Qual è la scarpa giusta?

La scarpa da running perfetta non esiste, ma per ogni piede si può comunque trovare la soluzione giusta. Scopriamola insieme.

Tipologia di scarpe

Esistono sei diversi tipi di scarpe da running

Scarpe per stabilità: combinazione ottimale tra ammortizzazione, sostegno e direzione
Scarpe neutre: ammortizzazione impeccabile con stabilità dinamica
Scarpe da competizione: per allenamenti improntati a velocità e competizioni
Scarpe da walking: profilo ottimale, ammortizzazione mirata, azione di sostegno specifica per ogni fase della camminata
Scarpe da trail running: profilo antiscivolo, ammortizzazione leggera, elevata flessibilità per un appoggio sicuro
Scarpe da footing: prive di elementi di sostegno e di ammortizzazione per un uso quotidiano e per brevi sessioni di allenamento

La scarpa giusta dipende dalla forma del piede, dal peso corporeo, dallo stile della corsa che si pratica e dallo scopo specifico. Per l’acquisto bisogna considerare i seguenti criteri:

1. Forma del piede e stile di corsa

Un’apposita analisi consente di scoprire il proprio tipo di piede (normale, piatto, cavo, valgo o piatto-traverso). In abbinamento a un’analisi del tipo di camminata/corsa, è possibile stabilire in che modo si poggia il piede – fattore non meno importante. La differenza è infatti sostanziale nel caso in cui si poggi a terra prima il tallone o l’avampiede. Attraverso questa analisi si può anche appurare in che modo vengono eseguite la partenza e lo scatto in avanti.

È possibile determinare anche la tendenza in appoggio del piede, rispettivamente verso l’esterno (supinazione) o verso l’interno (iperpronazione). In base a questi risultati, è quindi possibile procedere alla scelta della scarpa da running più adeguata per assecondare la propria postura naturale.

2. Scopo specifico

Meglio indossare le nuove scarpe durante gli allenamenti o in gara? Corri prevalentemente sull’asfalto o su strade sterrate? A seconda del rispettivo uso, dovrai propendere per una o per l’altra calzatura. Chi, ad esempio, predilige gli sterrati avrà necessità di una scarpa più robusta rispetto ai podisti urbani. E chi copre tragitti molto lunghi dovrà scegliere un modello diverso rispetto ai velocisti.

3. Più paia di scarpe per chi corre con assiduità

Se corri regolarmente, meglio propendere almeno per due paia – in questo modo ne avrai sempre uno pronto all’uso. Inoltre, alternando tipi di scarpe diverse, cambia anche il tipo di sollecitazione dell’apparato locomotore.

4. Peso corporeo

Quanto più si è pesanti, tanto più intensamente saranno sollecitati il sistema di ammortizzazione e di sostegno di una scarpa.

5. Portare le vecchie scarpe

Porta le tue vecchie scarpe da running con te, se possibile, prima di procedere all’acquisto del nuovo paio: l’usura della suola consentirà al personale addetto alla vendita di trarre importanti informazioni sul tuo stile di corsa.

6. Utilizzare le calze per la prova

Porta con te le tue calze da running al momento dell’acquisto. Così potrai appurare con maggiore sicurezza se le nuove scarpe risulteranno comode mentre ti alleni.

7. Meglio forse un numero in più?

Acquista sempre scarpe della misura giusta. La regola d’oro? Tra il dito più lungo e la punta della scarpa deve sempre rimanere uno spazio pari alla larghezza di un pollice, anche in piedi. Meglio sempre acquistare le nuove scarpe verso il tardo pomeriggio o in serata: i nostri piedi aumentano di volume nel corso della giornata. La scarpa da running deve risultare adeguata alla larghezza del piede nella zona anteriore. Se troppo larga, risulterà «ballerina», se troppo stretta, causerà dei punti di pressione.

produkte-sport-xx.jpg
Corsa & fitness

Scarpe e abbigliamento

a prezzi imbattibili da SportXX

Scarpe, abbigliamento e accessori: SportXX ha tutto l’occorrente per i corridori. E per di più a prezzi imbattibili.

8. Modelli speciali femminili

Per quasi ogni scarpa da running esistono speciali modelli da donna che si adattano meglio all’anatomia del piede femminile. Le donne dovrebbero dunque sempre optare per questi ultimi.

9. No agli acquisiti precipitosi

Prenditi il tuo tempo: meglio provare 10 modelli diversi prima di scegliere quello che fa per te.

10. Lasciarsi consigliare

È preferibile acquistare le scarpe da running in un negozio dove è presente personale specializzato che può fornire una consulenza. Ciò potrà contribuire a farti scegliere il modello giusto.

11. Seguire il proprio istinto

L’ultima parola sulla scelta del modello, tuttavia, spetta solo a te. Solo tu, infatti, puoi stabilire se la tenuta nell’area del tallone e del collo del piede è adeguata e se ti resta sufficiente libertà di movimento per le dita.

12. Aria di novità

Ecco una cosa che molti podisti amatoriali dimenticano spesso e volentieri: anche le scarpe da running non durano in eterno. Di norma riescono a coprire tra i 600 e i 1000 km, dopodiché nella maggior parte dei casi i sistemi di ammortizzazione e di sostegno non sono più ottimali. È bene inoltre sapere che le scarpe da running devono essere in grado di sostenere un peso fino a cinque volte superiore rispetto al tuo.

di Rüdi Steiner


Potrebbe interessarti anche: