Internet Explorer non è più supportato

Per utilizzare al meglio il sito web ti preghiamo di usare un browser web attuale.

Rafforza il tuo sistema immunitario con questi 12 suggerimenti

Nei mesi freddi è particolarmente importante poter fare affidamento su uno scudo protettivo efficace contro virus e influenza. Un esperto ci spiega come mobilitare le difese immunitarie.

Video: 5 domande e 5 risposte sul sistema immunitario

Partiamo dalla cattiva notizia: nessuno è immune dal raffreddore o dall'influenza. E ora la buona: facendo tesoro di alcuni consigli importanti, puoi far fronte allo spiacevole fenomeno autunnale e invernale un po' più tranquillamente – e nella migliore delle ipotesi persino evitarlo. Quel che noi tutti possiamo fare per fortificare il nostro sistema immunitario ce lo spiega Christian Ambrosch, medico specialista in medicina interna generale e vice direttore del Medbase Medical Center Winterthur Neuwiesen, illustrando i seguenti 12 consigli. 

1. Evitare le folle

Quel che la crisi da coronavirus ha dimostrato essere utile contro il Covid-19 serve anche a contrastare raffreddori e infezioni influenzali: lavarsi spesso le mani, se possibile indossare una mascherina e osservare le regole d'igiene. «Evitare le folle è una buona strategia», dichiara il dottor Ambrosch. «La regola vale anche per i mezzi di trasporto pubblici. Anche i viaggi aerei dovrebbero essere ridotti al minimo nel periodo dell'influenza. L'aria condizionata a bordo degli aerei disidrata le mucose.» 

2. Ma non diventare asociali

Chiudersi nel proprio guscio non è però una buona idea, sottolinea il dottor Ambrosch. «Mantenere contatti sociali regolari incide positivamente sulla salute.» Perché non prendere il telefono qualche volta per farsi una bella chiacchierata? 

3. Ridurre al minimo lo stress

Anche il pensiero positivo ha un effetto generalmente benefico. «L'ideale è ricorrere a tutte le strategie che servono a ridurre al minimo lo stress negativo», sintetizza l'esperto. In altri termini, prendersi cura di sé il più possibile, assicurando un livello sufficiente di riposo e relax

4. Dormire bene

Dormire molto è un toccasana. Ma non significa dormire il maggior numero di ore possibile. «Il numero di ore di sonno necessarie varia da persona a persona, e di solito sei o sette ore sono ampiamente sufficienti. Maggiore importanza ha la qualità del sonno.» A migliorarla servono movimento adeguato, alimentazione equilibrata e un numero sufficiente di mini pause nel corso della giornata. In generale, occorre rilassarsi, per esempio con lo yoga.

5. Alimentazione salutare

«Durante l'inverno occorre consumare molta verdura e frutta», suggerisce il dottor Ambrosch. Ecco perché: il sistema immunitario è strettamente collegato alla digestione, e rafforzando la flora intestinale si sostengono contemporaneamente anche le difese immunitarie. Molto benefici sono anche gli alimenti probiotici come lo yogurt e il kefir nonché il formaggio, per esempio la mozzarella, il gruyère e il parmigiano.

6. Bere molto

I virus si insediano nelle mucose. «Se sono asciutte, i microbi vi si ancorano con particolare efficacia», afferma il dottor Ambrosch. «È dunque essenziale mantenere le mucose sempre ben idratate, bevendo molto. Serve a ridurre le probabilità di ammalarsi.»

7. Aria fresca

Con una passeggiata o un'escursione invernale si ottiene un doppio effetto benefico: in primo luogo, proprio come quando si beve, si idratano le mucose, che invece si asciugano quando si è esposti all'aria riscaldata dei locali chiusi. In secondo luogo, con qualche passo all'aria fresca si fa il pieno di vitamina D, importante alleata del sistema immunitario. Persino se non c'è il sole! «Trascorrere un'ora all'aperto ogni giorno è l'ideale», continua il dottor Ambrosch.

(Continuazione in basso...)

Contenuti collegati

Vai al dossier

8. Vitamine

A proposito di vitamine: non è scientificamente provato che la vitamina C (agrumi, tisana di rosa caninapeperoni) e lo zinco siano in grado di prevenire le infezioni. A tutti gli alimenti citati viene tuttavia attribuito un effetto positivo sul sistema immunitario. La vitamina C può servire anche a ridurre gli effetti di un'infezione. Le vitamine non vanno però in alcun caso considerate come sostanze sostitutive di un'alimentazione sana. Secondo il dottor Ambrosch, «Non serve a niente rimpinzarsi di varie vitamine se poi ci si alimenta con fast food.»

9. Movimento sufficiente

«Anche praticare sport per un'ora tre volte alla settimana e un po' di movimento giornaliero integrato nelle attività quotidiane possono essere utili a ridurre al minimo l'intensità del raffreddamento», spiega Christian Ambrosch. Sia lo sviluppo muscolare che il movimento migliorano il sistema immunitario. Lo sport contribuisce a ridurre gli ormoni dello stress, con conseguenti effetti positivi generali per la salute. Ma attenzione: «Lo sport dovrebbe essere praticato con moderazione. Uno sforzo eccessivo infatti indebolisce le difese immunitarie.»

10. Attenzione al freddo

Il freddo di per sé non può provocare il raffreddore. In condizioni di ipotermia gli agenti patogeni possono però causare più facilmente un'infezione: la vascolarizzazione della superficie corporea diminuisce e nelle mucose sono presenti meno cellule immunitarie. Quindi è essenziale indossare sempre indumenti adeguatamente caldi ed evitare di avere freddo.

11. Sauna light

E il calore serve? Fare la sauna è considerata un'attività salutare e stimolante per il sistema immunitario. «Ma sempre con moderazione», avverte lo specialista. «Non si deve esagerare e assoggettarsi a sbalzi di temperatura eccessivi.» 

12. Farsi vaccinare!

Anche se la vaccinazione antinfluenzale non protegge al 100% da un'eventuale infezione, quest'anno dovrebbe essere assolutamente fatta: anche per contenere il rischio che molte persone contraggano contemporaneamente coronavirus e influenza. «La vaccinazione può evitare almeno il 70-80% dei casi», secondo la stima del dottor Ambrosch. «E serve anche ad alleviare nettamente il decorso della malattia, rispetto all'ipotesi di mancata vaccinazione.» È importante che la maggior parte delle persone si faccia vaccinare, in modo da contenere al massimo il tasso di infezione. «Il consiglio vale in particolare per le persone anziane, perché in età avanzata il sistema immunitario si indebolisce, così come per i pazienti a rischio e i loro familiari», afferma il dottore. Inoltre, la vaccinazione è velocissima: la si può fare per esempio presso la propria farmacia.

di Ringier Brand Studio / Thomas Wyss,

pubblicato in data 10.02.2021


Potrebbe interessarti anche:

Abbonati alla newsletter e vinci un anno di acquisti per fr. 3'000

Vai all'iscrizione
geschenk-icon.jpg