Internet Explorer non è più supportato

Per utilizzare al meglio il sito web ti preghiamo di usare un browser web attuale.

Chiudi

Vuoi vivere più sano?

Vuoi vivere più sano?

Le giornate più esposte al rischio di infarto

Un importante studio ha scoperto i giorni della settimana e i mesi in cui la salute del cuore è più a rischio.

Se il cuore potesse scegliere, sceglierebbe sempre il fine settimana. Il sabato e la domenica sono infatti i giorni in cui il rischio di infarto è minore.

Il diciottesimo giorno del mese è il giorno in cui il cuore è al massimo dal punto di vista della salute e durante l'anno il mese più sicuro dal punto di vista cardiaco è luglio. Lo ha dimostrato uno studio svedese.

Lo studio è stato svolto dai ricercatori dell'università di Uppsala e Umeå: sono stati analizzati i dati relativi a quasi tutti i casi di pazienti colpiti da infarto in Svezia. Per lo studio si è tenuto conto anche dell'influsso del meteo e dell'inquinamento dell'aria, ma il loro influsso è nettamente minore rispetto a quello esercitato dal lunedì.

Attenzione al ventottesimo giorno!

Chi lavora deve prestare particolare attenzione a questa giornata; questo vale soprattutto per gli uomini.

Probabilmente il fatto che in media 60 casi di infarto si verifichino all'inizio della settimana, e solo 48 di sabato, deriva dall'elevato livello di stress. Questa tendenza si manifesta anche nei pensionati, seppur in misura minore.

Il ventottesimo giorno del mese è un'altra giornata a rischio, con 56 casi di emergenza contro i 52 del diciottesimo. Secondo gli studiosi questo aumento di casi verso la fine del mese è causato molto probabilmente da scadenze da rispettare o da pagamenti da saldare.

Pensionati: attenzione al Natale

Anche dicembre è un mese a rischio: in Svezia si registrano 56 casi al giorno rispetto ai 48 di luglio, quando quasi tutta la popolazione è in ferie. Rispetto alle ferie estive, le vacanze di Natale sono più stressanti per il cuore, soprattutto quello dei pensionati.

Fonte: «American Heart Journal»

di Dott. med. Martina Frei,

pubblicato in data 06.04.2018, modificato in data 25.09.2019


Potrebbe interessarti anche:

Allenarsi a casa: in modo polivalente, flessibile e mobile, come lo sei tu!

Comincia ora
migros-fitness-at-home.jpg