Chiudi

Vuoi vivere più sano?

Ecco cosa mettere nello zaino

La corretta ripartizione del peso è tutto: ti sveliamo i trucchi per preparare lo zaino al meglio, in modo che l’escursione sia davvero piacevole e non si trasformi in un calvario.

Istintivamente, viene spontaneo pensare che le cose più pesanti vadano sistemate sempre in fondo allo zaino. Ma i professionisti sanno che non è così: tutt’altro! I carichi più pesanti vanno posti all’altezza delle spalle e quanto più possibile vicini al corpo, vale a dire, proprio al centro dello zaino.

Trasportare solo un quinto del peso corporeo

Che carico posso trasportare su una lunga distanza? Questa è la domanda che si pongono tutti quelli che si accingono a fare lo zaino. Ecco la regola generale da seguire: gli «escursionisti medi» non devono trasportare pesi superiori a un quinto del proprio peso corporeo; quelli più allenati, al contrario, possono arrivare a trasportare fino a un quarto del proprio peso per tratti prolungati. I celebri sherpa dell’Himalaya, che trasportano carichi equivalenti al loro intero peso corporeo, non vanno presi ad esempio in questo caso.

Muoversi con agilità e sicurezza

Gli zaini moderni sono zeppi di inserti, tasche interne e divisorie, che consentono una ripartizione del peso ottimale. È dunque sufficiente seguire qualche regola di base per muoversi non solo all’insegna dell’agilità, ma anche in totale sicurezza attraverso i passaggi montani più impegnativi. Uno zaino con pesi ripartiti in modo errato, infatti, può ben presto sbilanciare il relativo portatore. (Continua a leggere qui di seguito...)

Contenuti collegati

Questo prodotto non è attualmente disponibile

Questo prodotto non è attualmente disponibile

Sei consigli utili per fare lo zaino

Lo zaino deve essere adattato in modo ottimale alla rispettiva statura. In quest’ottica, è sempre bene affidarsi a una consulenza tecnica presso un esercizio specializzato. I professionisti degli sport di montagna di SportXX, ad esempio, non solo sapranno determinare la «soma» adeguata per ogni esigenza e proposito, ma vi forniranno anche consigli utili su come preparare lo zaino al meglio. Ecco le sei regole fondamentali:

  1. Scomparto inferiore: indicato per alloggiare gli oggetti più leggeri, come il sacco a pelo e il beauty case, riempiendo gli spazi vuoti interposti con delle t-shirt.
  2. Scomparto principale: spazio destinato a scarpe, bevande e cibarie - alle cose più pesanti, quindi.
  3. Tasche diagonali: sono le tasche atte a ospitare le borracce o la paleria della tenda.
  4. Scomparto superiore: indicato per piccoli oggetti come il mini kit di pronto soccorso, le chiavi, la macchina fotografica e il cellulare.
  5. Cinghie di compressione: consentono di compattare il contenuto, minimizzando il volume.
  6. Fissaggi: per trasportare indumenti bagnati o un modulo in tutta semplicità al di fuori dello zaino, ma attenzione: si può rischiare di rimanere impigliati!

Ma la cosa più importante quando si prepara lo zaino è una breve analisi preliminare: chi infatti parte già scartando tutti gli oggetti non tassativamente indispensabili potrà risparmiare grammi o addirittura chilogrammi preziosi per far sì che l’escursione a piedi sia davvero piacevole e non si trasformi in un calvario

di Flavian Cajacob,

pubblicato il 07.05.2018


Potrebbe interessarti anche: