Internet Explorer non è più supportato

Per utilizzare al meglio il sito web ti preghiamo di usare un browser web attuale.

Protezione solare per gli occhi

Gli occhiali da sole con le lenti scure proteggono più di quelli con le lenti chiare? Anche gli occhi possono scottarsi? Fatti e leggende sulla protezione solare per gli occhi.

Anche gli occhi possono scottarsi

Esatto. Ecco perché è così importante proteggere gli occhi dal sole, spiega Hans-Dieter Haas, responsabile vendite e formazione, nonché membro della direzione di Misenso. Una «scottatura agli occhi» si manifesta con occhi arrossati e dolore forte. Tipici sintomi sono inoltre prurito, forte lacrimazione, visione offuscata, sensazione di corpo estraneo negli occhi e forte sensibilità alla luce. In tal caso si raccomanda di consultare un oculista.

Un’eccessiva esposizione al sole può provocare danni permanenti agli occhi

Esatto. Dato che il danno può svilupparsi in modo silente, gli occhi in genere sono già danneggiati quando emergono i primi sintomi. Se dopo un’esposizione al sole senza protezione avverti temporaneamente una sensazione di sabbia negli occhi o particolare sensibilità alla luce, potrebbe trattarsi di sintomi da infiammazione ed è bene consultare un medico.

Il rischio di cataratta aumenta se gli occhi sono esposti regolarmente e a lungo al sole senza protezione

Esatto. A seconda dell’intensità e della durata, le radiazioni UV possono provocare infiammazioni dolorose della retina o della cornea o una congiuntivite. Aumenta così il rischio di opacizzazione del cristallino (cataratta) o di una degenerazione maculare dovuta all’età. Può verificarsi anche la cosiddetta cecità da neve.

Gli occhiali scuri proteggono in ogni caso meglio di quelli chiari?

Errato. Gli occhiali scuri non garantiscono protezione dalla luce e non proteggono automaticamente dai raggi nocivi. Si tratta di una falsa credenza molto diffusa. La tonalità delle lenti non dice granché sulla loro capacità di proteggere dai raggi UV. Solo gli occhiali con filtro UV integrato proteggono dalla luce. Gli occhiali scuri senza filtro UV integrato sono semmai ingannevoli, poiché assorbono solo la luce visibile e quindi offrono solo una protezione antiabbagliante.

Gli occhiali normali con lenti chiare non proteggono dai raggi UV dannosi?

Errato. Esistono occhiali che grazie a speciali sostanze nelle lenti assorbono i raggi UV e sono in grado di bloccarli completamente. Ma per molte lenti in plastica risulta difficile garantire una visione ottimale. A causa delle sostanze che assorbono i raggi UV, i materiali sintetici possono infatti cambiare colore già durante il processo produttivo – sono sufficienti anche delle piccole variazioni della formula.

(Continua a leggere qui di seguito…)

Per saperne di più sulla protezione solare

Dossier sul tema

I buoni occhiali da sole hanno un’etichetta

Esatto. Gli occhiali da sole devono avere la certificazione CE. La sigla CE è il criterio di qualità dell’Unione europea e significa che gli occhiali sono conformi ai necessari requisiti di sicurezza.  Gli occhiali da sole di buona qualità riportano la dicitura «UV 400»: questo significa che le lenti sono in grado di assorbire i raggi UV fino a 400 nanometri.

Gli occhiali sono inoltre classificati secondo una scala da 1 a 4, che indica il grado di protezione solare (1 per le giornate nuvolose, 2 e 3 per le giornate di bel tempo e il mare, 4 per la neve). Nei negozi di ottica Misenso trovi un’ampia scelta di buoni occhiali da sole di produttori certificati, a prezzi equi. Un consulente potrà aiutarti a trovare l’occhiale giusto.

Gli occhiali con le lenti grandi proteggono meglio di quelli con le lenti piccole

Esatto. Per proteggere l’occhio dai raggi, anche la lente migliore deve essere sufficientemente grande. Se le lenti sono troppo piccole, la luce e i raggi UV passano di lato o dall’alto. Le lenti dovrebbero arrivare alle sopracciglia e coprire il volto in larghezza.

Chi porta lenti a contatto ha bisogno di occhiali da sole specifici?

Errato. Gli occhiali di buona qualità sono perfetti anche per chi porta le lenti a contatto. In ogni caso essi devono avere i requisiti minimi già indicati sopra. Se è vero che alcune lenti a contatto sintetiche offrono già una protezione UV, è anche vero che possono proteggere solo una parte dell’occhio, mentre l’altra parte rimane esposta ai raggi dannosi. Le lenti a contatto, inoltre, non garantiscono una sufficiente protezione antiabbagliante.

Tutti gli occhiali da sole sono anche occhiali per lo sport e non c’è bisogno di occhiali speciali?

Errato. Gli occhiali per lo sport non hanno necessariamente a che vedere con la protezione solare. Gli occhiali sportivi proteggono gli occhi da vento e insetti e prevengono la lacrimazione. Ci sono occhiali sportivi con lenti chiare e scure in base al tempo e all’irradiazione solare. Consigli per la scelta dei giusti occhiali sportivi.

Il tipo di sport incide ovviamente sulla scelta degli occhiali

Buoni occhiali da sole per lo sport

La maggior parte degli occhiali sportivi è dotata di un sistema di aerazione che ne impedisce l’appannamento. Molti modelli sono realizzati in materie plastiche infrangibili, per cui sono in grado di resistere a colpi e urti. In genere hanno i bordi arrotondati e proteggono dal vento e dagli insetti.

Le stanghette degli occhiali sportivi, inoltre, sono in materiale antiscivolo. In genere hanno imbottiture per il naso e le orecchie, anch’esse in funzione antiscivolo. Come gli altri occhiali, anche gli occhiali sportivi si possono regolare e adattare alla singola persona. In tal modo possono rimanere ben saldi sul naso anche nel corso di esercizi impegnativi o mentre si suda. Anche negli occhiali sportivi può essere prevista la correzione di un difetto visivo.

  • Corsa: che si tratti di jogging, camminate o crosstrainer in palestra, a queste attività si addicono occhiali leggeri. Per il jogging è consigliabile una tonalità chiara, preferibilmente arancio. Se si corre all’ombra degli alberi garantisce una visione ottimale, ed è anche in grado di proteggere gli occhi nelle giornate di sole.
  • Sport acquatici: la superficie dell’acqua riflette la luce solare. Chi va in barca o fa canottaggio ha quindi il problema dell’effetto abbagliante. Servono occhiali con lenti grandi e arcuate, di tonalità scura.  Dato che in acque aperte il tempo varia spesso e rapidamente, si consigliano lenti fotocromatiche.
  • Sport invernali: per chi pratica lo sci di fondo sono sufficienti dei normali occhiali sportivi leggeri con lenti di tonalità preferibilmente blu o grigia. Il blu accresce i contrasti della neve, mentre il grigio protegge dal sole e mantiene la percezione naturale dei colori. A chi pratica sci alpino consigliamo occhiali con una visuale ampia. Gli occhiali non devono scivolare, ma al tempo stesso l’aria deve poter circolare bene. Gli occhiali per lo sci devono essere provati insieme al casco per verificare che non ci siano punti di pressione. Esistono anche occhiali da sci con correzione per difetti visivi.
  • Ciclismo: i ciclisti hanno bisogno di occhiali con lenti particolarmente grandi. Proteggono gli occhi dai raggi UV, ma anche dal vento, dalla polvere, dall’acqua e dagli insetti. Gli occhiali devono consentire un’adeguata circolazione dell’aria.
  • Sport con la palla: gli occhiali per gli sport con la palla devono essere leggeri, infrangibili e avere un’imbottitura sull’archetto del naso. Inoltre devono avere una protezione laterale alle tempie. Per gli sport indoor non c’è bisogno di lenti colorate, ma se si gioca a calcio, pallavolo o tennis all’aperto è meglio scegliere una tonalità scura.

Fonti: Augenaerzte Bern (in tedesco), Zeiss (in francese), Suva, Care Vision (in tedesco o in inglese), Optiquesuisse (in francese), Blickcheck (in tedesco).

 

 

di Susanne Schmid Lopardo,

pubblicato in data 07.04.2021, modificato in data 20.04.2021


Potrebbe interessarti anche:

La Migros si impegna contro il tumore al seno

Saperne di più
pink-ribbon.jpg0