Chiudi

Vuoi vivere più sano?

Una colazione molto proteica rende più tolleranti

Un’alimentazione povera di carboidrati e ricca di proteine ci rende più tolleranti nelle decisioni di ogni giorno, come dimostra uno studio recente.

Oltre a essere una scelta di tendenza, la dieta low carb sembra avere anche altre virtù. Rinunciare a un grande apporto di carboidrati potrebbe avere un’influenza positiva anche sul nostro comportamento sociale, almeno stando ai risultati di una recente ricerca condotta dall’Università di Lubecca. Ridurre le quantità di cibi come pane, pasta e patate, abbondando invece con pesce, carne, latticini e frutta secca, ci renderebbe più miti e tolleranti nelle decisioni e nelle discussioni.

Un gioco per rilevare la soglia di tolleranza

Per stabilirlo, il team di ricercatori tedeschi coordinato dalla psicologa sociale Soyoung Park ha suddiviso i 90 partecipanti in due gruppi. In uno la colazione era ricca di proteine e povera di carboidrati, mentre l’altro seguiva una dieta opposta. 2 persone del gruppo partecipavano poi al gioco dell’ultimatum, usato dai ricercatori per valutare gli atteggiamenti di altruismo ed egoismo. All’inizio di questo gioco, i due partecipanti ricevono una somma di denaro che possono tenere però solo se riescono a dividerla equamente. A questo scopo, la persona A offre alla persona B una parte a sua scelta del denaro ricevuto. I due partecipanti possono tenere il denaro solo se la persona B accetta l’offerta, altrimenti perdono entrambi.

Gli studi condotti finora hanno dimostrato che in media la persona A offre alla sua controparte tra il 40 e il 50 percento della somma di denaro ricevuta. Con un valore pari al 30 percento o meno la situazione diventa critica e la maggior parte dei partecipanti non accetta l’offerta. Infatti in questa situazione molti preferiscono rinunciare al denaro e dare una lezione alla persona A. (continua a leggere qui di seguito...)

Contenuti collegati

Molte proteine producono più dopamina, che ci rende tolleranti

Per la prima volta però i ricercatori di Lubecca hanno potuto dimostrare l’influenza dell’alimentazione sul gioco: chi aveva consumato una colazione low carb e ricca di proteine reagiva in modo più tollerante al gioco e accettava anche le offerte più basse. Chi invece aveva assunto molti carboidrati reagiva in modo più aggressivo alle offerte impari, vendicandosi della propria controparte con un rifiuto.

Il motivo è stato identificato dai ricercatori grazie alle analisi del sangue: chi aveva consumato più proteine al posto dei carboidrati presentava maggiori livelli di tirosina. Questo amminoacido è un precursore della dopamina, un neurotrasmettitore del nostro cervello che svolge un ruolo importante quando prendiamo delle decisioni.

Low carb è meglio di no carb

Seguire una dieta a base di sole proteine non è però una scelta sensata, sottolinea Soyoung Park. Anche i carboidrati sono necessari per la formazione di sostanze importanti nel cervello. Tra queste rientra anche la serotonina, il neurotrasmettitore che viene chiamato anche ormone della felicità ed è responsabile del buonumore.

Prodotti adatti

di Andreas Grote,

pubblicato il 28.12.2017


Potrebbe interessarti anche: