Chiudi

Vuoi vivere più sano?

Riscaldarsi durante l’inverno con i cibi giusti

Chi d’inverno soffre sempre il freddo forse farebbe meglio a rivedere le proprie abitudini alimentari. Ecco come il nostro corpo può riscaldarsi naturalmente dall’interno scegliendo i cibi giusti. Ti presentiamo i migliori alleati per affrontare le fredde giornate invernali.

È soprattutto nella medicina tradizionale cinese (MTC) che agli alimenti vengono attribuite proprietà diverse. Alcuni cibi avrebbero un potere riscaldante, mentre altri invece sortirebbero un effetto rinfrescante. Sibylle Binder, nutrizionista presso l’Istituto di naturopatia integrativa (Institut für Integrative Naturheilkunde) spiega: «Più è basso il contenuto di acqua di un determinato alimento, più sono concentrati i minerali contenuti al suo interno e pertanto più è alto il suo effetto riscaldante». Agli alimenti descritti qui di seguito viene attribuito un particolare potere riscaldante:

waermende-lebensmittel-ingwer.jpg

Zenzero

Alcuni studi condotti sullo zenzero hanno dimostrato che questa radice migliora la termoregolazione corporea. Infatti il gingerolo contenuto all’interno dello zenzero ha il potere di attivare l’irrorazione sanguigna, stimolando così una sensazione di calore. Anche i prodotti a base di zenzero (come pane o biscotti) non si limitano ad essere una prelibatezza per il palato, ma vantano anche un eccellente effetto riscaldante. Per non parlare poi del tè caldo allo zenzero e limone.

waermende-lebensmittel-rindfleisch.jpg

Carne rossa

Carne rossa, tra le carni rosse spiccano in particolare quella di manzo o di agnello per le loro caratteristiche riscaldanti. Un effetto che può venire ulteriormente potenziato aumentando i tempi di cottura o rosolando bene la carne. Grazie al loro elevato contenuto di ferro, queste due varietà di carne aiutano il nostro organismo ad accumulare questo prezioso minerale. Non è un caso che chi soffre di carenza di ferro patisca di più il freddo.

waermende-lebensmittel-trockenfruechte.jpg

Frutta secca

Grazie all’alto contenuto di micronutrienti, in particolare di vitamina B, potassio e magnesio, la frutta secca ha il potere di stimolare l’irrorazione sanguigna, con conseguente effetto riscaldante. La frutta secca però è molto calorica e ricca di fruttosio. Ecco perché è consigliabile consumarla in quantità moderata.

waermende-lebensmittel-kuechenkraeuter.jpg

Spezie ed erbe

Una dieta in cui abbondano spezie ed erbe aromatiche è senz’altro una scelta vincente. In particolare, sono noti per l’effetto riscaldante cannella, noce moscata, anice, peperoncino, paprica, pepe nero, cumino, cardamomo, chiodi di garofano, vaniglia, rosmarino, alloro, origano, timo. Appartengono tutti ai classici insaporitori per carne, che ne esaltano il gusto e potenziano l’effetto riscaldante.

waermende-lebensmittel-gemuese.jpg

Verdure invernali

Anche barbabietole, sedano rapa, carote, zucca, porro e pastinaca hanno il potere di riscaldarci durante i freddi mesi invernali - soprattutto se fatti cuocere a lungo in stufati o zuppe.

Secondo Sybille Binder non è solo la scelta di un particolare alimento a influire sulla capacità di termoregolazione del cibo. Un fattore altrettanto decisivo è il tipo di preparazione. «Tanto più a lungo viene cotto il cibo, più sarà trattenuto il calore accumulato», prosegue la nutrizionista.

Pillole di saggezza di cui erano già a conoscenza i nostri nonni: zuppe, stufati e soufflé sono i piatti invernali per eccellenza. Sybille Binder consiglia di consumare almeno uno o due pasti caldi al giorno. E chi vuole affrontare la giornata con la giusta carica di «calda energia» già al mattino, non deve fare altro che mangiare porridge a colazione.

di Claudia Vogt,

pubblicato il 30.10.2018


Potrebbe interessarti anche: