Chiudi

Vuoi vivere più sano?

Indietro

1000 domande e 1000 risposte

Hai domande sull’alimentazione, sul movimento, sul rilassamento e sulla medicina? Noi ti forniamo le risposte. Qui puoi fare nuove domande e leggere le risposte ad altre domande già poste.

Non è stata trovata alcuna risposta adeguata? Chiedi ai nostri esperti!

  • Tutti (191)
  • Bewegung (65)
  • Ernährung (83)
  • Entspannung (21)
  • Medicine (52)
Christoph Seitler
Dott. med. Christoph Seitler

Specialista in medicina interna generale FMH

Sì, deve assolutamente consultare uno specialista o discuterne con il suo medico di famiglia.  

Purtroppo non c'è una ricetta infallibile contro l'acufene. Molte volte è difficile anche scoprirne le cause. Fondamentale, durante una terapia, è l'atteggiamento positivo del paziente. Si ricorre infatti al cosiddetto effetto placebo. È fondamentale adattarsi al rumore, gli esperti parlano di "abituazione". In pratica si impara a non sentirlo più, come fanno per esempio le persone che vivono lungo la ferrovia. Questa terapia di riallineamento dell'acufene comprende anche apparecchi che producono rumori piacevoli, come il gorgoglio di un torrente, riducendo così le sensazioni negative nei confronti dell'acufene.

Anche la terapia cognitivo-comportamentale ha riportato successi nel trattamento, migliorando l'approccio all'interferenza. Per i pazienti che soffrono di grave ipoacusia dell'orecchio interno, gli impianti cocleari sono in grado di migliorare l'acufene fino al 75%. Anche misure di accompagnamento quali il training autogeno, il qigong o il rilassamento muscolare progressivo di Jacobson possono contribuire al successo del trattamento.

A distanza è difficile stabilire quale forma di terapia possa aiutare a darle sollievo. Uno specialista o il suo medico di famiglia sarà in grado di trovare la terapia giusta per lei e accompagnarla nel percorso. 

pia-martin
Pia Martin

Master in ecotrofologia

Se non desidera dimagrire, il latte intero non costituisce alcun problema. Ma se desidera invece perdere qualche chilo, le consigliamo di utilizzare prodotti a base di latte magro. Essi contengono meno grassi e quindi meno calorie.

Sia il latte intero che il latte povero di grassi sono buone fonti di proteine, sostanze minerali e vitamine. Entrambi contengono per esempio calcio e vitamina D. Le vitamine liposolubili (come per es. le vitamine A, D ed E) sono meno presenti nel latte magro, dato che vengono eliminate nel processo di scrematura.

Per quanto concerne i latticini (come per esempio le bibite a base di latte o gli yogurt), le consigliamo di optare per la variante al naturale.  Le varianti al gusto di frutta contengono spesso molti zuccheri aggiunti.

pia-martin
Pia Martin

Master in ecotrofologia

La frutta contiene lo stesso tipo di fruttosio. Vi sono però anche altri zuccheri, con una composizione diversa, nelle diverse varietà di frutta.
Le mele e le pere contengono moltissimo fruttosio e meno glucosio. Nell’ananas vi è invece circa la stessa percentuale di fruttosio e glucosio. Lo stesso vale per le banane. Il fruttosio assunto insieme al glucosio viene generalmente tollerato meglio perché quest’ultimo ne facilita l’assimilazione nell’intestino tenue. In questo modo è possibile assumere più fruttosio facendone arrivare di meno nell’intestino crasso, dove creerebbe problemi.

Purtroppo non abbiamo ottenuto risultati per la tua ricerca. Prova a inserire un nuovo termine di ricerca oppure rivolgi la tua domanda ai nostri esperti:

Purtroppo non abbiamo ottenuto risultati per la tua ricerca. Prova a inserire un nuovo termine di ricerca oppure rivolgi la tua domanda ai nostri esperti:

Purtroppo non abbiamo ottenuto risultati per la tua ricerca. Prova a inserire un nuovo termine di ricerca oppure rivolgi la tua domanda ai nostri esperti:

Purtroppo non abbiamo ottenuto risultati per la tua ricerca. Prova a inserire un nuovo termine di ricerca oppure rivolgi la tua domanda ai nostri esperti:

Le tue domande sul tema della salute

Risponderemo alla tua domanda via e-mail ed eventualmente la domanda sarà pubblicata su migros-impuls.ch. Della persona che ha posto la domanda vengono pubblicati solo il nome e la prima lettera del cognome (per es. Anna M.).

Le informazioni fornite non sostituiscono una visita dal medico.

* = Campo obbligatorio

Ancora 500 caratteri

Potrebbe interessarti anche: