Chiudi

Vuoi vivere più sano?

Auto-isolamento a casa in caso di tosse o febbre

Chi soffre di un'infezione respiratoria acuta, ha la febbre o vive con una persona contagiata dovrebbe restare a casa, come raccomandato dall'Ufficio federale della sanità pubblica. Ecco come comportarsi in auto-isolamento.

In caso di sintomi di un'infezione respiratoria acuta con febbre o tosse che può essere causata dal nuovo coronavirus (SARS-CoV-2), l'Ufficio federale della sanità pubblica raccomanda l'auto-isolamento. Per evitare la trasmissione del virus, le persone malate dovrebbero isolarsi a casa, finché le condizioni generali di salute lo consentono. Concretamente:

  • Dopo la scomparsa dei sintomi, restare a casa altre 24 ore (auto-isolamento).
  • Le persone particolarmente vulnerabili contattano subito il medico e gli segnalano di essere una persona con fattori di rischio e di avere i sintomi. Sono considerate persone particolarmente vulnerabili tutti coloro che hanno più di 65 anni o che soffrono delle seguenti malattie: ipertensione arteriosa, diabete, malattie cardiovascolari, malattie croniche delle vie respiratorie, cancro, malattie e terapie che indeboliscono il sistema immunitario.
  • Le persone non particolarmente vulnerabili contattano il medico solo se e quando i sintomi delle vie respiratorie si aggravano (per esempio in caso di insufficienza respiratoria).
  • Chi vive solo: farsi portare a casa il cibo, i medicamenti e altri prodotti essenziali.
  • Chi vive con altre persone: sistemarsi in una stanza da soli, chiudere la porta e arieggiare regolarmente. Mangiare da soli in questa stanza. 
  • Nessuna visita e nessun contatto. Lasciare la stanza solo se veramente necessario.
  • Mantenere una distanza di almeno due metri dalle altre persone. 
  • Lavarsi regolarmente le mani.
  • Se possibile: utilizzare un bagno separato. Se non è possibile: usare la doccia, la vasca da bagno, il WC e il lavandino comune e poi lavarlo con un disinfettante domestico o dell'alcool.
  • Non condividere con altre persone stoviglie, bicchieri, tazze, utensili da cucina, asciugamani e biancheria da letto. Dopo aver utilizzato questi articoli, lavarli accuratamente in lavatrice, lavastoviglie o con acqua e sapone.
  • Lavare regolarmente in lavatrice gli indumenti, la biancheria da letto e gli asciugamani.

(Continua a leggere qui di seguito…)

Nuovo coronavirus: così ci proteggiamo

Vai al dossier

5 giorni di auto-quarantena in caso di contatto con una persona malata

Maggiori informazioni

Maggiori informazioni sul nuovo coronavirus si trovano sul sito Internet dell'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP).

Chi ha avuto un contatto stretto con una persona infetta da SARS-CoV-2 deve restare in auto-quarantena per cinque giorni. Contatto stretto significa: vivere nella stessa economia domestica o avere una relazione intima con una persona che ha un'infezione da SARS-CoV-2 confermata in laboratorio. L'auto-quarantena dura cinque giorni. Durante questo periodo le persone possono essere contagiose. Attraverso l'auto-quarantena si evita la trasmissione del virus alle persone che vivono nella medesima economia domestica e alla popolazione. Chi ha un'infezione e ha avuto contatti con altre persone prima di ricevere i risultati del laboratorio dovrebbe informarle della possibilità di contagio. 

di Silvia Schütz,

pubblicato in data 12.03.2020


Potrebbe interessarti anche:

Dimagrire, ritrovare la forma, vivere più sani? Avvia ora un programma e vinci

Comincia ora
geschenkkarte-gelb.jpg