Tempo di due ruote: ma quali?

Scegliere è sempre difficile, soprattutto quando si tratta dell’acquisto di una bicicletta: tutto dipende dall’uso che se ne vuole fare.

Una tranquilla pedalata nel quartiere, un tour per negozi in città, un’escursione con la famiglia al lago, impegnativi percorsi sportivi su strade di montagna. Tutto questo con o senza motore: «Se in passato la bicicletta era un semplice mezzo a due ruote, oggi è diventata un attrezzo sportivo, un mezzo per il trasporto e la circolazione dai molteplici utilizzi», afferma Marc Mirabelli, Category Field Manager presso SportXX.

In che modo intendiamo usarla?

Prima di acquistare una bicicletta è fondamentale chiedersi per quali attività sarà utilizzata. Dalla risposta dipende la scelta del mezzo più adatto. E, come dimostra l’elenco di seguito, ci sono davvero parecchi modelli da prendere in considerazione.

city-bike.jpg
city-bike.jpg

City bike

La sobria compagna per gli spostamenti di tutti i giorni. Marc Mirabelli: «Le city bike sostituiscono l’auto sui brevi tragitti. Sono perfette per fare shopping, andare al lavoro o muoversi in piano».

Caratteristiche

• Bici per l’utilizzo quotidiano

• Alternativa all’auto

• Postura comoda ed eretta

• Sella confortevole

• Praticità d’uso

• Prezzo: relativamente basso

hollandrad.jpg
hollandrad.jpg

Bicicletta olandese

Comodità e comfort. Mirabelli: «Le biciclette olandesi sono fatte per essere comode e favoriscono una postura eretta. Tuttavia, alla minima pendenza bisogna scendere e spingere».

Caratteristiche

• Dotazione base

• Postura comoda

• Elegante

• Prezzo: basso

trekkingrad.jpg
trekkingrad.jpg

Trekking bike

Possibilità illimitate. Mirabelli: «Le trekking bike sono veri e propri factotum, utilizzabili sia per percorsi sportivi su strade sterrate che per lo shopping in città».

Caratteristiche

• Versatilità d’uso

• Comode sospensioni

• Dotazione completa

• Telaio resistente

• Freni robusti

• Prezzo: medio-alto

mountainbike.jpg
mountainbike.jpg

Mountain bike

Perfetta per percorsi fuori strada. Mirabelli: «Le mountain bike invitano ad affrontare tracciati impervi».

Caratteristiche

• Adatta per tutti i terreni

• Ampia gamma di marce

• Freni robusti

• Sospensioni

• Prezzo: medio-alto

rennrad.jpg
rennrad.jpg

Bicicletta da corsa

Ritmo e velocità. Mirabelli: «Le biciclette da corsa sono progettate per essere veloci e macinare chilometri sulle lunghe distanze».

Caratteristiche

• Velocità

• Estrema leggerezza

• Attrezzo sportivo

• Prezzo: medio-alto

cruiser-bike.jpg
cruiser-bike.jpg

Cruiser

Eleganza e disinvoltura. Mirabelli: «Le cruiser bike si ispirano alle bici anni ‘50. Il telaio basso e le ampie ruote invitano a escursioni rilassanti».

Caratteristiche

• Elegante

• Postura comoda

• Prezzo: medio-basso

e-bike.jpg
e-bike.jpg

E-bike

La salita non è più un problema grazie all’assistenza del motore. Mirabelli: «È il modello che ha conosciuto il maggior successo. Per escursioni in compagnia, indipendentemente dalla forma fisica».

Caratteristiche

• Adatta per tutti i terreni

• Richiede poco sforzo

• Divertimento assicurato

• Prezzo: medio-alto

City bike

La sobria compagna per gli spostamenti di tutti i giorni. Marc Mirabelli: «Le city bike sostituiscono l’auto sui brevi tragitti. Sono perfette per fare shopping, andare al lavoro o muoversi in piano».

Caratteristiche

• Bici per l’utilizzo quotidiano

• Alternativa all’auto

• Postura comoda ed eretta

• Sella confortevole

• Praticità d’uso

• Prezzo: relativamente basso

Esistono poi sottocategorie per quasi ogni modello di bicicletta. Per esempio ci sono mountain bike con sospensioni di svariate dimensioni che le rendono ancora più adatte all’uso fuori strada.

Attenzione alle norme

Gli articoli 213 e seguenti dell’Ordinanza concernente le esigenze tecniche per i veicoli stradali (OETV) prescrivono le seguenti dotazioni per le biciclette (velocipedi) da strada:

  • Pneumatici integri
  • Due freni efficaci
  • Un fanale davanti (luce bianca), uno dietro (luce rossa) e catarifrangenti sui pedali (luce arancione)
  • In condizioni di semibuio, di notte e in galleria: una luce fissa davanti (bianca) e una dietro (rossa). Sono ammesse altre luci.
  • Dal 15 gennaio 2017 campanello e sella (!) non sono più obbligatori. La vignetta per bici è stata abrogata nel 2012.

Fonte: pro-velo.ch

di Flavian Cajacob


Potrebbe interessarti anche: