Internet Explorer non è più supportato

Per utilizzare al meglio il sito web ti preghiamo di usare un browser web attuale.

25 consigli contro la «tristezza da coronavirus»

Tra i numeri dei contagi e tutti gli aspetti correlati, non mancano i motivi per deprimersi. Ecco come comportarsi per evitare che questo sentimento prenda il sopravvento.

Giornate grigie, niente vita sociale, se non addirittura l’eventuale rischio di perdere il posto di lavoro – l’«epoca del coronavirus» mette le persone davvero a dura prova. Riconoscere il proprio stato è il primo passo fondamentale; il secondo è dedicarsi a tutte le attività che aiutano ad arginare la «tristezza da coronavirus».

Ecco cosa si può fare per combattere il senso di abbattimento

  • Abbellisci e rendi accogliente la tua casa; ad esempio, collocando in bella vista una candela, in grado di diffondere una luce calda e confortante, rendendo una stanza scura meno triste.
  • Cerca di farti venire in mente tutto ciò che si può continuare a fare nonostante il coronavirus, anziché concentrarti sulle attività momentaneamente sospese. Molti svaghi, tra cui ad esempio anche le visite ai musei o ai cinema, sono ugualmente possibili in una forma alternativa. Parallelamente, la mutata situazione ha creato l’occasione per tante nuove offerte tutte da scoprire...
  • Fai tanto movimento, meglio se nel corso della giornata, all’aria aperta. Ciò contribuisce a rilasciare gli ormoni della felicità.
  • Prepara dei biscotti in totale relax: i neofiti potranno optare per la pratica pasta già pronta, mentre i più esperti quest’anno possono cimentarsi con le varietà laboriose, senza però strafare – l’obiettivo è quello di riscoprire la gioia delle nuove esperienze!
  • Se ti manca la vicinanza, è possibile esprimere affetto anche con la voce, con i gesti e con lo sguardo. E non farti mai mancare una serie completa di attenzioni verso te stesso e il tuo corpo: ad esempio, riscaldandoti con una coperta soffice, con un buon tè caldo, un bagno rilassante o una doccia bollente.
  • Coltiva i tuoi contatti più importanti, come già fatto la scorsa primavera, facendoti vivo spesso via telefono, posta e Internet.
  • Cantare è poi la miglior medicina contro la depressione. Basta mettere su la propria musica preferita, gonfiare il petto e intonare il brano a squarciagola! Oppure coinvolgere anche i vicini di casa interessati in un coro a cappella sul balcone... Come? Affiggendo un annuncio o lasciando un messaggio nella cassetta della posta.
  • Riguarda vecchie fotografie o film che ti richiamino alla mente piacevoli ricordi.
  • Per cosa ti senti riconoscente? Di cosa sei soddisfatto? Cerca di ricordare tutte queste cose! Annota i tuoi pensieri in un diario della felicità e della gratitudine.
  • Gioca, nel limite delle reali possibilità, con gli amici e i tuoi figli.
  • Dai libero sfogo alla creatività: dipingi, dedicati al bricolage, suona uno strumento.
  • Ritagliati un momento, possibilmente tutti i giorni, per praticare esercizi di meditazione: qui per esempio puoi trovare una buona selezione da scaricare. (Continua a leggere qui di seguito...)

Coronavirus: Tutte le informazioni

Vai al dossier
  • Balla per tutta la casa!
  • Molte offerte sono rese disponibili anche dalle chiese; un esempio sono i Corona-Bibel, un gruppo di giovani che distribuisce la Luce della Pace da Betlemme o che propone celebrazioni delle funzioni religiose in streaming. Chissà, forse c’è qualcosa che fa anche al caso tuo!
  • Se i pranzi collettivi per le feste o altri ritrovi vengono meno, può esserci anche un lato positivo: in questo modo, infatti, si evita il sovraccarico di incombenze tipico del periodo prenatalizio e, di conseguenza, anche tutto lo stress correlato... Ci sono cose che rientrano da sempre nei tuoi propositi per il nuovo anno ma che poi non hai mai avuto tempo di realizzare? Adesso potrebbe essere l’occasione giusta!
  • La routine va bene, ma ogni tanto è anche importante interromperla: invece di seguire il solito percorso, per esempio, fai una piccola deviazione o magari anche una variante inedita. Le opzioni sono infinite, hai solo l’imbarazzo della scelta.
  • Concediti un giustificato rammarico per le esperienze importanti che al momento non ti è possibile realizzare: crogiolarsi nella malinconia di tanto in tanto per una giornata è perfettamente normale e legittimo.
  • Dedica un piccolo gesto di attenzione a qualcuno, ad esempio scrivendo un biglietto personale, oppure ringrazia una persona come desideravi da tanto tempo.
  • E se proprio la situazione ti fa impazzire, pianifica già la sera prima due attività da fare per poi svolgerle il giorno successivo. Anche questo aiuta.
  • Impegnati per una buona causa o a favore di qualcuno che necessita di aiuto, ad esempio andando a fare la spesa per questa persona. In questo modo, tra l’altro, si mantengono anche i legami interpersonali.
  • Osserva gli animali, come gli uccellini nella loro casetta, oppure dedicati ai tuoi animali domestici.
  • Prendi tutto con umorismo: ridere, anche di se stessi, rallegra e regala pace interiore.
  • Assapora appieno con tutti i sensi: il profumo di un’arancia, il gusto di uno speculoos, il gioco visivo delle lucine che brillano nel buio – tutto questo rinfranca l’animo e dona benessere. E in quest’ottica vale il motto: meno è meglio.
  • Interra i bulbi di tulipani a fine dicembre in un vaso in balcone, dopodiché dovrai solo aspettare con fiducia: la primavera arriverà di nuovo e, con lei, anche tempi migliori.
  • Se però la depressione da coronavirus diventa insostenibile, è importante rivolgersi per tempo a professionisti qualificati come uno psicoterapeuta o un medico, a Telefono Amico (Tel. 143),  Pro Juventute, Pro Mente Sana, a un’apposita helpline per il coronavirus o a Pro Senectute.

di Beatrix Ott,

pubblicato in data 08.12.2020

Continua a leggere


Potrebbe interessarti anche:

Abbonati alla newsletter e vinci un anno di acquisti per fr. 3'000

Vai all'iscrizione
geschenk-icon.jpg