Internet Explorer non è più supportato

Per utilizzare al meglio il sito web ti preghiamo di usare un browser web attuale.

A cosa servono le lenti a contatto?

Praticamente invisibili, le lenti a contatto vengono usate per correggere la miopia, l'ipermetropia, la presbiopia e l'astigmatismo. 15 risposte dell'ottico per evitare che le lenti a contatto danneggino gli occhi.

Quali sono gli argomenti a favore delle lenti a contatto?

Sull'esperto:

Ralf Carsten Jann è un optometrista e formatore di Misenso. Il maestro ottico ed esperto in economia aziendale per il settore dell'ottica/optometria ha anche scritto il libro di saggistica sull'ottica oftalmica "Nice to see you". Il negozio di ottica Misenso fa parte del gruppo Migros e opera in nove sedi, prevalentemente nelle filiali Migros.

Le lenti a contatto ci permettono di vedere bene nonostante i difetti di vista. Spesso correggono più efficacemente proprio i difetti più gravi. Compensano meglio anche le differenze di diottrie significative tra gli occhi.

Con le lenti a contatto il campo visivo è più ampio perché non si viene disturbati dalla montatura. Le lenti a contatto non si appannano, riducono il rischio di lesioni e danno molta libertà di movimento.

Possono essere utili anche per ragioni mediche, ad esempio dopo una lesione oculare e un trapianto di cornea, oppure per il cheratocono, una deformazione conica della cornea.

Ralf Carsten Jann
Anche se hai già acquistato delle lenti a contatto, puoi farle controllare da un ottico e chiedergli di misurare i tuoi valori.
Ralf Carsten Jann, optometrista e formatore di MiSENSO

Lenti a contatto morbide o rigide?

Molti scelgono le lenti morbide. Sono fatte di idrogel o silicone idrogel contenente acqua e offrono un comfort elevato fin da subito. Più le lenti vengono indossate spesso e a lungo, più diventa sensato utilizzare lenti rigide (gli esperti parlano di lenti indeformabili) o lenti giornaliere in silicone idrogel. Entrambe comportano un rischio minore di infezioni, infiammazioni e ulcere corneali. Mentre le lenti morbide poggiano direttamente sulla cornea, quelle rigide galleggiano sul liquido lacrimale che trasporta le sostanze nutritive alla cornea. Le moderne lenti rigide coprono un'area più piccola della cornea e permettono di nutrirla meglio.

Come posso ridurre il più possibile il rischio di infezione?

Con una buona igiene, cioè lavandoti e asciugandoti sempre le mani a fondo. Evita di risciacquare le lenti a contatto con l'acqua di rubinetto, perché non è sterile. Per pulirle e conservarle usa sempre una soluzione fresca e sostituisci regolarmente il contenitore. Il tipo di lente più igienica e sicura è quella giornaliera usa e getta, che si cambia ogni giorno.

Posso indossare qualsiasi tipo di lenti?

Ogni occhio ha una sua specificità. È quindi necessario un adattamento delle lenti da parte di un professionista. Di seguito un paio di punti di riferimento:

  • Le lenti a contatto giornaliere sono polivalenti e si adattano bene a uno stile di vita flessibile: vengono gettate dopo essere state indossate e sono quindi molto igieniche. Sono anche ecologiche perché non richiedono alcun detergente.
  • Le lenti morbide offrono un maggiore comfort negli ambienti polverosi perché sotto le lenti a contatto indeformabili la polvere può causare irritazione.
  • Le lenti indeformabili correggono meglio le curvature della cornea molto accentuate e infrequenti. Spesso sono inoltre raccomandate per l'occhio secco. Per gli atleti che praticano sport di resistenza sono adatte le lenti indeformabili o anche quelle giornaliere.

Per quanto tempo si possono indossare le lenti a contatto?

Le lenti a contatto possono essere indossate tutto il giorno. Quelle in silicone morbido molto permeabili all'ossigeno possono essere portate anche di notte. Gli occhi hanno comunque bisogno di pause per rigenerarsi che variano da un individuo all'altro. È quindi consigliabile effettuare controlli regolari dall'ottico.

È molto importante non utilizzare le lenti a contatto più a lungo di quanto indicato dal produttore.

(Continuazione in basso...)

Per saperne di più sugli occhi e sulla debolezza della vista

Vai al dossier

Esistono anche lenti permanenti che possono essere portate per un mese?

Esistono lenti per uso continuo 24 ore su 24, che possono essere indossate giorno e notte per una settimana o un mese. Si tratta sempre di lenti permeabili all'ossigeno che contengono silicone. Se si vogliono portare le lenti a contatto molto a lungo e spesso, si deve sempre chiedere consiglio all'ottico. In generale le lenti settimanali o mensili sono comode da portare ma comportano un maggior rischio di infiammazione. Poiché ora le lenti giornaliere usa e getta sono disponibili ad un prezzo interessante, generalmente questa modalità di utilizzo prolungato non è più necessaria.  

Cosa sono le lenti a contatto notturne?

Questo tipo di lenti modula la forma della cornea durante la notte. L'effetto dura per un po', in modo da poter vedere bene durante il giorno senza un aiuto visivo. La miopia si corregge bene. L'effetto è minore nel caso dell'ipermetropia e della presbiopia. Le lenti a contatto notturne vengono utilizzate spesso come terapia per la miopia infantile e possono rallentarne il peggioramento. 

Può essere utile portare contemporaneamente le lenti a contatto e gli occhiali?

Sì, ci sono molte possibilità: una soluzione a cui si ricorre spesso consiste nel correggere la miopia con le lenti a contatto e indossare gli occhiali da lettura per la presbiopia. È anche utile, ad esempio, nei casi in cui è presente una notevole differenza di gradazione e sarebbe complicato risolvere il problema solo con gli occhiali.

Le lenti a contatto offrono anche una protezione dai raggi UV?

Sì, quasi tutte le lenti a contatto hanno un filtro UV integrato. Poiché la lente copre solo una parte dell'occhio, è tuttavia indispensabile proteggersi con un buon paio di occhiali da sole.

È facile che le lenti cadano dall'occhio?

È più probabile che succeda con le lenti rigide. Per esempio, se si sbattono molto le palpebre o si strofinano gli occhi. È comunque anatomicamente impossibile che una lente si sposti dietro l'occhio.

È facile che si spostino?

Anche le lenti morbide che dovessero piegarsi sotto la palpebra possono essere tolte facilmente.

Si possono indossare le lenti nella sauna o per nuotare?

Sì, perché il film lacrimale sopra l'occhio protegge la lente dal contatto diretto con l'acqua. È consigliabile usare lenti a contatto giornaliere usa e getta (e gli occhialini da nuoto). Nella sauna il liquido lacrimale evapora più rapidamente. Nonostante l'elevato grado di umidità, spesso si ha quindi una sensazione di secchezza agli occhi.

Sulla confezione si leggono sigle come DIA e BC. Cosa significano?

Stanno per diametro (DIA) e curva di base (BC). Indicano la dimensione o la curvatura della lente e dovrebbero essere stampati sulla confezione insieme alla gradazione. Attenzione: nonostante i valori siano uguali, i materiali delle lenti possono cambiare a seconda del produttore. Il nome del produttore e del prodotto sono particolarmente importanti. Anche se hai già acquistato delle lenti a contatto, puoi farle controllare da un ottico e chiedergli di misurare i tuoi valori.

È possibile farsi impiantare delle lenti a contatto in modo permanente?

Questo intervento viene spesso eseguito per la cataratta. Si inserisce una lente artificiale anche in caso di deficit visivi molto gravi, quando non è possibile ricorrere al laser e agli occhiali e le lenti a contatto sono difficili da portare.

Chi non può o non deve portare le lenti a contatto?

C'è una lente giusta quasi per tutti. Fanno eccezione le persone affette da alcune rare malattie neurologiche. Inoltre bisogna evitare temporaneamente di indossare le lenti a contatto quando si ha il raffreddore, l'influenza, la congiuntivite, ecc.

di Petra Koci,

pubblicato in data 14.10.2021


Potrebbe interessarti anche:

La Migros si impegna contro il tumore al seno

Saperne di più
pink-ribbon.jpg0