Chiudi

Vuoi vivere più sano?

Cosa fare in caso di scottatura solare?

È bene non attendere troppo: ai primi sintomi di scottatura solare occorre reagire quanto più rapidamente possibile.

Consigli in caso di scottatura solare
  • Mettersi subito all’ombra
  • Una volta all’ombra, proteggere comunque la parte arrossata, ad esempio con abiti o un cappello
  • Fare degli impacchi freddi (ad esempio con un panno imbevuto d’acqua, non con cubetti di ghiaccio)
  • Bere molta acqua
  • Nutrire la pelle (doposole, idratante)
  • Per ridurre il dolore si consiglia l’aspirina; l’acido acetilsalicilico ha anche il vantaggio di essere antinfiammatorio
  • In base ai sintomi (vomito, brividi, disturbi circolatori, nausea) rivolgersi a un medico

Il calore, la luce e il sole hanno effetti positivi sulla qualità della vita e migliorano anche il nostro benessere psicologico. La tintarella promessa da un bagno di sole ci induce però alle volte a comportarci in modo irragionevole e imprudente.

«È importante sapere che un’abbronzatura sana purtroppo non esiste», spiega il Prof. Dr. med. Peter Itin, primario di dermatologia presso l’ospedale universitario di Basilea. In ultima analisi, l’arrossamento successivo alla radiazione solare è sempre espressione di un danno alla pelle.

Segni evidenti

Se dopo essere stati al sole la pelle si presenta fortemente arrossata, questo è già un segno inequivocabile di scottatura. A ogni movimento la pelle spesso duole, può essere leggermente gonfia e provocare prurito.

In caso di forti disturbi o di una grave ustione con vesciche che non guarisce nel giro di pochi giorni è bene consultare un medico. Le vesciche non devono assolutamente essere aperte. È bene rivolgersi a un medico anche in caso di nausea, vomito, mal di testa, rigidità del collo e brividi.

Importante: reagire subito

Quando si presentano i primi sintomi di scottatura, è bene reagire prontamente senza perdere tempo. Il Prof. Dr. med. Peter Itin indica due strategie: «un trattamento antinfiammatorio e il raffreddamento». In altre parole, si consigliano brevi impacchi umidi, steroidi per uso topico (lozione) e una crema rinfrescante. «Se l’ustione è dolorosa, può essere trattata anche con un antireumatico non steroideo».

Bere molta acqua

Per curare le scottature solari spesso vengono consigliati i vecchi rimedi della nonna, ad esempio impacchi di quark o yogurt. Questi possono effettivamente ridurre il dolore, ma a differenza delle pomate all’idrocortisone non hanno effetti antinfiammatori. Non è da escludere, inoltre, che i batteri dei latticini possano provocare infezioni. È quindi meglio evitare questi prodotti. Un effetto antinfiammatorio viene invece offerto dai prodotti a base di camomilla.

In caso di scottature, comunque, la cosa più importante è non restare ancora al sole!

di Markus Sutter


Potrebbe interessarti anche: