Chiudi

Vuoi vivere più sano?

Ferita nel cavo orale

La micosi del cavo orale può essere dolorosa, ma con gli opportuni accorgimenti è possibile debellarla in modo efficace.

I sintomi

Molti soggetti interessati dal disturbo, in particolare le persone che usano la dentiera, accusano dolori soprattutto durante la masticazione e la deglutizione, altri invece lamentano disagi o alterazioni del gusto. A volte si ha la sensazione di avere la bocca impastata, i linfonodi possono apparire gonfi e spesso sulla lingua, sulla mucosa orale e quella faringea si formano piccole placche biancastre. I funghi responsabili si trovano nel cavo orale di molti di noi e sono riscontrabili nel 75% della popolazione. Essi causano problemi solo se trovano ampia diffusione, per esempio a causa di un sistema immunitario debole.

I fattori di rischio

In caso di difese immunitarie basse, infatti, i funghi possono diffondersi facilmente. Per questo i soggetti maggiormente colpiti dalle micosi orali sono i pazienti chemioterapici, durante o dopo una seduta, nonché quelli affetti da immunodeficienza o diabete mellito. Anche i farmaci come gli antibiotici contribuiscono ad aumentare il rischio. Gli asmatici che inalano glucocorticoidi, dopo il trattamento devono sempre sciacquare la bocca con acqua o mangiare qualcosa per rimuovere le eventuali particelle residue del principio attivo presenti nella mucosa. Nella maggior parte dei casi, però, sono le protesi dentarie non correttamente posizionate a favorire la candidosi, perché possono causare minuscole lesioni della mucosa orale e impedire la salivazione. (continua a leggere qui di seguito...)

Come avere denti sani

I rischi

Le micosi orali sono solitamente innocue. Tuttavia, le persone con un sistema immunitario indebolito, per esempio in seguito a chemioterapia, rischiano che il fungo si diffonda in tutto il corpo, creando una condizione potenzialmente letale. Per questo è ancora più importante consultare il medico alla comparsa dei primi sintomi. Un professionista è in grado di riconoscere immediatamente l’infezione oppure, in caso di dubbio, può effettuare un prelievo.

Il trattamento

Chi accusa per la prima volta disturbi di questo tipo, dovrebbe rivolgersi a un medico. Naturalmente, lo stesso vale anche in caso di manifestazione di altri sintomi come la febbre o di candidosi recidiva. Le micosi possono essere trattate efficacemente con l’uso di medicinali.

Le persone che portano la dentiera dovrebbero lavare la protesi ogni sera e rimuoverla frequentemente dalla bocca per un po’. Gli sciacqui orali effettuati con prodotti a base di sostanze antisettiche favoriscono il processo di guarigione, ma non possono sostituirsi alla pulizia della protesi. Anche un’igiene orale completa risulta efficace nel contrastare la comparsa di un’eventuale micosi. In caso di bocca secca sono disponibili in commercio preparati sostitutivi della saliva. Consiglio: prenditi cura delle tue labbra in modo che non si secchino o screpolino. Fumo, alcol e pietanze eccessivamente speziate, acide o calde favoriscono il proliferare delle infezioni.

di Christian Krumm,

pubblicato il 29.05.2018


Potrebbe interessarti anche: