Chiudi

Vuoi vivere più sano?

Cosa fare in caso di ematoma

Cadute, contusioni o urti provocano spesso un ematoma. Questa manifestazione generalmente guarisce da sola nel giro di poche settimane. Con alcuni semplici accorgimenti è possibile ridurre il periodo di guarigione.

Soprattutto i pugili hanno una lunga esperienza in materia: non c’è incontro che non lasci il segno (viola) sulla pelle. Dopo un urto, una caduta o una contusione, i piccoli vasi sanguigni si rompono, il sangue fuoriesce concentrandosi nei tessuti e si osservano i segni caratteristici di un ematoma.

Spesso però passa un po’ di tempo prima che i sintomi diventino visibili. Nel caso di un ematoma che si trova direttamente sotto la superficie cutanea, i primi segni inconfondibili si manifestano entro poche ore. Queste fuoriuscite di sangue nella zona sottocutanea possono fare anche molto male e gonfiarsi. Gli ematomi che si generano più in profondità sono altrettanto dolorosi, ma spesso non sono visibili esternamente oppure si manifestano solo dopo diversi giorni.

Causa 1: lesione dei vasi sanguigni

Un elemento che caratterizza gli ematomi è la rottura dei vasi sanguigni in assenza di una ferita aperta. Un altro indizio è il colore della parte interessata che cambia col passare del tempo. Inizialmente è rosso scuro/blu quando il sangue si coagula. La colorazione marrone/nera si presenta quando dalla degradazione dell’emoglobina si produce la bilirubina. Nell’ultima fase si osserva un colore giallo/marrone. Al più tardi dopo due o tre settimane si ritorna allo stato normale e il problema è superato.

Causa 2: medicinali anticoagulanti

A volte ematomi di questo tipo si manifestano anche senza cause evidenti. Può capitare alle persone che assumono medicinali anticoagulanti: questi ultimi ne favoriscono l’insorgenza poiché ostacolano la coagulazione. (Continua a leggere qui di seguito...)

Altri consigli sugli infortuni nello sport

Quando rivolgersi al medico?

Generalmente non è necessario rivolgersi al medico in caso di ematoma. Un accertamento si rende però necessario se è grande e si espande rapidamente, poiché non potrebbe essere esclusa una lesione dei vasi sanguigni più grandi. Alcune lesioni di questo tipo potrebbero persino avere conseguenze fatali (stato di shock). Dovrebbero essere esaminati con attenzione anche gli ematomi vicini alle articolazioni, perché c’è il rischio di lesioni alle ossa. Infine, si dovrebbe consultare il medico anche quando gli ematomi si manifestano di frequente senza cause apparenti.

Come trattare l’ematoma?

Nei casi più innocui sono utili in particolare due accorgimenti: come prima cosa bisogna raffreddare la parte in modo da far restringere i vasi sanguigni, e come seconda tenere la parte in posizione sollevata, in modo da contenere la fuoriuscita di sangue ed evitare l’ulteriore espansione dell’ematoma. È consigliabile anche non fare troppo movimento. In questo modo si previene un’eccessiva irrorazione sanguigna della muscolatura e si limita l’ematoma.

Rimedi casalinghi per una guarigione più veloce

Il processo di guarigione di alcune settimane potrebbe risultare troppo lungo in determinati casi, anche solo per motivi estetici se l’ematoma è ben visibile sul corpo. Ecco alcuni rimedi casalinghi che aiutano ad accelerare i tempi.

  • Ghiaccio. Gli sportivi lo sanno benissimo: in caso di ematoma bisogna applicare subito del ghiaccio sulla parte interessata (non direttamente sulla pelle, ma avvolgendolo in un panno sottile). Infatti, i vasi sanguigni si restringono se esposti al freddo. In questo modo è possibile ridurre le infiammazioni e anche il dolore.
  • Sale. Lo stesso vale per il sale. Applicarlo sull’ematoma facilita l’assorbimento dei liquidi.
  • Arnica. Grazie alle proprietà antinfiammatorie e lenitive, questa pianta officinale è un rimedio molto efficace contro gli ematomi.
  • Aglio. Rimedio tanto miracoloso quanto versatile, l’aglio permette di accelerare la rigenerazione dei tessuti, è un valido aiuto anche in caso di ematomi ed ha un notevole effetto antiossidante.
  • Aceto di mele. Un impacco con aceto di mele favorisce la circolazione sanguigna della pelle e agevola lo scioglimento dei coaguli di sangue.

di Markus Sutter,

pubblicato il 12.02.2019


Potrebbe interessarti anche: