Chiudi

Vuoi vivere più sano?

Come combattere il digrignamento dei denti

L’autoanalisi, il rilassamento muscolare e l’uso di bite contribuiscono a contrastare il digrignamento dei denti. Un esperto spiega come.

«La classica terapia contro il bruxismo può essere riepilogata dall’acronimo SMS», spiega Jens Christoph Türp, specialista in diagnostica funzionale presso la clinica odontoiatrica dell’Università di Basilea. La sigla è formata dalle iniziali dei termini tedeschi Selbstbeobachtung (autoanalisi), Muskelentspannung (rilassamento muscolare) e Schiene (bite).

Adesivi colorati

Per l’autoanalisi potrebbe rivelarsi utile applicare piccoli adesivi colorati su oggetti che possono capitare sott’occhio nel corso della giornata, per esempio un telefono, un armadio, uno specchio o una scatola. «La vista inattesa dell’adesivo dovrebbe indurre a chiedersi: in questo momento i miei denti si stanno toccando?». In caso affermativo, ci sono buone probabilità che il contatto si accompagni alla pressione o addirittura al digrignamento.

jens-christoph-tuerb
Eseguire esercizi di rilassamento con regolarità può ridurre la frequenza e l’intensità del digrignamento e della pressione.
Prof. Dott. med. dent. MSc, M.A. Jens Christoph Türp, Specialista in diagnostica funzionale

Rilassare la muscolatura con lo yoga e altre pratiche analoghe

Esistono diversi metodi di rilassamento: esercizi mirati, biofeedback o yoga. L’importante è essere costanti e seguire un ritmo giornaliero. «Eseguire esercizi di rilassamento con regolarità può ridurre la frequenza e l’intensità del digrignamento e della pressione».

Cambiare abitudini

La causa principale del digrignamento dei denti è lo stress. Occorre quindi modificare i comportamenti che lo possono favorire. Per contenere i livelli di stress può essere utile anche limitare il consumo di alcol e caffeina e ridurre il fumo.

di Andreas Grote

Continua a leggere


Potrebbe interessarti anche: