«Evitare il dolore»

L’articolazione del ginocchio scricchiola: cosa significa? Quando ci si deve realmente operare in caso di artrosi? Ecco le risposte di un ortopedico.

martin-buergi.jpg

Dr. med. Martin L. Bürgi, specialista in chirurgia ortopedica e traumatologia dell’apparato motorio, medico esterno presso la Hirslanden Klinik Birshof di Münchenstein (BL).

Alcuni sportivi (o tipi di sport) sono particolarmente esposti al rischio di artrosi?

Dr. med. Martin L. Bürgi: esistono tipi di sport che più di altri comportano un maggiore rischio di lesioni in quanto vanno a sollecitare il menisco, le cartilagini e i legamenti. Le lesioni a queste strutture possono determinare in seguito l’insorgenza dell’artrosi. Tuttavia, non disponiamo di conoscenze per stabilire una correlazione certa tra un determinato tipo di sport e l’artrosi.

Quando mi muovo l’articolazione del ginocchio scricchiola: questo è un sintomo inconfondibile di artrosi?

Lo scricchiolio dell’articolazione del ginocchio può essere provocato anche da uno strappo del menisco. In più i danni superficiali alle cartilagini, come per esempio nella zona della rotula, possono già determinare questo sgradevole rumore. Ritenere che lo scricchiolio sia un sintomo di artrosi non è quindi una conclusione sempre corretta.

Cosa si deve raccomandare a una persona che, pur avendo ricevuto una diagnosi medica di artrosi, non avverte dolore?

Nel caso di questi pazienti l’obiettivo è evitare la comparsa del dolore e rallentare, se non impedire, l’eventuale progressione della malattia.

Considerando i loro numerosi effetti collaterali, i farmaci anti-artrosi non sono forse più pericolosi che utili e, quindi, non andrebbero preferibilmente evitati?

Il concetto di «farmaci anti-artrosi» è in realtà piuttosto vago. Se si intendono i farmaci antinfiammatori, come per esempio gli antireumatici non steroidei, allora si deve valutare il rapporto tra costi e benefici. Se contribuiscono a ritardare o evitare un’operazione, la terapia farmacologica può senz’altro essere un’alternativa da considerare.

Quando ci si deve realmente operare (per sostituire un’anca o l’articolazione di un ginocchio)?

Un intervento chirurgico, come per esempio l’impianto di un’articolazione artificiale, diventa inevitabile se il dolore supera la soglia di tolleranza e il paziente subisce notevoli limitazioni alla qualità della vita. In ogni caso, la decisione di sottoporsi a un intervento dovrebbe essere presa dal paziente assieme al suo medico. Nel processo decisionale il paziente dovrebbe mantenere il ruolo principale, mentre il medico dovrebbe svolgere soprattutto una funzione di consulenza e illustrare al paziente tutte le opzioni di cura.

di Markus Sutter


Potrebbe interessarti anche: