Pietre calde o schiuma?

Per trovare il massaggio giusto bisogna conoscere le diverse tecniche di impastamento e per stimolare piacere. Una guida.

schwedische-sportmassage.jpg
schwedische-sportmassage.jpg

Massaggio svedese/massaggio sportivo

Sono i massaggi medicali più prescritti. Con le quattro tecniche di sfioramento, impastamento, frizione e percussione/picchiettatura, il fisioterapista tratta i disturbi dell’apparato motorio e i dolori alla schiena e alla testa. Il massaggio sportivo per decontrarre e curare i muscoli è più intenso, perché un fisico allenato può essere manipolato in modo più vigoroso.

Consigliato a: chi pratica un’attività sportiva intensa, con notevole sollecitazione dell’apparato muscolare.

Sconsigliato in caso di: disturbi vascolari, infiammazioni acute e malattie infettive, febbre, problemi cardiocircolatori, diatesi emorragica e flebiti.

lomi-lomi-massage.jpg
lomi-lomi-massage.jpg

Lomi Lomi

Il massaggio dolce hawaiano poggia sulla convinzione degli antichi polinesiani secondo cui tutte le persone mirano a un equilibrio interiore. Poiché la quotidianità è spesso d’intralcio a questa ricerca, il corpo reagisce con tensioni. Attraverso i movimenti fluidi che imitano le onde dell’oceano, il massaggio dovrebbe recuperare lo stato di armonia.

Consigliato a: tutti, perché alle nostre latitudini ognuno è più o meno teso.

fussreflexzonenmassage.jpg
fussreflexzonenmassage.jpg

Riflessologia plantare

Questo massaggio parziale si basa sulla teoria secondo cui le piante dei piedi sarebbero una sorta di cartina del corpo con le cosiddette zone riflesse, in relazione energetica con determinate parti del corpo e organi (malati). Attraverso una pressione puntuale si dovrebbe generare una maggiore vascolarizzazione di queste regioni.

Consigliato a: persone con dolori reumatici, problemi di circolazione, disturbi digestivi, dolori mestruali.

Sconsigliato in caso di: flebiti e infezioni acute, malattie dei piedi e durante la gravidanza.

hotstone-massage.jpg
hotstone-massage.jpg

Massaggio hot stone

Pietre laviche calde appoggiate sul corpo stimolano la circolazione sanguigna e l’eliminazione delle scorie. Praticato dagli indigeni dell’area asiatica, pacifica e americana, in Occidente questo massaggio è spesso abbinato all’aromaterapia: il profumo degli oli eterici dovrebbe porre il corpo in uno stato di piacevole rilassamento. Spesso, oltre alle pietre calde, vengono utilizzate sfere di marmo fredde che, grazie alla differenza di temperatura, stimolano il sistema neurovegetativo.

Consigliato a: tutti. Questo è il tipico massaggio wellness per chi desidera godersi un paio d’ore in totale relax.

 

thai-massage.jpg
thai-massage.jpg

Massaggio thai (TTM)

Questo classico massaggio asiatico si svolge su un materassino a terra, sul quale il paziente rimane vestito. Esso si basa sulla rappresentazione di dieci linee di energia, che si diramano attraverso il corpo come una sorta di rete energetica. Il massaggiatore stimola questa rete attraverso pressioni vigorose e ritmiche con mani, pollici, ginocchia, gomiti e piedi.

Consigliato a: persone che soffrono di mal di testa, disturbi del sonno, dolori alle ginocchia e alla schiena.

Sconsigliato in caso di: costituzione gracile. Siccome il massaggiatore lavora con tutto il corpo, il massaggio thailandese è indicato solamente per le persone robuste.

seifenschaum-massage.jpg
seifenschaum-massage.jpg

Massaggio con schiuma di sapone

Un rituale dell’hammam, la cultura del bagno turco d’impronta ottomana. Durante questo trattamento integrale, il corpo, avvolto da una schiuma finissima, viene deterso in profondità con un guanto di seta o di pelo di capra e in seguito fatto rilassare con diverse manipolazioni e per frizione. Si conclude con getti di acqua fredda e calda.

Consigliato a: chi desidera abbinare la cura del corpo al rilassamento. Dopo il trattamento, la pelle è morbida, liscia e vellutata.

 

lymphdrainage-massage.jpg
lymphdrainage-massage.jpg

Linfodrenaggio manuale

Se il sistema linfatico è ostacolato nelle sue funzioni, l’acqua presente nel corpo non rifluisce più indisturbata dai tessuti nei vasi sanguigni. Il massaggio dell’ipoderma stimola i vasi linfatici e accelera l’espulsione del liquido tessutale accumulato attraverso il sistema linfatico e venoso.

Consigliato a: chi soffre di nevralgie o di gonfiori. Svolge anche un effetto rilassante.

Sconsigliato in caso di: infezioni acute, disturbi cardiaci o linfostasi.

Massaggio svedese/massaggio sportivo

Sono i massaggi medicali più prescritti. Con le quattro tecniche di sfioramento, impastamento, frizione e percussione/picchiettatura, il fisioterapista tratta i disturbi dell’apparato motorio e i dolori alla schiena e alla testa. Il massaggio sportivo per decontrarre e curare i muscoli è più intenso, perché un fisico allenato può essere manipolato in modo più vigoroso.

Consigliato a: chi pratica un’attività sportiva intensa, con notevole sollecitazione dell’apparato muscolare.

Sconsigliato in caso di: disturbi vascolari, infiammazioni acute e malattie infettive, febbre, problemi cardiocircolatori, diatesi emorragica e flebiti.

Pubblicato il 16.08.2017


Potrebbe interessarti anche: