Internet Explorer non è più supportato

Per utilizzare al meglio il sito web ti preghiamo di usare un browser web attuale.

Il risveglio primaverile degli ormoni

Il sole primaverile brilla e noi, di nuovo, sorridiamo e amoreggiamo. Che cosa c’entrano gli ormoni e perché gli uomini in primavera hanno, forse, più voglia di flirtare delle donne.

Non appena le giornate si allungano e le temperature salgono molti iniziano a scoprirsi un po’. Finalmente si può uscire senza sciarpa e cappotto! Come sono piacevoli i primi raggi di sole sulla pelle! Il fatto che a primavera letteralmente sbocciamo a livello emotivo e spesso ci risvegliamo anche dal punto di vista erotico ha dunque un effetto psicologico, ma non solo. La luce più intensa stimola infatti anche gli ormoni.

La melatonina regola il sonno

Il bel sole primaverile ci fa produrre, di giorno, meno melatonina, l’ormone che regola il sonno. Viene sintetizzata in assenza di luce dalla ghiandola pineale (o epifisi), una ghiandola che ha le dimensioni di un pisello ed è posta alla base del cervello. La sua concentrazione nel sangue raggiunge il massimo tra l’una e le 3 di notte, per poi ridursi gradualmente all’approssimarsi del mattino. Nelle cupe giornate invernali può aumentare leggermente anche di giorno e questo può provocare stanchezza o addirittura cattivo umore.

Più ormoni della felicità come le endorfine

Crocus, primule, tulipani, il cinguettio degli uccellini e la luce calda del sole sulla pelle: grazie a tutto questo il nostro cervello produce più endorfine. Questi ormoni naturali sono simili agli oppioidi, dei potenti analgesici di cui talvolta si fa un uso indebito poiché provocano uno stato di euforia ed esaltazione. In forma più attenuata, anche le endorfine che produciamo noi possono avere un effetto analogo. Sono inoltre collegate alla produzione di ormoni sessuali.

(Continua a leggere qui di seguito…)

 

Tutto sull'amore e la felicità

Dossier sul tema

Umore ancora migliore grazie alla serotonina

Un ormone che migliora il tono dell’umore è la serotonina, un «messaggero» tra le sinapsi. Grazie alla serotonina siamo più rilassati, equilibrati, contenti e anche attivi. La luce chiara stimola il rilascio di serotonina. D’inverno possiamo ingannare l’organismo con delle lampade a luce molto chiara. La luce naturale è però più efficace, soprattutto se abbinata al movimento all’aria aperta. Così possiamo dare una bella spinta alle piacevoli sensazioni che la primavera ci dà.

La produzione di testosterone aiuta il desiderio

Già il fatto che in primavera la pelle sia più scoperta accende in molti il desiderio. Negli uomini questo fenomeno ha anche una causa ormonale: in primavera e in estate producono infatti più testosterone che nel resto dell’anno. L’ormone sessuale accresce il desiderio e stimola la produzione di spermatozoi, ma anche la formazione di globuli rossi, per cui migliora anche la performance sportiva.  Sebbene anche le donne producano una piccola quantità di testosterone, la loro libido dipende in minor misura dalle stagioni.

Procreare in inverno

Anche se la primavera stimola le sensazioni erotiche, il numero di gravidanze risultanti in questo periodo non è più alto del solito. Le nascite, oggi, sono distribuite uniformemente nell’arco dell’anno, con un leggero incremento tra luglio e settembre. Le ragioni non sono ancora chiare. La maggior parte degli animali ha invece i piccoli in primavera per accrescerne le probabilità di sopravvivenza. I grandi animali si accoppiano già in autunno o in inverno in vista del lungo periodo di gestazione. Quelli più piccoli come gli uccelli, invece, vanno in amore in primavera.

di Andrea Söldi,

pubblicato in data 18.03.2021, modificato in data 19.03.2021

Continua a leggere


Potrebbe interessarti anche:

La Migros si impegna contro il tumore al seno

Saperne di più
pink-ribbon.jpg0