Internet Explorer non è più supportato

Per utilizzare al meglio il sito web ti preghiamo di usare un browser web attuale.

Scarpe da jogging, pronti, via!

Il desiderio di migliorare le prestazioni nella corsa ha portato il nostro autore a praticare jogging. Quando frequentava la scuola gli ci volevano dieci minuti buoni per una corsa di due chilometri. Poi ha iniziato ad allenarsi e oggi non riuscirebbe più a rinunciare al jogging.

In realtà ciò che mi ha indotto a fare jogging è il mio talento non proprio eccezionale nella corsa di resistenza: durante la giornata sportiva alla scuola secondaria, nello sprint e nel salto in alto avevo risultati in linea con le altre persone, ma per fare due chilometri di corsa campestre ci mettevo almeno dieci minuti buoni. Questa situazione doveva cambiare! E così l'anno successivo iniziai ad allenarmi nel corso delle settimane che precedevano la giornata sportiva. 8:16 fu il mio primo traguardo, 7:36 quello del terzo anno di scuola secondaria.

Sul modello di Markus Ryffel

E improvvisamente mi resi conto di essere più portato per gli sport di resistenza di quanto non immaginassi. La mia passione per gli allenamenti cresceva sempre più, a volte andavo con mio padre e di sabato anche con mio nonno. Cominciai a leggere tutto ciò che riguardava la corsa. Seguii la carriera del mio idolo, Markus Ryffel, e non riuscii quasi a trattenere le lacrime di gioia quando l'atleta di Uster vinse la medaglia d'argento nei 5000 metri a Los Angeles nel 1984.

Ovviamente, in seguito, il mio sogno divenne quello di partecipare ai Giochi Olimpici; nel club di atletica leggera dovetti però riconoscere che andare a correre con il nonno era ben diverso dal praticare un allenamento tosto sul tartan. (Continua a leggere qui di seguito...)

Motivati nella nuova stagione della corsa

Tutto sul tema

Fare jogging è il mio balsamo per l'anima

Tuttavia, ero affascinato da come miglioravo di anno in anno grazie a un allenamento mirato e tutto questo insieme ad altri atleti, che oggi continuano a far parte della mia cerchia di amici.

Allora come oggi apprezzo molto la possibilità di correre con poco sforzo. Mi metto le scarpe e mi addentro in un mondo tutto mio nel bosco o lungo il fiume Limmat, in cui per una volta faccio una pausa dallo stress del lavoro, magari conversando con i colleghi o scoprendo da solo nel weekend una zona a me ancora sconosciuta. Ecco perché le scarpe da corsa non mancano mai nel mio bagaglio; fare jogging è la mia forma di yoga, il balsamo per la mia anima.

di Reto Wild,

pubblicato in data 01.03.2018, modificato in data 06.06.2019


Potrebbe interessarti anche:

Posta di natale Migros: non lasciamo nessuno da solo

Iscriviti ora
Desktop_2880x1260.jpg