Internet Explorer non è più supportato

Per utilizzare al meglio il sito web ti preghiamo di usare un browser web attuale.

Chiudi

Vuoi vivere più sano?

Vuoi vivere più sano?

Ecco come si svolge il check del sonno e dello stress

Un buon riposo notturno aiuta ad affrontare meglio lo stress. Michael Frey (41), padre di due figlie e fotografo investigativo della polizia cantonale di Zurigo, ha fatto rilevare la qualità del suo sonno e lo stress attraverso una misurazione HRV di Medbase. Il resoconto della sua esperienza.

Per la misurazione HRV ha dovuto applicare personalmente gli elettrodi. Qual è stata la sua sensazione?

All'inizio è stata strana, dopotutto non è una cosa che faccio tutti i giorni.

È facile o complicato?

L'applicazione degli elettrodi in sé per sé è semplice. È disponibile un video che illustra bene come si procede. Sulla parte superiore del corpo, nei punti indicati, si fanno aderire due elettrodi dotati di cerotti adesivi. Non si può sbagliare. Se la procedura viene fatta correttamente, il dispositivo lampeggia leggermente. Chi ha peli sul petto, dovrebbe raderseli prima, per non sentire dolore quando si rimuovono gli elettrodi. 

La misurazione HRV dura 72 ore. Cosa le è passato per la testa in quei momenti?

Il primo giorno ero preoccupato, pensavo all'effetto che hanno su di me le cose che faccio. Per esempio, durante un meeting o quando ho fatto una corsa per prendere il treno. Anche quando facevo sport, all'inizio stavo attento a non far cadere nulla o a non fare qualche danno. Comunque mi sono dimenticato piuttosto rapidamente che indossavo il dispositivo. Ci si abitua velocemente e ho notato che durante lo sport rimane ben attaccato e posso fare tutto come al solito.

(Continua a leggere qui di seguito...)

Provare per credere

Per riuscire a rilassarsi di più, Michael ha frequentato un corso di yoga alla Scuola Club Migros. «Proprio il primo allenamento è stato più intenso di quello che pensavo. Poi però mi sono rilassato e ho dormito profondamente», racconta (ulteriori consigli per dormire meglio).

Ora Michael fa pratica con costanza anche a casa. Inoltre, da quando ha seguito un corso alla Scuola Club Migros, medita regolarmente. «Ora, anche nei momenti di stress, mi concedo brevi pause in cui spengo il telefono e medito semplicemente per cinque o dieci minuti», commenta. Per Michael è valsa la pena ricorrere a un aiuto professionale e provare cose nuove.

Quando le davano fastidio gli elettrodi e il dispositivo?

Solamente quando dormivo steso sul lato sinistro. Ma dopo mi rigiravo ed era tutto a posto. Non indosserei una maglietta aderente in estate perché gli elettrodi si vedrebbero. A volte prude anche un po', ma mi è sembrato più in estate che in inverno quando ho ripetuto la misurazione.

Ha mai pensato «adesso che sono sotto stress, i valori si saranno sicuramente alzati»?

Certamente. E ho sempre cercato di documentare questi episodi nel dettaglio, specialmente quando pensavo di essere molto rilassato o stressato. In questo modo potevo anche vedere se la mia sensazione era corretta. Ho anche cercato di provare più cose possibili – sia in positivo che in negativo – per misurare una gamma più ampia possibile di attività.

Ci può fare degli esempi concreti?

Ho annotato molto bene le cose che facevo. Se giocavo con i bambini, per esempio a UNO, scrivevo di quale gioco si trattava. Quando indossavo il dispositivo ho cercato di diversificare il più possibile le cose che facevo. Come leggere, fare un sonnellino o dello sport, incontrare amici, guardare la TV, giocare al computer, cucinare, pulire, fare la contabilità, bere un drink alcolico o meditare. Più è preciso il diario, più sarà facile trarre le valutazioni.

Viel Stress (rot), wenig Erholung (grün): Oben die erste HRV-Messung. Bei der zweiten Messung hat bei Michael der grüne Bereich, also die Entspannung, zugenommen.
Viel Stress (rot), wenig Erholung (grün): Oben die erste HRV-Messung. Bei der zweiten Messung hat bei Michael der grüne Bereich, also die Entspannung, zugenommen.

Molto stress (rosso), poco relax (verde): sopra è il risultato della prima misurazione HRV di Medbase. Nella seconda misurazione (sotto), l'area verde, ovvero il rilassamento, è aumentata. 

Come hanno coinciso le sue sensazioni con i risultati delle misurazioni?

Fondamentalmente abbastanza bene. Ci sono state alcune sorprese, ma sono state in realtà le più preziose, perché ho potuto trarre un insegnamento e adattare la mia vita quotidiana. Anche il fatto di dormire molto male era in linea con le mie sensazioni. Tuttavia, durante la misurazione di confronto in inverno ho potuto vedere chiaramente che avevo integrato più attività positive, perché nel frattempo avevo già imparato dal primo test.

Cosa intende con attività positive?

Un piccolo sonnellino ha avuto un effetto molto positivo sulla mia valutazione, non l'avrei mai pensato. Guardare la televisione prima di dormire, invece, non era così rilassante come pensavo. Da questi risultati della prima misurazione, che probabilmente sono abbastanza individuali, ho potuto imparare e ho cercato, di conseguenza, di fare più cose positive e meno cose negative. Le attività positive sono per me, oltre al sonnellino, camminare, fare sport, cucinare, meditare o semplicemente oziare per mezz'ora. In questo modo ho sempre un po' di relax durante la giornata. Alla fine, nella valutazione, questo ha avuto anche un chiaro effetto sulla qualità del mio sonno.

Michael (41) ist gebürtiger Basler. Er lebt mit seiner Frau Miho (45) und seinen Töchtern Mika (8) und Suki (11) in Solothurn und arbeitet als Bildfahnder bei der Kantonspolizei Zürich.
Michael (41) ist gebürtiger Basler. Er lebt mit seiner Frau Miho (45) und seinen Töchtern Mika (8) und Suki (11) in Solothurn und arbeitet als Bildfahnder bei der Kantonspolizei Zürich.

Michael (41) è nato a Basilea. Vive con la moglie Miho (45) e le figlie Mika (8) e Suki (11) a Soletta e lavora come fotografo investigativo per la polizia cantonale di Zurigo.

Com'è stato quando ha restituito il dispositivo e ha aspettato i risultati?

Ero molto curioso di vederli. Ovviamente ho pensato che non sarebbe stato il massimo se non avessero evidenziato lo stress. In condizioni normali la trovo una cosa fantastica, ma nel mio caso sarebbe spiacevole se parlassi di stress senza averlo.

Com'è stato il momento in cui ha ricevuto i risultati?

La prima volta mi ha confermato molte cose e mi ha fatto anche pensare. La seconda volta ero molto felice dei miglioramenti che avevo fatto. Soprattutto per quanto riguarda la qualità del sonno su cui non avevo potuto influire attivamente.

Qual è la sua conclusione?

Non posso far altro che consigliare questo tipo di misurazione a tutti coloro che hanno la possibilità di farla.

Per saperne di più

di Ringier Brand Studio / Cilgia Grass,

pubblicato in data 03.02.2021

Continua a leggere


Potrebbe interessarti anche:

Più di 1500 prodotti Bio da Migros Online

Scopri adesso
icon-512x512.png