E vai con il Bootcamp!

Come rafforzare i muscoli della pancia, della schiena e del busto? Con un allenamento funzionale di gruppo all’aria aperta, ad esempio in città. Al Bootcamp non sono necessari attrezzi.

bootcamper.jpg
bootcamper.jpg

Gli entusiasti sportivi di tutta la Svizzera si ritrovano 365 giorni all’anno nei boschi, nei prati e anche in mezzo alla città per dedicarsi al functional training. Invece degli attrezzi ginnici si usa il corpo come strumento di lavoro; un allenatore tiene d’occhio attentamente il gruppo, corregge quando è necessario e incita i partecipanti a esplorare i propri limiti fisici. Bootcamper.ch è un offerente di punta nel settore degli allenamenti personalizzati e guidati: le lezioni proposte, da Basilea fino a Interlaken, da Bienne fino a Zurigo, possono essere riservate facilmente attraverso il sito internet.

Allenare il movimento a 360 gradi

bootcamp_viadukt.jpg
bootcamp_viadukt.jpg
Allenamento muscolare di gruppo

Invece dei classici attrezzi ginnici, l’allenamento funzionale sfrutta il corpo come strumento di lavoro. E lo sforzo si sente.

Le lezioni sono intense e durano un’ora, ma non si incentrano sulle esercitazioni militari come lascerebbe supporre il nome Bootcamp. Quest’ultimo si rifà ai campi d’addestramento dell’esercito degli Stati Uniti ed è stato scelto per una semplice questione di marketing. Nel functional training è importante che i movimenti siano eseguiti in modo corretto: il corpo si muove liberamente nello spazio e viene attivata la circolazione. L’allenamento funzionale deve la sua origine alla fisioterapia. Da metà degli anni Novanta, l’approccio funzionale olistico chiamato «core training» è entrato a far parte dello sport agonistico. L’inglese «core» si riferisce alla parte centrale stabilizzante del corpo, ovvero alla muscolatura del torso che è composta dagli addominali retti e laterali, dal diaframma, dai muscoli del pavimento pelvico e da quelli profondi dorsali. Per avere forza ed energia nelle estremità del corpo occorre avere la muscolatura del torso robusta: proprio quest’ultima tende però ad atrofizzarsi a causa della vita sedentaria che conduciamo negli uffici. Nel functional training non sono allenati muscoli ben precisi, bensì l’apparato motorio per intero. Questa è la grande differenza rispetto all’allenamento muscolare classico.

Un allenamento complementare per lo sviluppo

Nell’allenamento funzionale è la stabilità del corpo a ritrovarsi in primo piano e non lo sviluppo della massa muscolare. Ecco perché gli esercizi mirano ad attivare il maggior numero possibile di muscoli. Gli studi hanno rivelato che, rispetto all’allenamento muscolare tradizionale, nel functional training la forza muscolare arriva ad aumentare del 58 percento e l’equilibrio quasi raddoppia. L’allenamento funzionale non sostituisce quello muscolare e ha una funzione più che altro complementare. Gli esercizi proposti richiedono e sviluppano fin dall’inizio il senso dell’equilibrio, la forza e la stabilità del torso. Che cosa volere di più?

Pubblicato il 15.03.2017,

di Marc Bodmer


Potrebbe interessarti anche: