Chiudi

Vuoi vivere più sano?

Lavorare in piedi senza effetti collaterali

Lavorare costantemente in piedi è faticoso. Come fare per prevenire dolori alla schiena e altri disturbi? I consigli della Lega svizzera contro il reumatismo.

Lavori prevalentemente in piedi? Allora sei in buona compagnia. Il 36 percento della popolazione attiva in Svizzera sta in piedi per almeno tre quarti dell'orario di lavoro.

I seguenti consigli ti aiuteranno ad alleggerire le tensioni per il tuo corpo:

beineundschuhe.jpg
beineundschuhe.jpg
Chi è interessato?

Tutte quelle professioni che vengono svolte stando soprattutto in piedi: personale di vendita, logistica, produzione, ristorazione, degli sportelli a contatto con il pubblico, del settore delle pulizie o parrucchieri. Sollevare e trasportare pesi fa spesso parte del lavoro. Vuoi saperne di più? Ordina gratuitamente qui  l'opuscolo "Sempre in forma al lavoro" della Lega svizzera contro il reumatismo.

Lavori prevalentemente in piedi? Allora sei in buona compagnia. Il 36 percento della popolazione attiva in Svizzera sta in piedi per almeno tre quarti dell'orario di lavoro.

I seguenti consigli ti aiuteranno ad alleggerire le tensioni per il tuo corpo:

Muovi i dischi intervertebrali

I dischi intervertebrali traggono le sostanze nutritive dai tessuti circostanti. Perché ciò accada è necessaria una regolare alternanza tra condizioni di compressione e decompressione. Solo quando la pressione esercitata diminuisce nuovamente, i dischi possono assorbire i nutrienti e rimanere in salute.

  • Consiglio: muoviti regolarmente. Cambia posizione almeno ogni due ore. Di tanto in tanto poggia le mani al bacino e allungati all'indietro. La cosa migliore è camminare o sedersi occasionalmente. In questo modo garantirai il corretto apporto di nutrienti ai tuoi dischi intervertebrali.

Diversi modi di stare in piedi

La postura determina l'entità della pressione esercitata sulle articolazioni. Assumere una postura curva, mantenere il busto piegato in avanti, la testa ruotata o tenere alte le braccia e le spalle rappresentano sollecitazioni ulteriori, che sarebbe opportuno contrastare con una postura naturale e attiva.

  • Consiglio: se assumi una postura attiva, stai in piedi o seduto con la schiena e la testa dritta, i piedi poggiano saldamente a terra alla larghezza delle anche, le spalle sono rilassate e le articolazioni risultano allentate.

Solleva e trasporta carichi proteggendo le articolazioni e utilizza gli strumenti ausiliari

In molti lavori che prevedono la posizione in piedi non è solo questa a rappresentare una sollecitazione per il corpo. In Europa milioni di persone soffrono di dolori causati dal sollevamento e trasporto (errato) di carichi pesanti.

  • Consiglio: è importante mantenere la schiena dritta durante il sollevamento, il trasporto e l'appoggio di carichi. Questa postura aiuta a prevenire i problemi alla schiena. Chinati solo quanto è necessario. Utilizza quando possibile gli strumenti ausiliari (p. es. carrello).

(continua a leggere qui di seguito...)

Contenuti collegati

Scegli l'altezza di lavoro corretta

Piega il braccio ad angolo retto e mantieni rilassate le spalle. La parte inferiore del gomito funge da punto di riferimento per l'altezza del bordo superiore del tavolo (regola del gomito). L'altezza di lavoro varia a seconda dello sforzo richiesto dall'attività esercitata. Nei lavori di precisione (come per esempio oreficeria) l'altezza deve essere superiore rispetto al punto di riferimento dei gomiti; deve essere inferiore invece per i lavori pesanti che prevedono cioè l'esercizio di pressioni nonché un forte sfruttamento del peso corporeo (per esempio la falegnameria).

  • Consiglio: adatta l'altezza di lavoro in base ad altezza fisica, attività e forza impiegata. Se non è possibile regolare in altezza la postazione di lavoro in piedi, tale altezza deve essere regolata sulla persona più alta, compensando il dislivello con una pedana per le persone più basse.

Ammortizza il carico

Per le postazioni di lavoro in piedi, un rivestimento elastico per pavimenti è la soluzione ideale. Stando in piedi o camminandovi sopra, ci si affatica meno. Ma anche un buon paio di scarpe combatte il rapido affaticamento.

  • Consiglio: indossa un buon paio di scarpe con suole corrette. Può essere utile anche cambiare scarpe nel corso della giornata. In questo modo sulla muscolatura vengono esercitate sollecitazioni diverse, evitando l'insorgere di eventuali disturbi. Anche le calze compressive possono essere efficaci.

Utilizza ausili per la posizione eretta e sfrutta le pause

Gli ausili per la posizione eretta riducono sensibilmente le sollecitazioni sulle gambe. Sono consigliati soprattutto a quelle persone che svolgono un lavoro in un unico luogo per periodi prolungati. Per le postazioni in piedi nel reparto produzione o in ufficio si raccomanda l'uso di un supporto per appoggiare un piede. Negli ambienti in cui si lavora esclusivamente in piedi è indispensabile collocare delle sedie nella zona di riposo.

  • Utilizza gli ausili per la posizione eretta e i supporti per i piedi. Approfitta delle brevi pause per sederti o fare qualche esercizio distensivo. Trascorri le pause seduto, meglio se con le gambe sollevate.

di Barbara Zindel,

pubblicato il 27.03.2018


Potrebbe interessarti anche: