Chiudi

Vuoi vivere più sano?

30 consigli per la salute in viaggio

Scopri perché in vacanza devi assolutamente portare con te gomme da masticare senza zucchero e a cosa ti serve un rullo da imbianchino in spiaggia. iMpuls ha in serbo per te 30 consigli per prepararti al meglio alle ferie e ti segnala a cosa prestare attenzione in viaggio, nelle località di villeggiatura e dopo il ritorno.

Prima di partire

Preparazione

  • Controlla, meglio se almeno quattro-sei settimane prima di partire, le raccomandazioni sanitarie per la meta del tuo viaggio. In questo modo ti rimarrà tempo a sufficienza affinché le necessarie vaccinazioni possano sviluppare la loro azione protettiva. Tieni presente che a causa di possibili ritardi nelle consegne non tutte le vaccinazioni sono sempre disponibili.
  • Su internet puoi trovare informazioni utili alle pagine safetravel.ch oppure osir.ch, dove è indicato anche quali medicine portare con sé.
  • Prendi nota dei numeri di telefono importanti (per es. quello dell’assicurazione di viaggio) in maniera da averli a portata di mano anche se perdi il cellulare.
  • Alla pagina eda.admin.ch il Dipartimento federale degli affari esteri pubblica le raccomandazioni per il viaggio.
    Per saperne di più: Ferie - quali sono i vaccini consigliati

Consulenza medica

  • Il primo punto di riferimento per una consulenza sono i medici di famiglia o gli specialisti in medicina di viaggio. Nel colloquio vengono affrontate anche patologie ormai croniche, che spesso vengono dimenticate durante i preparativi.
  • Chi soffre di diabete, deficit immunitari o malattie cardiocircolatorie dovrebbe consultare il proprio medico di famiglia tra le sei e le otto settimane prima del viaggio. Lo stesso vale per le donne in gravidanza.
  • Per prevenire disguidi al passaggio della frontiera può essere utile un certificato medico che attesti la necessità di aghi, siringhe e determinati medicamenti.

Vaccinazioni

  • In caso di emergenza può essere utile una scansione del libretto di vaccinazione sotto forma di foto sul cellulare. Ancora meglio è la versione elettronica, disponibile sul sito lemievaccinazioni.ch. Nei Paesi con rischio di febbre gialla le autorità doganali pretendono comunque il libretto di vaccinazione internazionale in formato cartaceo.
  • Le ferite da taglio e da puntura, così come gli incidenti stradali, comportano in viaggio (come del resto anche a casa) il rischio di una pericolosa infezione da tetano. Per questo motivo è necessario non far scadere la protezione vaccinale e aggiornare il libretto di vaccinazione.
  • Le vaccinazioni necessarie dipendono anche dal tipo di viaggio. Nei Paesi lontani, cicloturisti o saccopelisti possono a volte fare spiacevoli incontri con quadrupedi aggressivi. Se si sceglie questo stile di viaggio, è consigliabile vaccinarsi contro la rabbia in considerazione del rischio di morsi di cane. (Continua a leggere qui di seguito...)

Durante il viaggio

Prevenire la trombosi

  • Durante i lunghi viaggi è possibile prevenire la trombosi con movimento delle gambe, calze a compressione e anticoagulanti. Se c’è una predisposizione in famiglia, la cosa migliore è discutere la profilassi con un medico.

Aereo

  • Tieni i medicamenti importanti contro le patologie già in atto nel tuo bagaglio a mano.
  • Se hai paura di volare, una bevanda alcolica (ma non più di una!) o un tranquillante ti possono aiutare prima del decollo. Se questa paura è soverchiante, ti può essere utile prepararti con una terapia comportamentale.
  • L’aria secca sull’aereo può favorire infezioni delle vie respiratorie. Bere a sufficienza e masticare una gomma allo xilitolo possono prevenirle. Quest’ultimo infatti non è solo un dolcificante, ma agisce anche contro i virus del raffreddore nel cavo orale e nella faringe. Masticare assicura inoltre una migliore umidificazione della mucosa e favorisce la compensazione della pressione nell’orecchio.

Auto

  • Il motto «Non è importante la meta, ma il viaggio» aiuta a contrastare l’eccessiva pressione che subiamo quando vogliamo raggiungere una meta in un tempo prestabilito.
  • Salire in auto riposati, «scoprire» il paesaggio e le persone, fare qualche bella deviazione e prendersi una pausa ogni due ore per sgranchire le gambe: è così che si elimina lo stress della vita quotidiana, che altrimenti si protrae anche in vacanza.
  • In alcuni Paesi lontani il rischio di incidenti stradali è notevolmente maggiore rispetto alla Svizzera. Ciò è dovuto a guasti tecnici dei veicoli, ma anche a strade poco illuminate, a buche di grandi dimensioni e all’abitudine a girare di notte senza luci. Per questo motivo, in questi luoghi si sconsiglia di viaggiare nelle ore più tarde. (Continua a leggere qui di seguito...)

Ulteriori informazioni per pianificare il tuo viaggio

Tutto sul tema

Nella località di vacanza

Protezione solare

  • La maggior parte dei turisti applica una quantità insufficiente di protezione solare. Per un adulto vanno calcolati almeno 20 grammi al giorno, per un bambino almeno dieci. La crema va spalmata dai 20 ai 30 minuti prima di esporsi al sole, affinché possa asciugarsi per bene.
  • Applicare più volte la crema non prolunga il tempo massimo consentito di esposizione al sole per prevenire ustioni, anche se mantiene la protezione offerta dal solare.
  • Chi viaggia da solo farebbe bene a procurarsi un piccolo rullo da imbianchino con un manico lungo in un negozio di fai da te: in questo modo è possibile spalmare la crema sulla schiena. In alternativa va bene anche un calzascarpe lungo con un panno avvolto all’estremità.
    Per saperne di più: Come proteggersi dal sole

Antizanzare

  • Applica l’antizanzare dai 15 ai 30 minuti dopo la protezione solare.
  • Le zanzare che trasmettono dengue o zika volano soprattutto di giorno. Per contro, quelle della malaria ronzano di notte. Per questo motivo conviene spruzzare insetticida sugli abiti e sulla rete anti-insetti sopra al letto.
  • Le zanzare preferiscono le superfici scure e possono pungere anche attraverso i tessuti sottili e attillati. Perciò indossa se possibile indumenti di colore chiaro, ampi e a manica lunga. Se necessario, rimbocca le calze sopra i pantaloni. 
    Per saperne di più: Come proteggersi dagli insetti 

Sesso

  • Metti in valigia i preservativi per fare sesso sicuro. In vacanza la maggior parte delle persone ha più rapporti sessuali che a casa e fa meno attenzione. In altri Paesi, inoltre, il rischio di contagio può essere notevolmente maggiore rispetto alla Svizzera. In Kenia, per esempio, secondo le stime circa la metà delle prostitute ha contratto l’HIV.

Diarrea

  • Finché i disturbi sono sopportabili, la cosa migliore è limitarsi ad aumentare l’assunzione di liquidi. Il corpo farà in modo che agenti patogeni o sostanze tossiche che hanno causato l’attacco vengano espulse il prima possibile dall’intestino.
  • Spesso principi attivi come la loperamide possono bloccare efficacemente la diarrea. Se però agenti patogeni o sostanze tossiche sono ancora nell’intestino, in questo modo vi rimarranno più a lungo.
  • Se la diarrea persiste per oltre sette giorni è il caso di pensare anche a eventuali parassiti. In caso di dubbio, consulta un medico.

Malattie tropicali specifiche

  • Tenere in valigia l’autotrattamento medico di emergenza contro la malaria è efficace e ha un effetto tranquillizzante. Non sostituisce tuttavia la regolare profilassi antimalarica nei Paesi per i quali è raccomandata.
  • Nei Paesi in cui si potrebbe contrarre la febbre dengue è meglio portare con sé del paracetamolo (per es. Dafalgan, Panadol) contro febbre e dolori. L’acido acetilsalicilico (noto come aspirina) potrebbe infatti aumentare il pericolo di emorragia in caso di dengue.

Al ritorno a casa

  • Se compaiono disturbi come febbre, eruzioni cutanee o altri sintomi, consulta un medico ricordandoti assolutamente di menzionare il viaggio. La malaria, per esempio, si manifesta non prima di una settimana dalla puntura, ma di solito appena tra le quattro e le otto settimane dall’infezione. Fai dunque attenzione alla febbre anche mesi dopo le vacanze!

di Dott. med Martin Denz,

pubblicato il 17.06.2019


Potrebbe interessarti anche:

Abbonati ora alla newsletter e vinci 3x fr 50.-

Vai all'iscrizione