Internet Explorer non è più supportato

Per utilizzare al meglio il sito web ti preghiamo di usare un browser web attuale.

ASMR: il formicolio che rilassa

Si suppone che queste attività aiutino a rilassarsi e ad addormentarsi: così almeno sembra dai video di persone che pettinano una parrucca o che tamburellano sui vasetti di crema con la punta delle dita. Il fenomeno è noto come ASMR.

Ci sono innumerevoli modi per tranquillizzarsi: bere un latte al miele prima di andare a letto, mettere via il cellulare, ascoltare il suono del mare o aspirare ed espirare profondamente. Qualche tempo fa, si è aggiunto un altro metodo di rilassamento che, almeno in prima battuta, appare piuttosto bizzarro: video su Internet in cui alcune persone pettinano i capelli di una parrucca per mezzora, piegano asciugamani di spugna o modellano origami a forma di uccelli con grande concentrazione. Ciò che questi filmati hanno in comune è la capacità di stimolare una sensazione di formicolio rilassante nel corpo di molte persone. La tendenza è nota come ASMR (vedi anche box).

L'ASMR è ancora poco studiato

La scienza ha finora prestato scarsa attenzione al fenomeno, malgrado la nutrita comunità di fan in rete. Ad oggi, gli studi dedicati sono pochissimi. Uno dei motivi risiede probabilmente nella denominazione stessa: il tentativo dei suoi sostenitori di apporre un sigillo di scientificità sulla sensazione con il nome ingombrante di Autonomous Sensory Meridian Response (ASMR) ha causato più scetticismo che interesse tra le fila degli studiosi. «Ma nondimeno la sensazione resta reale», commenta la psicologa Giulia Poerio in difesa del fenomeno. Nel 2018, lo scienziato inglese è stato il primo a indagare all'Università di Sheffield se l'effetto calmante e positivo per l'umore percepito soggettivamente sulla scorta dei video ASMR possa essere dimostrato anche fisiologicamente.

(Continuazione in basso...)

Contenuti collegati

vai al Dossier

Formicolio ad effetto potenzialmente rilassante

L'ASMR in breve:
  • ASMR sta per Autonomous Sensory Meridian Response. Questa denominazione altisonante non significa altro che la reazione automatica, cioè non controllata coscientemente, dei sensi umani a uno stimolo esterno.
  • La sensazione è solitamente descritta come un formicolio nella parte posteriore della testa che si diffonde sulle spalle e sulle braccia, e a volte anche in tutto il corpo.
  • Non tutte le persone sono suscettibili all'ASMR. La sensazione si presenta più spesso, per esempio, della di sinestesia - l'esperienza di numeri che hanno certi colori o parole con un determinato sapore - ma meno di frequente, per esempio, della pelle d'oca che viene a molte persone quando ascoltano musica commovente.
  • Anche se l'ASMR si verifica in momenti molto diversi, ci sono alcuni trigger tipici: sussurrando o parlando con voce dolce, ma anche attraverso movimenti lenti e concentrati. Un ruolo importante sembra essere legato al fatto che una controparte ti dedica la sua totale attenzione - e probabilmente anche per via di una certa fiducia nella sua competenza, poiché di solito si sperimenta il caratteristico formicolio nelle situazioni in cui viene spiegato qualcosa o si viene sottoposti a un trattamento.

E infatti, guardando i relativi video, la frequenza cardiaca dei partecipanti al test che si sono dichiarati suscettibili all'ASMR era diminuita. Il formicolio sembra esercitare un effetto rilassante proprio come la musica soft. Allo stesso tempo, Poerio e il suo team di ricerca hanno osservato un aumento della conduttività elettrica della pelle, con maggiore afflusso di sangue a livello superficiale nei soggetti interessati e leggera sudorazione. Spia di eccitazione emotiva.

Queste reazioni emotive, che a prima vista sembrano contraddittorie, sono tutt'altro che rare, spiega Poerio, che attualmente insegna e fa ricerca all'Università di Essex. Basti pensare alle situazioni in cui la gente piange dalla gioia o alle espressioni d'amore effettivamente paradossali come per esempio «Ti amo da morire». L'esplorazione delle emozioni complesse rappresenta anche uno dei maggiori interessi a livello di ricerca della psicologa.

Nessuna autoterapia per disturbi gravi

L'ASMR può quindi contribuire al benessere personale. «Tuttavia, sarebbe pericoloso asserire che esso è in grado di offrire un vero e proprio beneficio terapeutico», sostiene lo psicologo percettivo Claus-Christian Carbon dell'Università di Bamberga. Carbon è probabilmente uno dei pochi, se non l'unico, scienziato nell'area germanofona che si occupa del fenomeno. E mette in guardia contro l'autoterapia con l'ASMR per disturbi gravi come la depressione, i disturbi d'ansia o il dolore cronico. Proprio perché esiste un tale rischio, è importante che la ricerca seria affronti la questione direttamente - e che il campo non sia lasciato a teorie pseudo-scientifiche.

di Ümit Yoker,

pubblicato in data 07.10.2021


Potrebbe interessarti anche:

La Migros si impegna contro il tumore al seno

Saperne di più
pink-ribbon.jpg0