Chiudi

Vuoi vivere più sano?

La resilienza di può apprendere

La Scuola Club Migros ha messo a punto un nuovo programma di training online sulla resilienza, con un test di autovalutazione ed esercizi che aiutano a rafforzare la resistenza psichica.

Perché alcune persone riescono a sopportare meglio le difficoltà e a vedere il bicchiere mezzo pieno anche nelle situazioni difficili, mentre altre non ne sono capaci? Gli psicologi definiscono la capacità di far fronte alle esperienze più stressanti e continuare a vivere bene come resilienza o resistenza psichica, grazie alla quale le persone riescono a gestire crisi, pressione e stress in modo flessibile e costruttivo. Gli individui resilienti dispongono infatti di meccanismi di protezione che li aiutano a risollevarsi dopo momenti di difficoltà.

Programma online con webinar live

Come funziona il contenitore dell'energia
  • Disegna su un foglio un contenitore dell’energia, simbolo del tuo bilancio energetico. Dal momento che il quantitativo di energia posseduto da ciascuno può oscillare, stabilisci un valore medio.
  • Pensa al valore percentuale che indichi il livello di riempimento del contenitore e annotalo.
  •  Pensa a quali attività riempiono il tuo contenitore dell’energia (Cosa ti fa stare bene? Cosa ti dà energia?) e quali invece lo svuotano (Cosa ti priva dell’energia? Cosa non ti fa stare bene?). Prendi in considerazione diversi livelli: emotivo, razionale, fisico.
  • Annota quello che hai scoperto e pensa a quali azioni potresti intraprendere per aumentare in modo duraturo il tuo livello di energia.
  • Definisci i passi concreti che desideri mettere in pratica.

Fonte: Adattamento da Wellensiek, Handbuch Resilienz-Training (Manuale sull'allenamento alla resilienza), pagg. 117-121

Thomas Kuhn, coach e consulente, è profondamente convinto che la resilienza si fondi sulla capacità di gestire lo stress: «Chi impara a ridurre al minimo lo stress e a gestire meglio le situazioni critiche rafforza anche la propria resilienza.» Alcuni individui sono più propensi alla resilienza rispetto ad altri, ma come mai? Gli esperti hanno cercato di scoprirlo in numerosi studi, giungendo alla conclusione che il motivo sia da ricercare in diversi fattori. La buona notizia è che tutti possono rafforzare, sviluppare e incrementare la resistenza psichica. In breve: la resilienza si può apprendere. Ad esempio con il nuovo programma sulla resilienza offerto dalla Scuola Club Migros e messo a punto da Thomas Kuhn. Grazie al training online, i partecipanti hanno la possibilità di approcciarsi alla propria resilienza e di potenziarla in modo duraturo con esercizi mirati.

Il programma si compone di diverse parti. Nella prima sequenza online i partecipanti familiarizzano con il concetto di resilienza e si confrontano con il tema dello stress e dei suoi effetti su corpo e mente. Un test di autovalutazione permette poi di tracciare il proprio profilo in relazione alla resilienza, mentre in una parte successiva si possono svolgere degli esercizi che aiutano a consolidare la propria resistenza. Uno di questi è l’esercizio sul «contenitore dell’energia», che aiuta a riconoscere quali fattori ti privano dell’energia e quali ne aumentano il livello.

Allenare la consapevolezza

Secondo Thomas Kuhn, alcune ricerche dimostrerebbero che la consapevolezza aiuta a migliorare la salute psichica e fisica. Per questo motivo il programma include numerosi esercizi sulla consapevolezza, a cui ogni partecipante al corso può attingere secondo le proprie inclinazioni e che sono facili da integrare nella vita quotidiana. Inoltre il programma viene costantemente sviluppato e arricchito di contenuti.

Anche yoga, training autogeno, MBSR e altre tecniche di rilassamento aiutano a combattere lo stress quotidiano. Qui trovi il link ai corsi di rilassamento offerti dalla Scuola Club Migros:

(Continua a leggere qui di seguito...)

Le 7 colonne della resilienza

Il programma è incentrato sulle 7 colonne della resilienza che, se rafforzate, aiutano a potenziare un approccio costruttivo a stress e crisi:

Ottimismo sano

Capacità di riconoscere gli aspetti positivi e di cogliere le possibilità anche nelle situazioni difficili

Accettazione

Capacità di essere coscienti di ciò che non si può cambiare

Orientamento all'obiettivo/alla soluzione

Spostare l’attenzione dai problemi all’obiettivo

Orientamento alle relazioni

Sentirsi parte di una comunità, cercarvi un senso e sostenersi a vicenda

Percezione di sé

Capacità di percepire le proprie emozioni e le proprie necessità, essere consapevoli di se stessi

Autoriflessione

Capacità di interrogarsi sui propri pensieri, emozioni e azioni, con l’obiettivo di approfondire la conoscenza di se stessi

Autosviluppo

Capacità di gestire anche le situazioni difficili grazie alle proprie azioni

Fonte: Adattamento da S. Mauritz (2019), basato su: 7 Säulen der Resilienz (Le 7 colonne della resilienza), della Dott.ssa F. Wiebel, Resilienz-Akademie.com (con integrazioni di T. Kuhn)

Pioniera sulla materia

Emmy E. Werner è stata una vera pioniera nell’ambito della resilienza. La psicologa dello sviluppo americana ha osservato per 40 anni individui che, seppur cresciuti in condizioni difficili, sono stati in grado di tenere sotto controllo la propria vita. Lo studio avviato dalla psicologa negli anni ‘60 su bambini delle Hawaii ha rilevato che un terzo dei 700 soggetti analizzati, nonostante le condizioni familiari ostili caratterizzate da abusi, alcolismo e separazione dei genitori, sono diventati adulti in grado di tenere le redini della propria esistenza. La studiosa è giunta alla conclusione che la resilienza sia il risultato di una serie di complessi processi individuali e sociali, importanti anche in età adulta.

Il termine «resilienza» deriva dal latino «resilire», ossia «rimbalzare», e in origine veniva usato in ambito edilizio, ad esempio in relazione alla costruzione dei ponti, per riferirsi ai materiali resistenti che, sottoposti a forti sollecitazioni, non si rompono ma si flettono.

Come rafforzare la resistenza psichica

di Susanne Schmid Lopardo,

pubblicato in data 15.04.2020

Continua a leggere


Potrebbe interessarti anche:

Dimagrire, ritrovare la forma, vivere più sani? Avvia ora un programma e vinci

Comincia ora