Chiudi

Vuoi vivere più sano?

Sfidare impavidamente il freddo

Con l’abbassarsi delle temperature spesso cala anche la motivazione per allenarsi all’aperto. Invece sarebbe proprio il modo migliore per prevenire influenza e raffreddore.

La credenza secondo la quale fare attività fisica a basse temperature non sia salutare è ben radicata in molte persone. Ma cosa potrebbe accadere?

Il freddo fa sempre bene

Oggi è risaputo che il regolare allenamento di resistenza a temperature più basse riduca considerevolmente il rischio di ammalarsi di influenza o raffreddore, oltre a stabilizzare l’equilibrio mentale, combattendo così gli stati depressivi con ottimi risultati.

Quando fuori la neve è fresca e fa un freddo pungente non c’è niente di meglio che scoprire le bellezze della natura a piedi o inforcando gli sci. Tuttavia, è necessario tenere a mente alcuni consigli. (continua a leggere qui di seguito...)

Per saperne di più sul movimento in inverno

Attività fisica a basse temperature

Intensità: l’intensità dell’attività dovrebbe essere adeguata alla temperatura esterna. Chi soffre di asma o i malattie cardiocircolatorie dovrebbe consultare il medico prima di sottoporsi ad allenamenti intensi.

Abbigliamento: berretto, guanti, capi funzionali e calzature di buona qualità sono ottimi alleati.

Protezione solare: chi si allena ad alta quota non dovrebbe dimenticare di proteggersi adeguatamente dal sole.

Evitare movimenti troppo energici

Più le temperature sono basse, più si dovrebbe ridurre la durata dell’allenamento. Se ci sono circa cinque gradi di solito il problema non si pone, ma in caso di temperature più rigide sarebbe opportuno ridurlo leggermente. A partire da meno 15 gradi, è meglio evitare sforzi intensi. Non c’è nessuna controindicazione, invece, nel fare una lunga passeggiata invernale.

Prima fare stretching

Chi desidera praticare un’attività più intensa dovrebbe fare sia gli esercizi di riscaldamento sia quelli di stretching all’interno e al caldo.

L'abbigliamento giusto

Inoltre, è importante indossare un abbigliamento sportivo adeguato alle temperature. Risulta valido ad esempio l’abbigliamento funzionale indossabile secondo il principio «a cipolla». Ideali sono anche i capi d’abbigliamento antivento Windstopper e le scarpe con una buona presa e impermeabili. In più, chi si allena al buio dovrebbe sempre indossare una torcia da fronte e catarifrangenti. A parte questi piccoli accorgimenti, non ti resta che goderti il tuo allenamento invernale outdoor.

Attenzione in caso di asma

Alle basse temperature l’aria, essendo molto secca, sovraccarica maggiormente i polmoni e la cavità rinofaringea. Quindi chi soffre d’asma o di malattie cardiocircolatorie in inverno dovrebbe sottoporsi con prudenza a sforzi intensi e consultare in merito il proprio medico.

Dott. Walter Kistler, specialista in medicina interna generale FMH e in medicina dello sport SGSM, responsabile medico presso il centro Medbase Einstein St. Gallen

Prodotti adatti

di Walter Kistler,

pubblicato il 22.11.2018


Potrebbe interessarti anche: