Chiudi

Vuoi vivere più sano?

Alla scoperta della storia delle Alpi a Sardona

L’obiettivo: un trekking su più giorni ad agosto nell’arena tettonica di Sardona. Il percorso: cominciare fin d’ora i preparativi e le prime piccole escursioni.

Questo itinerario di 6 giorni misura circa 100 chilometri e passa per il cuore dell’arena tettonica di Sardona, un ambiente montano diviso fra San Gallo, Glarona e Grigioni, nominato patrimonio mondiale dell’UNESCO nel 2008. Fra Flims, Elm e Filzbach i fenomeni geologici possono essere osservati in maniera particolarmente evidente. Per questo motivo Sardona è un luogo di importanza internazionale a livello scientifico. Ricercatori ed escursionisti che attraversano questi itinerari movimentati e in parte alpini possono vedere da vicino il sovrascorrimento tettonico delle Alpi glaronesi. Sardona riveste sotto questo profilo un’importanza pari al Grand Canyon, alle isole Galapagos o ai vulcani delle Hawaii.

Lungo l’itinerario n. 73 gli interessati possono scoprire la storia delle Alpi in sei tappe. Ognuna di esse è adatta anche come escursione giornaliera.

La «linea magica» degli Tschingelhörner

Chi si ricorda della lezione di geologia in cui la professoressa dimostrò il corrugamento delle Alpi con tre salviette? Quella blu al centro simboleggiava il mare, mentre quelle grigie a sinistra e a destra rappresentavano le masse rocciose. Facendole scorrere lentamente si otteneva un movimentato susseguirsi di rilievi: una dimostrazione cartacea della formazione delle Alpi.

Un magnifico esempio del corrugamento delle Alpi è il sovrascorrimento tettonico delle Alpi glaronesi con gli Tschingelhörner e il famoso Martinsloch. Famoso perché due volte l’anno (in primavera e in autunno) i raggi del sole che vi passano attraverso colpiscono la chiesa di Elm.

Al di sotto delle cime piene di crepacci si riconosce bene la precisa «linea magica» che separa le unità tettoniche del sovrascorrimento. Le sue origini risalgono a 20-30 milioni di anni fa, quando Africa ed Europa si scontrarono. Successivamente, rocce vecchie di 270 milioni di anni provenienti dall’interno della Terra si sovrapposero per una distanza di poco meno di 40 km su rocce più giovani, risalenti a 40 milioni di anni prima.

(continua a leggere qui di seguito...)

Contenuti collegati

Al centro dello spettacolo

Nella sesta tappa dell’itinerario del patrimonio mondiale da Elm a Flims si cammina vicinissimo alle impressionanti testimonianze della storia delle Alpi. Un ulteriore momento clou è la salita al passo del Segnas verso Flims attraverso il paesaggio alluvionale e palustre del Segnesboden inferiore. Il sentiero del patrimonio mondiale di Sardona inizia a Filzbach, in quota sopra al Lago di Walenstadt. La prima tappa si conclude sull’incantato Murgsee. Da lì il percorso sale fino alla Spitzmeilenhütte attraversando panorami montani imponenti, prima che gli escursionisti si inoltrino poi verso il centro di Sardona da Weisstannen (per la descrizione delle sei tappe, v. la galleria fotografica).

Una buona preparazione è importante

Per gli escursionisti preparati, ma in particolare per i principianti, sui sentieri alpini vale una regola d’oro: bisogna prepararsi bene! Repentini cambiamenti del tempo, banchi di neve o sentieri interrotti da smottamenti sono solo tre delle numerose sorprese a cui si deve essere preparati. Anita Rossel, esperta di trekking e montagna della scuola di alpinismo Bergfalke, spiega come prepararsi al meglio.

Pärchen beim Wandern über grüne Almen
Pärchen beim Wandern über grüne Almen

1 a tappa: Filzbach-Murgsee

Lunghezza: 15 km
Durata (senza pause): 6 ore
Dislivello: 1700 m (discesa 580 m)
Difficoltà: escursione alpina da media a difficile
Particolarità: all’inizio dell’escursione alcune tabelle informative forniscono una panoramica sui fenomeni geologici.
Highlight: 
1. L’avvallamento di Hölloch, che ricorda il cratere provocato dalla caduta di un meteorite. Nacque dal crollo di una grotta sotterranea.
2. I limpidi laghi di Murgsee pieni di pesci (pesca consentita con licenza).

Wanderer in Morgen- oder Abendsonne
Wanderer in Morgen- oder Abendsonne

2 a tappa: dalla Murgseehütte alla Spitzmeilenhütte

Lunghezza: 13 km
Durata: 5 ore
Dislivello: 902  m (discesa 622 m)
Difficoltà: media
Particolarità: escursione nel paesaggio di Murgsee caratterizzato dall’azione dei ghiacciai e su assolati pendii erbosi
Highlight: panorama sui maestosi gruppi del Churfirsten e dell’Alvier

Ringelspitz
Ringelspitz

3 a tappa: dalla Spitzmeilenhütte a Weisstannen

Lunghezza: 16 km
Durata: 5 ore e 45 minuti
Dislivello: 700 m (discesa 1800 m)
Difficoltà: escursione di difficoltà media ma faticosa
Particolarità: colorato paesaggio alpino nel tratto da Fans a Weisstannen, vista sulla «linea magica» del sovrascorrimento.
Highlight: vista sullo Chammseeli e cime circostanti

Weisstannental Batoeni
Weisstannental Batoeni

4a tappa: da Weisstannen alla Sardonahütte

Lunghezza: 16 km
Durata: 7 ore e 15 minuti
Dislivello: 1900 m (discesa 740 m)
Difficoltà: escursione di difficoltà media ma faticosa
Particolarità: conca Baltöni con cascata a 4 livelli
Highlight: vista sul sovrascorrimento tettonico delle Alpi glaronesi sotto al Ringelspitz e al Piz Sardona

Sardonagletscher
Sardonagletscher

5 a tappa: dalla Sardonahütte a Elm

Lunghezza: 20 km
Durata: 7 ore e 15 minuti
Dislivello: 950 m (discesa 2100 m)
Difficoltà: da media a difficile (lunga discesa)
Particolarità: lunga discesa verso Elm (attenzione alle ginocchia), ricompensata dalla vista sul Martinsloch con i suoi 18 metri di altezza
Highlight: salita al Foopass (2223 m s.l.m.) attraverso un paesaggio incontaminato lungo il sovrascorrimento tra Foostock e Piz Sardona

Elm-Films-Tektonische-Falte
Elm-Films-Tektonische-Falte

6 a tappa: da Elm a Flims

Lunghezza: 20 km
Durata: 8 ore e 30 minuti
Dislivello: 1850 m (discesa: 1750 m)
Difficoltà: media
Particolarità: discesa da Pass dil Segnas verso la piana alluvionale e palustre del Segnesboden con cascata e aspetti caratteristici della grande frana di Flims
Highlight: passaggio vicinissimo a Tschingelhörner e Martinsloch

di Silvia Schütz,

pubblicato il 11.06.2018


Potrebbe interessarti anche: