Chiudi

Vuoi vivere più sano?

Di quante ore di sonno hanno bisogno i bambini?

Quando dovrebbero andare a letto i bambini e di quante ore di sonno hanno bisogno? Una cosa è certa: non esistono regole rigide e dipende solo in parte dalla loro età.

Dopo il weekend Lina e Mara (rispettivamente 9 e 11 anni) sono insopportabili per la stanchezza. Per partecipare alla festa di compleanno di zio Ueli hanno avuto il permesso di restare sveglie molto a lungo. Secondo il loro papà, vanno comunque a letto troppo tardi. Ma quando dovrebbero andare a dormire i bambini?

Bisogno di riposo individuale

«Non esistono regole rigide per determinare quando bambini di età diverse dovrebbero andare a letto», afferma Jacomine Lindblom (47 anni), psicologa e consulente in materia di educazione su erziehungs-beratung.ch. «Ciascun bambino ha bisogni diversi per quanto riguarda il sonno.» Otto ore sono il minimo, ma si può arrivare anche a dodici. Esiste solo un’indicazione generale: «Se da piccoli si ha bisogno di dormire molto, spesso questa tendenza si protrarrà anche negli anni», spiega Jacomine Lindblom.

Il sonno si può allenare
  • Un diario del sonno aiuta a registrare le ore di riposo di cui ha effettivamente bisogno un bambino.
  • Non utilizzare l’ora in cui mandare a letto i bambini come punizione o ricompensa.
  • Oscurare le fonti di luce esterna aiuta a dormire meglio.
  • Rivaluta le tue aspettative: forse il bambino ha bisogno di più o meno ore di sonno rispetto alle tue previsioni?

Da Famigros trovi tanti consigli affinché il tuo bambino faccia sonni tranquilli

Stabilire l’orario giusto

Il momento giusto in cui mandare a letto la prole dipende anche dalle necessità dei genitori. Se di sera i bambini non sono stanchi, possono andare a letto a leggere o ad ascoltare una storia: in questo modo i genitori si concedono la meritata quiete a fine giornata.

Il bisogno di dormire non dipende dall’età

«Più si diventa grandi e meno si dorme»: quest’opinione, benché molto diffusa, non corrisponde sempre alla verità. «Non è detto che un bambino di otto anni dorma più a lungo di uno di dieci. Inoltre, spesso con la pubertà i giovani hanno nuovamente bisogno di molto più riposo.» Mandare un bambino a letto presto per punizione può rivelarsi uno strumento educativo problematico: «Se poi si sveglia alle cinque di mattina, dubito che serva a qualcosa.»

Rimanere alzati fino a tardi disturba il ritmo

Non tutti i bambini reagiscono allo stesso modo quando rimangono svegli più a lungo. Se un bambino riesce a farsi una bella dormita, recupera le ore di riposo necessarie. Spesso un ritmo del sonno disturbato si ristabilizza dopo due o tre giorni. Jacomine Lindblom sostiene però che «l’umore di un bambino che ha dormito poco si ripercuote per giorni anche sui genitori».

di Claudia Langenegger,

pubblicato il 28.09.2018

Continua a leggere


Potrebbe interessarti anche: