria miniera di informazioni. Ogni volta che, nella loro città adottiva, hanno occasione di viaggiare in taxi con un autista asiatico, di conoscere una madre di famiglia di origini russe o di incontrare altri stranieri, la domanda è sempre la stessa: quali sono i vostri rimedi casalinghi più efficaci?

Berndl e Hofer possono dire di essere cresciute a «pane e rimedi casalinghi». «Quando, da bambina, ero a letto con la tonsillite o con il mal di gola forte, mia madre usciva in giardino – anche in pieno inverno – e andava a cogliere una radice di rafano. Quindi la lavava e la tagliava a fettine che poi infilzava su un filo per farne una collana», ricorda Karin Berndl.

Scientificamente dimostrato

Questa «collana di barbaforte» veniva poi messa al collo della piccola malata. Il barbaforte è una varietà di rafano particolarmente diffusa in Austria.

Nel frattempo, gli scienziati hanno scoperto che il rafano (così come le sue sottospecie) contiene sostanze antimicrobiche. Usato a scopo preventivo, riduce la frequenza delle infezioni delle vie respiratorie negli adulti.

Reazioni scettiche

«In Austria capita spesso che il medico di famiglia prescriva anche piante medicinali. Da noi non esiste erba o verdura che non venga utilizzata per favorire la guarigione del corpo», spiega Berndl. Ecco perché lei e la collega Nici Hofer sono rimaste molto sorprese di scoprire che in Inghilterra, invece, i rimedi casalinghi sono quasi sconosciuti.

Anche i loro amici inglesi all’inizio accoglievano con divertito scetticismo il consiglio di provare ad alleviare la tosse con un impacco di patate o di abbassare la febbre applicando delle fette di cipolla sulle piante dei piedi.

Preservare l’antica saggezza

Ma le due amiche austriache non si sono lasciate scoraggiare, anzi: nel corso degli anni hanno raccolto informazioni su circa 100 rimedi casalinghi usati in ogni parte del mondo, per poi testarli su se stesse o sui loro amici.

«Sarebbe un vero peccato se questa antica saggezza andasse perduta» sostengono. E, già che c’erano, hanno messo tutto per iscritto, ricavandone due libri riccamente illustrati.

(Continua a leggere qui di seguito …)

Tutto sui rimedi casalinghi

Vai al dossier

Rimedi anti-tosse da tutto il mondo

Nuova Zelanda: latte al miele e finocchio

Unite 2-3 cucchiaini di semi di finocchio a 250 millilitri di latte intero bio, portate a ebollizione e lasciate insaporire per cinque minuti, filtrate e per finire aggiungete 1 cucchiaio di miele. I bambini sotto l’anno d’età non possono assumere miele, a meno che non si tratti di miele sterilizzato.

India: sciroppo di limone

Mescolate il succo di un limone con 1 cucchiaio di miele e 1 cucchiaino di cannella in polvere fino a sciogliere bene il tutto.

Giappone: hachimitsu daikon

Tagliate il daikon a dadini, mettetelo in un bicchiere e ricopritelo completamente di miele. Lasciate riposare per tre-quattro ore in un ambiente buio, quindi scolate il succo così ottenuto e dopo l’uso conservatelo in frigorifero.

La variante mitteleuropea della ricetta utilizza un ravanello nero svuotato e riempito di zucchero candito bruno o miele.

Turchia: impacco al pepe

Spalmate circa 2 cucchiai di miele sulla schiena del malato e cospargete di pepe macinato, quindi coprite con un asciugamano e lasciate agire per 15 minuti.

Italia: passata di pomodoro

Spremete due spicchi d’aglio e lasciate riposare il succo per due minuti. Mescolate 250 ml di passata di pomodoro con il succo di un limone, aggiungete tre fette di zenzero fresco sbucciato e infine il succo d’aglio. Frullate nel mixer e scaldate fino a portare alla temperatura gradita. Bevete.

Russia: latte e bicarbonato

Scaldate leggermente 250 ml di latte, scioglietevi 1/2 cucchiaino di bicarbonato e bevetene un bicchiere prima di coricarvi.

America Centrale: la bevanda degli dei

Affettate 1 banana e fatela sobbollire per dieci minuti in 250 ml d’acqua. Lasciate raffreddare leggermente, quindi unite 1/2 cucchiaino di burro di cacao e 2 cucchiaini colmi di cacao crudo in polvere.

di Dott. med. Martina Frei,

pubblicato in data 03.02.2020


Potrebbe interessarti anche:

Dimagrire, ritrovare la forma, vivere più sani? Avvia ora un programma e vinci

Comincia ora
geschenkkarte-gelb.jpg