Chiudi

Vuoi vivere più sano?

Cosa fare in caso di piedi piatti?

I piedi piatti non sono tutti uguali. La forma più frequente è quella del cosiddetto «piede piatto valgo». Scopri le differenze e alcuni semplici esercizi che possono essere d’aiuto.

Qual è l’origine dei piedi piatti?

Si parla di piedi piatti quando l’arco longitudinale nel lato interno del piede è completamente piatto. Questa deformazione del piede è piuttosto rara e a volte congenita; molto più frequente è invece la forma acquisita, in cui l’arco longitudinale non è completamente piatto. Essa si manifesta perlopiù per via del sovraccarico dei piedi, ad esempio causato da gambe a x, sovrappeso o muscolatura del polpaccio troppo debole. Così il tendine che collega i muscoli del polpaccio a tallone e metatarso diventa «lasso», comportando l’appiattimento dell’arco plantare. Spesso si verifica contemporaneamente una leggera torsione del piede verso l’interno, da cui deriva il «piede piatto valgo». Molti soggetti che credono di avere i piedi piatti hanno in realtà più probabilmente il «piede piatto valgo».

Quali problemi causano il piede piatto e il piede valgo?

La maggior parte dei soggetti adulti soffre di una forma leggera di «piede piatto valgo», che generalmente è asintomatica, ma può manifestarsi con dolore ai piedi o, in caso di distribuzioni errate del carico, con dolore alle ginocchia o disturbi al tendine di Achille. Il piede piatto causa più disturbi rispetto al piede piatto valgo.

Cosa fare?

La maggior parte dei soggetti adulti soffre di una forma leggera di «piede piatto valgo», che generalmente è asintomatica, ma può manifestarsi con dolore ai piedi o, in caso di distribuzioni errate del carico, con dolore alle ginocchia o disturbi al tendine di Achille. Il piede piatto causa più disturbi rispetto al piede piatto valgo. 

L’operazione è necessaria solo in presenza di forti disturbi e se i metodi tradizionali non sono molto d’aiuto. (Continua a leggere qui di seguito …)

Come mantenere flessibili le articolazioni

Tutto sul tema

Si può fare jogging con i «piedi piatti»?

Con i piedi piatti valghi è possibile praticare tutte le discipline sportive, ma è importante indossare scarpe con un sostegno. Semmai, i disturbi possono manifestarsi in caso di notevole sovraccarico dei piedi, ad esempio nel triathlon o nella maratona. Un’analisi della camminata svolta presso un tecnico ortopedico può permettere di trovare le scarpe sportive più adatte a te o di preparare un plantare per le tue scarpe da corsa. In caso di piedi piatti veri e propri si consiglia di evitare le corse di fondo.

Esercizi per la muscolatura del polpaccio

Ecco cosa puoi fare
  • Camminare molto a piedi nudi 
  • Indossare scarpe dotate di plantare, ossia evitare scarpe con suole completamente piatte
  • Irrobustire la muscolatura del polpaccio con buoni esercizi
     

Alcuni buoni esercizi:

  • Arrotolare un asciugamano con le dita dei piedi 
  • Afferrare oggetti con le dita dei piedi
  • Sollevarsi sulla punta dei piedi per molte volte di seguito 
  • Posizionarsi con la punta dei piedi sul bordo di un gradino e sollevare i talloni per più volte di seguito

di Il dott. Martin Narozny,

pubblicato il 13.09.2019


Potrebbe interessarti anche:

Abbonati alla newsletter e vinci 3 buoni culinari del valore di fr. 70.- l'uno

Vai all'iscrizione
geschenk-icon.jpg