Relax... a squarciagola!

Cantare fa bene e contribuisce al buonumore. Eppure è un’abitudine molto rara negli adulti. Ecco perché è giunto il momento di cantare di più.

Capita di farlo soprattutto sotto la doccia o mentre si passa l’aspirapolvere... Oppure si canticchia sulle note di un brano alla radio quando si guida. Gli adulti sfoderano il loro lato canoro perlopiù in privato e ogni volta che si è certi che nessuno sia in ascolto. Oppure quando altre fonti di rumore sovrastano il canto stesso. Il motivo? Molti lo ritengono imbarazzante.

Prendere esempio dai bambini

Di certo non si deve puntare alla perfezione: in questo gli adulti possono prendere esempio dai bambini, che spesso canterellano con grande entusiasmo davanti a tutti. Non si preoccupano di sbagliare tonalità, e dimostrano in modo eclatante che cantare è un’attività divertente e insita nella natura umana.

E la buona notizia è che non è mai troppo tardi per iniziare, sottolineano i musicologi e gli insegnati di canto. Anche se non sfruttata per anni, la voce può sempre essere riscoperta e valorizzata.

Prendere lezioni è un buon punto di partenza

Affidarsi a un maestro semplifica senz’altro le cose. Molte scuole di musica offrono, infatti, lezioni per adulti; ad esempio, anche la Scuola Club Migros propone corsi di canto. E, naturalmente, non nell’ottica di diventare un nuovo Caruso o una nuova Adele, ma, semmai, per scoprire qual è il timbro della propria voce.

Chi sa il fatto suo parte avvantaggiato. In più, gli allievi di canto apprendono la tecnica giusta, che parte dalla corretta postura del corpo e da una posizione statica ed equilibrata, ma anche dall’aprire bene la bocca. In questo modo, il suono acquista un volume notevolmente maggiore.

Momenti di grande felicità

Cantare – la miglior medicina dopo una giornata di lavoro stressante.

Cantare da soli o in compagnia non ha importanza; di certo, chi forma un complesso sperimenta forti emozioni positive. Secondo le testimonianze di coloro che l’hanno provato, si tratta di una sensazione di «incomparabile feeling collettivo», di momenti di grande felicità a cui non si vuole più rinunciare.

E non solo quando ci si esibisce davanti a un pubblico, ma anche durante le prove, da cui si ritorna più rilassati e sereni. «La miglior medicina dopo una giornata di lavoro stressante», la definisce una cantante del coro del Duomo di San Gallo.

Una manna per il sistema immunitario

In effetti, si ritiene che il canto collettivo, in particolare, giovi alla salute. Non è un caso, dunque, che nelle residenze per anziani, negli ospedali e nelle cliniche di riabilitazione tale attività sia praticata a fini terapeutici. Il canto non esercita solo un’azione antidepressiva, ma rafforza anche il sistema immunitario, come ha dimostrato uno studio dell’Università di Oldenburg.

I membri di un coro arrivano addirittura a sincronizzare le rispettive frequenze cardiache, secondo quanto è emerso da una ricerca dell’Università di Göteborg. I movimenti di inspirazione ed espirazione controllati avrebbero un effetto simile allo yoga.

Superare l’ansia delle audizioni

Requisiti per farcela: Curiosità, trasparenza, collegialità e voglia di mettersi in gioco con la propria voce.

Chi desidera cantare insieme ad altri può contare su tutta una serie di opportunità. Spesso per entrare in un coro viene richiesta un’audizione senza impegno O anche per proporsi come cantante ospite nell’ambito di singoli progetti. Quali sono i requisiti per farcela? «Curiosità, trasparenza, collegialità e voglia di mettersi in gioco con la propria voce», sostiene il direttore del coro di Zugo Johannes Meister.

Solo cori di alto livello richiedono conoscenze musicali pregresse e una voce già ben addestrata. In tutti gli altri casi, anche i principianti potranno gradualmente «farsi le ossa» sul campo. E di certo una dimensione collettiva aiuterà anche i più restii a mettersi in gioco!

Indirizzi di riferimento

  • Unione Svizzera dei Cori. L’organizzazione mantello cantonale e regionale delle associazioni e unioni canore laiche della Svizzera. Con informazioni ed eventi sempre aggiornati.
  • Chorverzeichnis der Schweiz (Cori svizzeri) con oltre 520 iscritti. Comprende tutti gli stili musicali, dal gospel al jazz, dal folk alla world music.
  • L’associazione di tutti i cori dediti alla musica e alla cultura classica. Con oltre 680 iscritti. Gli interessati possono inoltre consultare una panoramica di tutte le settimane o fine settimana dedicati al canto.
  • L’Associazione svizzera delle scuole di musica ASSM è l’organizzazione mantello delle scuole di musica locali e regionali svizzere. Con una funzione di ricerca che consente di trovare la scuola di musica più vicina.
  • La Scuola Club Migros offre vari corsi di canto di diversi generi, tra cui jodel, corale o pop/rock/jazz. È inoltre possibile frequentare corsi di tecnica vocale.

Pubblicato il 16.03.2017,

di Vera Sohmer


Potrebbe interessarti anche: