Chiudi

Vuoi vivere più sano?

Yoga contro l’ipertensione: 5 esercizi

Molte persone soffrono di ipertensione. Lo yoga può aiutare? Non devi aspettarti miracoli, ma la pratica di questa forma dolce di movimento promuove una naturale regolazione della pressione sanguigna.

A che pressione il corpo pompa sangue ai polmoni? Conosci il tuo valore? Se supera 140 su 90 è troppo alto. Si tratta di una condizione che riguarda molte persone. Chi è in sovrappeso, beve molto alcol, fuma, è costantemente sotto stress e non fa sport è particolarmente a rischio di ipertensione, nonché di altre malattie del circuito cardiovascolare. Cosa c’entra in questo caso lo yoga?

Qui scopri di più sulla pressione sanguinea.

Yoga dolce contro l’ipertensione

Un allenamento cardiocircolatorio dolce, per esempio attraverso lo yoga, regola in maniera duratura la pressione sanguigna, visto che dopo l’attività fisica abbiamo un battito a riposo più lento. Per un buon funzionamento del cuore e del circuito cardiocircolatorio il movimento è pertanto indispensabile. Gli esercizi di respirazione attivano la circolazione e arricchiscono il sangue con ossigeno aggiuntivo. Inoltre, la positiva sensazione fisica durante gli esercizi yoga (stato alfa) riequilibra il sistema neurovegetativo. Il rilassamento – contrariamente allo stress – riduce la pressione sanguigna.

Attenzione alle posizioni invertite

Le asana invertite sono esercizi in cui la testa è posta al di sotto del cuore, come nel caso della posizione sulla testa e della posizione della candela, ma anche di quella del cane, del pesce o della pinza. Chi soffre di ipertensione estrema dovrebbe assolutamente consultare un medico prima di praticarle. Sussiste infatti un certo rischio che tali posizioni invertite facciano aumentare ulteriormente la pressione.

(Continua a leggere qui di seguito...)

Frau im Grünen im Lotussitz Übung Klubschule (mit Logo)

Corsi di yoga

Rafforza il tuo corpo e impara a rilassarti in uno dei numerosi corsi di yoga della Scuola Club Migros.

5 esercizi yoga per regolare naturalmente la pressione sanguigna

  1. Riscaldamento: alcuni saluti al sole aiutano a preparare il corpo e a distribuire l’ossigeno in tutto il corpo. Il battito a riposo dopo il saluto al solo è più rallentato, la sensazione generale migliore.
  2. Posizione della pinza in piedi: mettiti in piedi con le gambe chiuse e le braccia distese lateralmente lungo il corpo. Inspira, alza le braccia, espira, piegati in avanti con la schiena diritta fino a toccare il pavimento con le mani (se necessario piega leggermente le ginocchia) e rimani in posizione per 5-10 profonde respirazioni. Effetto: questo esercizio agevola l’afflusso di sangue al cervello e ha un’azione vitalizzante. La colonna vertebrale mantiene la sua elasticità.
  3. Posizione della pinza seduta: si parte seduti, con le gambe distese e la schiena diritta. Metti le mani sulla parte superiore delle cosce e falle scorrere in avanti fino alle tibie con l’espirazione, abbassando pancia e petto verso le gambe e mantenendo la schiena quanto più diritta possibile. Mantieni la posizione per 10-20 respirazioni. Effetto: la respirazione migliora, il cuore può riposarsi, poiché viene agevolata in particolare la circolazione di testa e tronco. Polpacci, popliti e cosce si estendono.
  4. Ponte: si parte distesi sulla schiena. Porta i piedi fin dietro ai glutei alla larghezza dei fianchi. Con una inspirazione, alza il bacino, avvicina le scapole e riunisci le mani sotto al sedere. I talloni premono a terra. Mantieni la posizione per 5-10 respirazioni. Effetto: rafforza l’articolazione dei polsi, le gambe e i glutei. Essendo una posizione invertita, promuove l’afflusso di sangue venoso al cuore e regola la tiroide.
  5. Posizione del cadavere: posizione sulla schiena, con le gambe aperte alla larghezza dei fianchi, le mani staccate dal corpo e i palmi rivolti verso l’alto. Chiudi gli occhi, inspirando ed espirando a fondo con il naso. Mantieni la posizione finché è piacevole. Poi rilassa tutto. Effetto: questo rilassamento profondo elimina gli ormoni dello stress e favorisce la produzione di quelli della felicità. Favorisce il rilassamento delle pareti delle arterie e in fatto di circolazione. In questo modo si prevengono ipertensione e disturbi della digestione.

di Cynthia Grasso-Bürki,

pubblicato il 22.10.2018


Potrebbe interessarti anche: