Chiudi

Vuoi vivere più sano?

Sarina corre: gli effetti dopo 12 settimane di allenamento

Ho raggiunto il mio primo traguardo: 12 settimane di allenamento! A che punto sono arrivata? Ho scoperto la runner che è in me oppure metterò in soffitta le scarpe da corsa? Scoprilo qui.

Una premessa è indispensabile: se 4 mesi fa qualcuno mi avesse detto che sarei riuscita a correre tranquillamente per oltre 10 km non gli avrei mai creduto. E invece adesso ci riesco, eccome. Grazie a un allenamento regolare ho scoperto finalmente la gioia di fare sport.

Presto mi sono accorta anche di altri aspetti, ad esempio che la varietà e l’allenamento di gruppo sono le cose che mi divertono di più. Inoltre mi fa piacere avere un coach, perché mi guida e mi dà la giusta motivazione. Nel frattempo non pratico solo jogging, ma frequento diversi corsi di gruppo presso la Scuola Club Migros, ad esempio di M.A.X., bodytoning, pilates e bootcamp. Questi corsi mi aiutano a potenziare in modo mirato la muscolatura e a migliorare la mia capacità di resistenza.

sarina-frauenlauf2.jpg
sarina-frauenlauf2.jpg
Sarina alla gara femminile di Berna.

Come combinare lo sport e la vita quotidiana?

Una delle sfide maggiori che ho affrontato? Capire come integrare al meglio lo sport nella vita quotidiana. La vita sociale e il tempo per me erano e sono aspetti di grande importanza. Riuscire a fare tutto durante la settimana non è molto semplice. Adesso so che la pianificazione è la chiave di tutto. Ad esempio non avrei mai immaginato che le mie occasioni preferite per fare sport fossero il mattino e l’ora di pranzo. Ho dovuto davvero fare un grande sforzo prima di giungere alla conclusione che questi sono i momenti migliori per me, perché mi permettono di avere serate libere per incontrarmi con gli amici o anche solo da dedicare a me stessa. Il fine settimana posso avere orari molto flessibili, perfetti per andare a correre.

Lo ammetto, l’allenamento ha subito un po’ una battuta di arresto nelle ultime due torride settimane. Ma presto la piccola pausa sarà finita. (Continua a leggere qui di seguito...)

Contenuti collegati

Correre mi ha permesso di imparare molto su me stessa

La prossima corsa è già alle porte: si tratta della Greifenseelauf, prevista per il 22 settembre 2018. Ebbene sì: è proprio la prossima perché ho già partecipato a una gara podistica al femminile, la Frauenlauf che si è tenuta a Berna. Volevo mettermi alla prova ed è stata una bella sensazione. Non molto tempo fa non riuscivo neppure a percorrere 5 km, a Berna invece ne ho fatti 10.

iMpuls Coach e il programma «Diventa un corridore in 12 settimane» hanno mantenuto le loro promesse. Il programma mi ha dato molto, non solo una resistenza decisamente migliorata. Ad esempio ho trovato anche consigli utili per una corretta alimentazione oppure per riprendermi dopo gli sforzi.

Correre mi ha permesso di imparare molto su me stessa e sugli effetti che produce: dopo l’allenamento sento la mente svuotata, ma al tempo stesso sono piena di energia. Cosa c’è di meglio?

Per la Greifenseelauf mi sono data un obiettivo chiaro: voglio migliorare i miei tempi rispetto alla Frauenlauf di Berna. Questo obiettivo mi dà nuova energia e una grande motivazione per intensificare il mio allenamento.

Migros MyRun

di Sarina Feldmann,

pubblicato il 14.08.2018


Potrebbe interessarti anche: