Chiudi

Vuoi vivere più sano?

Lo yoga sul SUP, in aria o al bar

Guerilla yoga in centro, saluto al sole sul SUP, yoga nei locali: l’estate invita gli yogi a stare all’aperto. Ma cosa c’è dietro tutto questo? Ce lo spiega l’esperta.

«Meditazione e consapevolezza si sono trasformate in un enorme trend globale», queste le conclusioni del Global Wellness Institute nel suo rapporto sui trend del 2018. Entrambe richiedono particolari capacità di cui le persone hanno bisogno per contrastare in qualche modo il flusso di informazioni conseguente alla digitalizzazione. Gli studi lo dimostrano: chi si distrae continuamente si sente più infelice rispetto alle altre persone.

Lo yoga funziona sempre

Susanne Mattmann, responsabile dei corsi di rilassamento della Scuola Club Migros a Zurigo, conferma questo «boom della consapevolezza». Dal 2016 al 2017 il fatturato nel settore ancora giovane «Meditazione e consapevolezza» è raddoppiato. E il trend di crescita prosegue anche nell’anno in corso. Lo yoga è un valore sicuro: «L’India e le filosofie orientali sono apprezzate da millenni. Poiché con questa disciplina, oltre alla serenità, alla consapevolezza e all’equilibrio, si agisce anche su forma fisica e salute, lo yoga è diventato ormai un megatrend globale».

Yoga flow sul SUP

La tradizione orientale e lo stile di vita occidentale si influenzano a vicenda. Su questo megatrend si fondano innumerevoli varianti, destinate generalmente ad avere vita breve. Oggi gli yogi praticano lo Yoga flow sullo stand up paddle, in terrazza o al parco nella variante della guerilla action. Dove praticare la posizione del guerriero, del bambino felice o il saluto al sole, tuttavia non ha alcuna importanza: lo yoga ha un effetto positivo sulla salute, e soltanto l’approccio a questa disciplina è una questione personale. I fondamenti di tutte le forme di yoga traggono origine da Hatha e Vinyasa, che perseguono l’obiettivo di unire il corpo e la mente nell’attimo presente.

Yoga nei locali

È vero che per i suoi corsi alla Scuola Club Migros Susanne Mattmann punta su trend duraturi, adatti anche alla stragrande maggioranza di appassionati, ciò nondimeno l’insegnante ha notevole dimestichezza anche con le ultime tendenze yoga del momento. «Un centro pop up aperto di recente alla stazione centrale di Zurigo invita tutti gli appassionati a srotolare i tappetini». Anche il ristorante «in» di Zurigo Frau Gerolds Garten apre la sua terrazza alle 9 di mattina per il Rooftop Morning Surf Yoga. E per chi volesse praticare yoga nel giardino di un hotel con vista sull’intera città la soluzione giusta per la domenica - in caso di bel tempo - è il Sunset Flow. «Trend come questi sono stagionali e destinati a durare poco», spiega Susanne Mattmann. Un fenomeno che coinvolge anche i cosiddetti Guerilla yogi che vengono informati via Facebook sul prossimo luogo di incontro per il Vinyasa - lungo le rive del fiume, al parco, o in un luogo pubblico. La colletta raccolta al termine del corso viene devoluta interamente a un’organizzazione di pubblica utilità. (Continua a leggere qui di seguito...)

Un weekend all’insegna di yoga e ayurveda

I ritiri spirituali nel fine settimana che offrono lezioni di yoga abbinate a un’eccellente cucina ayurvedica nella cornice di un paesaggio mozzafiato offrono un’alternativa agli eventi cittadini. «Il relax del fine settimana in un’atmosfera vacanziera si incastra alla perfezione nella nostra quotidianità», questa l’opinione di Susanne Mattmann. «Un soggiorno in Sri Lanka o in India costa decisamente di più».

Aerial yoga: leggeri e sospesi tra morbide amache

Fra i trend non stagionali rientra l’aerial yoga, una particolare disciplina in cui si passa da una posizione all’altra sospesi nel vuoto tra morbide amache. Anche lo Yoga della risata ha i suoi seguaci: ridere senza alcun motivo avrebbe un effetto contagioso che stimola una risata autentica. Senza contare le altre forme singolari in cui si declina lo yoga, come ad esempio il Beer yoga, il Goat yoga, lo Yoga clubbing - non ci sono limiti alla fantasia.

Chi ha voglia di esercitarsi all’aperto nelle posizioni imparate nel corso degli anni trova sempre un’offerta su misura per la stagione. Dopo cinque minuti di ricerca, l’autrice è finita su «Yoga all’aperto – con l’accompagnamento di due corni alpini». Anche qui però viene praticato l’Hatha yoga originario. L’ambientazione invece dà voce a una corrente che ricalca lo spirito del nostro tempo.

Ti potrebbe interessare anche: esercizi di yoga all’aperto.

di Silvia Schütz,

pubblicato il 04.07.2018


Potrebbe interessarti anche: