Chiudi

Vuoi vivere più sano?

Cinque alternative ai drink alcolici estivi

D’estate abbiamo tanti motivi per continuare a brindare. Ma è davvero una buona idea?

Se il corpo ha troppo caldo, automaticamente suda. I vasi cutanei si dilatano ed espellono acqua, vale a dire il sudore. Anche l’alcol contribuisce alla disidratazione a causa del suo effetto diuretico. Chi beve alcolici quindi accelera la secrezione di liquidi. Un apporto insufficiente di acqua al nostro organismo può provocare ad esempio mal di testa, vertigini, sensazione di malessere e crampi.

A questi vanno aggiunti gli altri rischi legati a un consumo di alcol, indipendentemente dalle temperature: disturbi del livello di attenzione e di vigilanza, sonnolenza, etilismo.

Non perderti più nulla di iMpuls: abbonati alla nostra newsletter.

Cinque alternative all’alcol

Vuono a sapersi

Continua a resistere ostinatamente la falsa credenza che alcune bevande siano «peggiori» di altre. In realtà l’alcol contiene sempre la stessa molecola, l’etanolo.

Un bicchiere di birra (340 ml con il 5% di gradazione alcolica), un bicchiere di vino (140 ml con il 12% di gradazione alcolica) e un bicchiere di liquore (45 ml con il 40% di gradazione alcolica) contengono praticamente una pari percentuale di etanolo. La quantità di alcol che entra nella circolazione sanguigna è soggetta all’influenza di diverse variabili: sesso, provenienza, peso, volume dell’acqua presente nell’organismo, eventuali medicinali assunti.

  1. Acqua. In condizioni di gran caldo si raccomanda di bere almeno 1,5 litri di acqua al giorno, e anche di più in caso di sforzi fisici. Per un gusto più ricco e un po’ di vitamina C, al tradizionale bicchiere d’acqua si può aggiungere una fettina di limone o di arancia. Anche la menta piperita è l’ideale per una sensazione di freschezza. Poiché rappresenta la componente principale del nostro organismo, l’acqua è indispensabile per il suo corretto funzionamento. 

    Potrebbe interessarti anche: Ecco come dare brio all'acqua
     
  2. Tè freddo. Dal gusto ricco e rinfrescante. Inoltre gli estratti di piante sono ottimi per la digestione. A questi preziosi elementi vegetali viene attribuito un effetto rilassante, tonificante e stimolante per la digestione.
  3. Succhi di frutta. Fatti in casa o naturali e senza zuccheri aggiunti, perché lo zucchero aumenta la sete.
  4. Bevande isotoniche. Create per prevenire la disidratazione in caso di caldo, apportano all’organismo l’acqua e le sostanze minerali che vengono espulse attraverso il sudore.
  5. Acqua di cocco. Non si limita all’apporto di acqua, ma presenta anche un elevato contenuto di sostanze minerali.

(Continua a leggere qui di seguito …)

Se contiene alcol, allora …

Chi proprio non riesce a resistere a un aperitivo alcolico dovrebbe cercare perlomeno di sorseggiarlo lentamente, accompagnandolo con uno stuzzichino, perché l’alcol a digiuno viene assorbito più velocemente nel tratto gastrointestinale. E concedersi un bicchiere d’acqua ogni tanto.

Gli uomini non dovrebbero bere più di tre bicchieri e le donne più di due, secondo le raccomandazioni degli esperti. Ai primi sintomi di una disidratazione (sensazione di malessere, vertigini), si deve interrompere il consumo di alcol, bere acqua e, se necessario, consultare un medico.

di Robert Barroussel,

pubblicato il 29.06.2018


Potrebbe interessarti anche: